MEI 2020

Logo MEI-2020
Logo MEI-2020

Dopo il successo della scorsa edizione (oltre 40.000 spettatori), il 2, 3 e 4 ottobre torna a FAENZA (Ravenna) il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana.

Giunto al suo 25° anno, il MEI 2020 proporrà una speciale edizione che affiancherà alla tradizionale serie di concerti, presentazioni letterarie, convegni e mostre nelle principali piazze faentine, il nuovo format online ExtraMeiWeb, con contenuti esclusivi in streaming sul sito e sulle pagine social ufficiali della manifestazione.

Un’iniziativa promettente, alla luce del boom di visitatori registrati da febbraio ad oggi sui canali web della rassegna: 3mila visitatori unici al giorno sul sito, per un totale di 350mila visitatori totali, e una media di 10mila visualizzazioni al giorno sulle pagine Facebook del MEI e delle associazioni del circuito MEI, per un totale di circa un milione.

«Veri e propri numeri da record – dichiara il patron del Mei Sangiorgi – che si aggiungono agli oltre 200mila spettatori per le dirette de “L’Italia in una Stanza” con 400 artisti coinvolti, del “Festival Day” con oltre 100 festival collegati e dell’IndieRecordStoreDay del 19 giugno, con ben 30 mila spettatori online. Grande successo anche per “School of Rock”, online durante il periodo di quarantena, che ha superato le 15mila visualizzazioni durante una singola lezione».

Sono aperte per gli artisti e le band residenti nei comuni della Regione Emilia Romagna le iscrizioni per MEI SUPERSTAGE, il contest gratuito per esibirsi sul palco del MEI 2020, rivolto agli emergenti under 30. Il bando nazionale, invece, partirà dal 1° luglio. Il termine ultimo per le iscrizioni al concorso è il 30 luglio.
Il concorso è realizzato in collaborazione con AudioCoop (Coordinamento Etichette Discografiche Indipendenti), AIA (Associazione Artisti Indipendenti) e Rete dei Festival (network nazionale dei contest).

In chiusura il 30 giugno le iscrizioni ai contest “Arrangiami! 100 Anni per il futuro” realizzato con Casa Bixio e “La Musica è Lavoro”, dedicato al tema del lavoro e realizzato con la Cisl, con in palio la possibilità di esibirsi al MEI 2020.

In un momento storico in cui il settore degli spettacoli sta vivendo una crisi senza precedenti, il MEI prende parte attiva alle proteste che chiedono alle istituzioni interventi risolutivi. Per questo, assieme agli Stati Generali della Musica Indipendente ed Emergente (il circuito delle associazioni del MEI), aderirà alla Manifestazione Nazionale delle Lavoratrici e dei Lavoratori dello Spettacolo, dell’Arte e della Cultura in programma sabato 27 giugno a Roma.