“Mondo Za” all’Anteo Palazzo del Cinema

ZAVATTINI immagini di repertorio all'interno del documentario Mondo Za di Gianfranco Pannone

ZAVATTINI immagini di repertorio all’interno del documentario Mondo Za di Gianfranco Pannone

“Mondo Za” di Gianfranco Pannone, il film documentario che a partire da Cesare Zavattini, sceneggiatore e padre del cinema neorealista, racconta la Bassa Reggiana e la sua gente, sarà proiettato all’ Anteo Palazzo del Cinema, domenica 25 marzo, ore 11, e lunedì 26 marzo, ore 17.40.

Domenica il regista sarà presente in sala per salutare e dialogare con il pubblico, presentato dal giornalista e critico cinematografico Fabrizio Grosoli (ingresso domenica 5,50 euro e lunedì 6 euro. Per info www.spaziocinema.info).

Il film è nei cinema d’Italia distribuito da Movimento Film.

“Oggi – ha spiegato Pannone – le tracce di Zavattini le puoi trovare qua e là nella Bassa. In un vecchio e solitario pittore naif che sembra uscito da un racconto dello stesso scrittore ‘luzzarese’, come in un ragazzo africano emigrato con la famiglia da queste parti, che in inglese (ma senza tralasciare il dialetto locale) rappa versi e pensieri del grande Za”.

Sinossi del film
Cesare Zavattini e la Bassa reggiana. La Bassa reggiana e Cesare Zavattini. Un rapporto di reciprocità ricco e complesso, che in questo film intreccia passato e presente, creando un nuovo tempo sospeso attraverso le testimonianze di quattro uomini d’età e condizioni sociali diverse.

Un film a partire dal grande Za, padre del Neorealismo italiano (chi non ricorda Ladri di biciclette? O Miracolo a Milano?), che incontra idealmente la sua gente in questo pezzo d’Emilia lambito dal Po.