Gianni Morandi al Teatro Duse di Bologna

GIANNI MORANDI - FOTO
GIANNI MORANDI – FOTO

‘Stasera gioco in casa – Una vita di canzoni’. Questo il titolo del nuovo progettoartistico di Gianni Morandi:16 concerti, un solo palcoscenico, l’abbraccio del suo pubblico con il quale condividere ricordi, emozionie soprattutto grande musica.

Sarà il Teatro Duse di Bologna ad ospitare, dal primo novembre,le 16 serate (12 in programma fino a dicembre 2019,più altre 4nel 2020) nelle quali Gianni canterà, in forma acustica, i brani che hanno conquistato intere generazioni, ma racconterà anche i momenti più importanti della sua vita, gli aneddoti, gli incontri, le sfide e i sogni.

L’artista, che ha all’attivo 53 milioni di dischi venduti, 4.217 concerti in Italia e 426 all’estero, e che nel 2017 ha inciso il suo quarantesimo album intitolato ‘D’amore d’autore’, ha quindi scelto lo storico palcoscenico del Duse per un omaggio personale e speciale al vastissimo pubblico che lo segue e lo ama da sempre.

“C’è sempre un momento della vita in cui si sente il forte desiderio di tornare nel luogo da dove si è partiti, – spiega Gianni Morandi –la prima volta che ho cantato al Duse è stato nel 1964 e ricordo che mi tremavano le gambe. Dopo tanti anni e aver girato tutto il mondo, tornare nella mia città con una nuova serie di concerti è una grandissima emozione.Voglio ringraziare il Teatro Duse per avermi proposto questa nuova avventura artistica che mi darà la possibilità di cantare in teatro, dove l’atmosfera è sempre un po’ speciale ed è possibile instaurare una relazione più profonda con il pubblico”. “Attraverso le canzoni – prosegue Morandi – racconterò il mio viaggio nella musica e la mia vita. Mi piacerebbeanche presentare un brano inedito, composto appositamenteper questa occasione, per la mia città e per questo teatro che è nel cuore di Bologna”.

“Siamo onorati che Gianni Morandi abbia scelto il Teatro Duse per un progetto così sentito e desiderato – sottolineail presidente del Cda del Teatro Duse di Bologna Walter Mramor – e stiamo lavorando assieme a lui per dar vita ad un evento unico e speciale. Sedici concerti per celebrare una carriera folgorante, ricca di enormi successi. Una dimensione intima in cui il grande artista saprà aprirsi al proprio pubblico e raccontarsi con la schiettezza e l’umanità che lo contraddistinguono. Il nostro palcoscenico è pronto ad accoglierlo, come tra le mura di casa”.

LE DATE DEL 2019:
01 Novembre – ore 21
02 Novembre – ore 21
03 Novembre – ore 16
07 Novembre – ore 21
14 Novembre – ore 21
21 Novembre – ore 21
28 Novembre – ore 21
05 Dicembre – ore 21
12 Dicembre – ore 21
20 Dicembre – ore 21
21 Dicembre – ore 21
22 Dicembre – ore 16
Le 4 date del 2020 saranno annunciate prossimamente.

John Gabriel Borkman

JOHN GABRIEL BORKMAN-Federica Di Martino-Gabriele Lavia-Laura Marinoni-Ph Pitto_rid
JOHN GABRIEL BORKMAN-Federica Di Martino-Gabriele Lavia-Laura Marinoni-Ph Pitto_rid

Fino al 2 dicembre al Teatro delle Muse, in esclusiva regionale, è in scena un capolavoro assoluto di Henrik Ibsen, John Gabriel Borkman, con protagonista Gabriele Lavia diretto da Marco Sciaccaluga, produzione Teatro Stabile di Genova.

La trama, come nella migliore tradizione del drammaturgo norvegese, è un congegno perfetto dove ogni personaggio ha un ruolo esattamente confacente al proprio carattere e ogni situazione riesce a metterne a nudo le debolezze, i sogni, le aspettative, toccando al contempo temi forti e spesso scabrosi.

Per il ciclo di incontri “L’aperitivo con gli artisti” La Compagnia incontrerà il pubblico sabato 1 dicembre alle ore 18.30 al musecaffé, conduce l’incontro il giornalista Francesco Rapaccioni.

In scena con la regia di Marco Sciaccaluga vedremo: Gabriele Lavia, Laura Marinoni, Federica Di Martino, Roberto Alinghieri, Giorgia Salari, Francesco Sferrazza Papa, Roxana Doran; versione italiana Danilo Macrì, scene e costumi Guido Fiorato, musiche Andrea Nicolini, luci Marco D’Andrea, produzione Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale, Teatro della Toscana-Teatro Nazionale.

Grande evento de Le Vibrazioni

LeVibrazioni_ph Chiara Mirelli
LeVibrazioni_ph Chiara Mirelli

E’ fissato per il prossimo 26 marzo, al Mediolanum Forum di Milano, il grande evento de Le Vibrazioni per celebrare i 20 anni di carriera.
Dopo la reunion e il ritorno all’ultimo Festival di Sanremo, la storica rock band è balzata in vetta alle classifiche musicali con il brano Così sbagliato, seguito poi dalle hit radiofoniche Amore Zen e Pensami così (sigla del programma televisivo Vieni da me di Caterina Balivo).

Grazie ad una ritrovata alchimia, Le Vibrazioni si preparano quindi a scaldare la primavera milanese per chiudere un anno di live memorabili che, a febbraio 2019, li porterà anche in alcuni dei più prestigiosi club internazionali nel Così Sbagliato – European Tour.

Sarà un grande evento per ripercorrere i 20 anni di carriera del gruppo che ha segnato la storia del rock-pop italiano.

Sul palco con le Vibrazioni anche tanti ospiti, amici con cui hanno condiviso questo lungo ed emozionante percorso. La band farà cantare il pubblico con i più grandi successi e non mancheranno in scaletta anche le canzoni estratte dall’ultimo quinto album di inediti “V” (L’Equilibrista/Artist First).

Le Vibrazioni saranno sul palco nella formazione originale: Francesco Sarcina alla voce e alla chitarra, Stefano Verderi alla chitarra e alla tastiera, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria.

I biglietti sono disponibili online su Ticketone (www.ticketone.it) e in tutti i punti vendita autorizzati.

“Stanotte a Pompei': ” I dati di ascolto premiano la qualità”

Stanotte-a-Pompei
Stanotte-a-Pompei

Dichiarazione del presidente nazionale AIART Giovanni Baggio: “Da anni la nostra associazione lo propone e i risultati ci danno ragione: le scelte di qualità sono premiate dagli ascolti. La programmazione in prima serata su Raiuno di “Stanotte a Pompei”, meraviglioso programma di Alberto Angela, si è rivelato un successo.

Moltissimi nostri iscritti hanno espresso il loro apprezzamento per una scelta in controtendenza rispetto al trash e ai troppi déjà vu che spesso non meritano – ammettiamolo – l’esborso del canone.

Stavolta, invece, sosteniamo la scelta del servizio pubblico e diciamo il nostro “brava” alla Rai.

Caetano Veloso -tour italiano “Ofertorio”

CAETANO MORENO ZECA TOM por Ney Coelho_b
CAETANO MORENO ZECA TOM por Ney Coelho_b

Dopo i tre concerti a Pavia, Perugia e Roccelletta di Borgia (CZ), grande attesa domani, sabato 21 luglio, a ROMA, all’Auditorium Parco della Musica, per l’ultima tappa del tour italiano “Ofertorio” di CAETANO VELOSO (Viale Pietro de Coubertin 30 – inizio concerto ore 21.00).

Il cantautore brasiliano insieme ai figli Moreno, Tom e Zeca darà vita ad uno speciale spettacolo in versione volutamente acustica, dimensione naturale di Caetano Veloso, nel quale il massimo esponente del Tropicalismo, accompagnato dai figli, condurrà le melodie suonando la sua chitarra e incantando il pubblico con il suo inconfondibile timbro vocale.

Reduce dall’esibizione all’Eurovision Song Contest con il portoghese Salvador Sobral vincitore della precedente edizione, Veloso si raffronta con la famiglia, sinonimo di felicità, dimostrando al pubblico quale elevata e raffinata qualità si possa raggiungere unendo le peculiarità di ognuno di loro per la prima volta in un unico show.

Il quartetto Veloso eseguirà i grandi successi del repertorio del celebre cantautore, come “Reconvexo”, “O Leãozinho”, “Un canto de afoxé para o bloco do Ilê” e “Sertão”, oltre alle composizioni di Moreno Veloso e degli altri due figli più piccoli.