Lombardia – Assistenza a studenti disabili: competenze a Province e Comuni

Valentina Aprea
Valentina Aprea

“Nella disordinata gestione del superamento delle province, purtroppo le competenze in materia di assistenza agli studenti disabili sono state assegnate alla Citta’ metropolitana. Per questo e’ ancora piu’ ingiusto che Regione Lombardia sia chiamata a rispondere di inadempienze per funzioni che non svolge”.

Commenta cosi’ Valentina Aprea, assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, la notizia della sentenza di condanna del TAR nei confronti della Citta’metropolitana per il mancato sostegno agli studenti con disabilita’ fisiche e sensoriali.

DA REGIONE 10 MILIONI A PROVINCE E COMUNI –
“Al di la’ delle competenze e con il consueto forte senso di responsabilita’ – ha spiegato l’assessore Aprea – per l’anno scolastico 2015-2016, Regione Lombardia ha provveduto a trasferire dal proprio bilancio 10 milioni di euro alle Province ed ai Comuni, per supportarli nel pagamento delle spese per gli studenti disabili, vista la forte criticita’ delle finanze degli enti locali a seguito della riforma Delrio e dei continui tagli da parte dello Stato. Si e’ trattato di un intervento straordinario volto a consentire almeno parzialmente la copertura degli interventi nei confronti degli studenti con disabilita'”.

CITTA’ METROPOLITANA DIA RISPOSTE – “Come sostiene il TAR – ha proseguito l’assessore Aprea – il diritto allo studio deve essere garantito a tutti gli studenti, a prescindere dalla situazione finanziaria degli enti responsabili. In forza di questo principio, auspichiamo che la Citta’Metropolitana possa presto provvedere a dare un’adeguata risposta, sollecitando anche il Governo che e’ il responsabile in ultima istanza della generale situazione in cui versano le Province, su tutte le loro competenze”.

GARANTITO PIENO SOSTEGNO A ISTITUTO CIECHI – “Da parte nostra – ha concluso l’assessore regionale –  sosterremo l’Istituto dei ciechi con qualunque altro strumento idoneo a valorizzare anche il suo ruolo educativo e formativo”.
(Lnews)