FESTIVAL DI MEZZA ESTATE 2012

CREMONA — Si apre il 13 giugno con l’anteprima del nuovo tour di Samuele Bersani la settima edizione del Festival di Mezza Estate, rassegna in scena all’Arena Giardino di Cremona. Il cartellone allestito da PubliAEventi con il patrocinio del Comune di Cremona e sotto la direzione artistica di Elio Conzadori e Ilaria Gradella condensa musica, comicità e danza in una stagione dal sapore ‘pop’. Il valore aggiunto è la suggestione della location che accoglie gli spettacoli: l’architettura della vecchia fornace di Cremona – proprio alle porte del centro storico cittadino – avvolge il pubblico in un abbraccio totalizzante dipinto del rosso antico dei mattoni a vista e baciato da un’illuminazione appositamente studiata per esaltare lo scenario da archeologia industriale. Le prevendite dei biglietti sono aperte sul circuito www.vivaticket.it. Per il pubblico cremonese è, inoltre, disponibile la biglietteria di PubliAEventi (in via Antico Rodano, 2, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12 e dalle 15 alle 19); l’11 giugno aprirà anche il botteghino dell’Arena Giardino, in viale Po (tutti i giorni dalle 16 alle 19).


Il programma, dopo l’apertura con Samuele Bersani (che sarà presente a Cremona già da giovedì 7 giugno per il collaudo del tour), prosegue con il concerto dell’originale songrwriter romano Alessandro Mannarino – premiato dalla Siae come ‘miglior cantautore italiano’ – volto (e voce) noto soprattutto per la sua partecipazione al programma televisivo Parla con me: anche per il cantautore della capitale quella al Festival di Mezza Estate sarà la ‘data zero’ della tournée estiva. Poi spazio all’umorismo tutto dialettale de I Legnanesi e, quindi, al raffinato duetto all’aroma di jazz fra Gino Paoli e Danilo Rea. Ancora sonorità eleganti e ricercate con l’esibizione di Eduardo De Crescenzo, prima dell’irresistibile comicità ‘zelighiana’ di Paolo Cevoli. La svolta rock è assicurata dal live dei Marlene Kuntz. Due, uno in fila all’altro, gli appuntamenti a passo di danza: prima il tango con Los Hermanos Macana, quindi la classica con lo straordinario gala dello Young Russian Ballet. Al solito il Festival di Mezza Estate riserva uno spazio al musical: quest’anno tocca alle atmosfere esotiche de Il libro della giungla. In chiusura, ancora musica di classe (tra tradizione e sperimentazione) con un doppio recital per mani vellutate: quelle del chitarrista Roberto Fabbri e del pianista Roberto Cacciapaglia.