FNM: commento alle dichiarazioni di Attilio Fontana

trenord
trenord

Facendo seguito alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana e riprese da alcuni organi di stampa relative all’obiettivo di garantire gli investimenti per nuovi treni e migliorare la qualità del servizio di trasporto ferroviario regionale da attuare attraverso il superamento dell’assetto gestionale attualmente in capo alla partecipata Trenord S.r.l., FNM S.p.A. (la “Società”) si dichiara disponibile ad approfondire con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, nel rispetto delle disposizioni normative e procedurali applicabili alla stessa Società, le modalità tecnico-giuridiche per il raggiungimento del sopraindicato obiettivo.

La Società comunicherà al mercato i successivi sviluppi al ricorrere delle condizioni, e con le modalità, previste dalla normativa di legge e regolamentare applicabile.

Trasporti ferroviari: dichiarazioni di Attilio Fontana

attilio-fontana-nuovo-presidente-della-regione-lombardia
attilio-fontana-nuovo-presidente-della-regione-lombardia

Il modello e’ quello parigino.
L’obiettivo garantire gli investimenti per i nuovi treni e migliorare la qualita’ del servizio. La strada quella di gestire separatamente il trasporto ferroviario regionale.

Queste, in sintesi, le ‘punte’ della stella polare indicate dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, per ridare dignita’ al servizio ferroviario regionale.
“Ieri sera – ha detto intervenendo in apertura della seduta consigliare – ho incontrato l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Renato Mazzoncini, e abbiamo condiviso gli step per dare ai nostri pendolari treni piu’ moderni e confortevoli e linee piu’ efficienti. Questo e’ quello che ci interessa”.

 Trenitalia, ieri, ha confermato di essere d’accordo nel ripartire in maniera differente le quote di Trenord, in modo che a valle dell’operazione – per incentivare gli investimenti e creare una sana competizione – possano operare due diverse imprese
ferroviarie: una controllata da FNM e una da Trenitalia.

Per perfezionare questo passaggio si stima un arco temporale che va da oggi a fine anno, perche’ vuol dire “che la Regione – ha spiegato Fontana – come Ente regolatore deve andare a stipulare due contratti di servizio differenti. E il tutto deve avvenire sotto l’egida dell’Authority per i trasporti.

 E’ stato lo stesso governatore ad indicare i sei step del percorso:
1) Sotto il profilo regolatorio, si attua un regime di competizione virtuosa, articolando il servizio regionale in due distinte imprese ferroviarie agenti sul mercato, sul modello parigino della Rete Espressa Regionale. La Regione Lombardia, in linea di massima, gestira’ il servizio sulle tratte suburbane. I servizi ferroviari regionali sono classificati come Suburbani
(S) e Regionali (R) con caratteristiche diverse per frequenza, capillarita’, velocita’ commerciale, tipologia del materiale rotabile. La maggior parte delle linee S utilizzano il passante ferroviario di Milano svolgendo un ruolo complementare alla rete metropolitana.
“La distinzione dei servizi – ha spiegato Fontana – favorisce la specializzazione e quindi l’efficienza della singola impresa ferroviaria in termini di tipologia di treni, manutenzione, turni macchina e turni personale, utilizzo dell’infrastruttura dedicata, livello di servizio complessivo”.

2) Per quanto riguarda l’aspetto del servizio, la Regione, come ente regolatore, dettera’ i parametri per l’eta’ idonea della flotta. Trenitalia dovra’ dunque investire in nuovo materiale rotabile per equilibrare l’eta’ media delle due flotte che oggi vede quella regionale attestarsi intorno ai 10 anni, mentre quella dei treni FS e’ di circa 40.
Inoltre, Fnm e Trenitalia consolidano nei propri bilanci il fatturato di competenza.

3) Per quanto riguarda la manutenzione con flotte specializzate, distinte per tipologia di servizio, si potra’ avere maggiore efficienza nella disponibilita’ e nei costi di manutenzione.

Il presidente ha gia’ anche descritto i tempi per gestire il passaggio:

1) Entro il 30 di luglio, verra’ sottoscritto un Accordo quadro per definire dettagliatamente le fasi del percorso che attivera’
3 gruppi di lavoro:
a) il primo dovra’ definire il perimetro delle attivita’ affidate alle due societa’
b) il secondo affrontera’ il percorso di natura giuridica
c) e il terzo dettera’ le condizioni dei futuri contratti di servizio

2) cambio immediato di governance di Trenord con decadenza di tutti i Patti parasociali e quindi con autonomia da parte del nuovo A.D. per costruire un nuovo management

3) Cambio dell’assetto della proprieta’ Trenord, totalmente controllata da FNM

4) Avvio della trattativa sindacale

5) Cessione parziale dell’attuale Contratto di Servizio a Trenitalia, previa definizione del perimetro di attivita’

6) immediata preinformativa alla UE per affidamento diretto ai soggetti con Contratti di Servizio della durata di anni 10 + 5

7) Elaborazione Contratti di Servizio.

“In questi primo 100 giorni di legislatura – ha concluso Fontana
– non abbiamo sprecato nemmeno un giorno pur di arrivare a proposte concrete di soluzione, per poter dare ai pendolari un servizio al livello della qualita’ che la Lombardia deve offrire e sono convinto che questa sia la strada giusta”.

Atm: lotta all’evasione tariffaria

atm
atm

Prosegue il piano di Atm nella lotta all’evasione tariffaria. Da domani, martedì 10 luglio, anche nelle stazioni di Centrale (solo lato M2) e Lambrate M2 i tornelli in uscita saranno chiusi con obbligo di convalida del titolo di viaggio, portando a 106 le stazioni interessate dal provvedimento, su un totale di 113 stazioni.

L’impegno dell’Azienda nella lotta all’evasione è sempre maggiore e nel 2018 c’è stata una svolta dopo il piano di assunzioni messo in atto nel 2017. Infatti, oltre alla chiusura dei tornelli, Atm ha aumentato di oltre il 50% il numero dei controllori.

L’Azienda ha introdotto, inoltre, nuove modalità di acquisto dei titoli di viaggio sempre più semplici e innovative, come l’acquisto via SMS e via App, fino al recente avvio del nuovo sistema di pagamento contactless in metropolitana.

L’Azienda ha introdotto nuove modalità di controllo sia in metropolitana, sia in superficie, sette giorni su sette. In metropolitana le operazioni di verifica vengono effettuate da squadre itineranti anche a bordo dei treni, mentre in superficie i controllori presidiano anche le linee più sensibili, in alcuni casi congiuntamente con gli agenti della security Atm e pattuglie della Polizia Locale.

Atm ha inoltre intensificato i controlli anche con iniziative specifiche, come ad esempio quella del cosiddetto “mercoledì da leoni”, nella quale un giorno alla settimana un’intera linea viene “battuta” da squadre di controllori per tutta la giornata.

Nel primo semestre di quest’anno il numero delle persone controllate è aumento del 63% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e, conseguentemente, le sanzioni sono aumentate del 30%. Ciò sta a significare che con l’aumento del numero dei controllori e dei controlli le sanzioni, seppur in crescita, aumentano proporzionalmente molto di meno.

Per informare i passeggeri della nuova chiusura dei tornelli a Centrale M2 e Lambrate M2, Atm ha predisposto un piano d’informazione che prevede annunci in metropolitana e sui mezzi in superficie, info sul sito web Atm e sul canale Twitter dell’Azienda @atm_informa. Inoltre per il primo periodo saranno presenti Assistenti alla Clientela nelle stazioni coinvolte.

Atm: rating BBB

atmover
atmover

L’agenzia internazionale FitchRatings ha confermato ieri il rating di lungo termine di ATM – Azienda Trasporti Milanesi a “BBB” con prospettive stabili ed una valutazione di breve termine pari a “F2”.

La conferma della valutazione già ottenuta lo scorso anno è il risultato di un’analisi delle principali grandezze di bilancio di ATM, quali la capacità costante di generare risorse per l’autofinanziamento del piano investimenti, il saper attrarre domanda del servizio, i crescenti successi operativi all’estero (metro di Copenaghen), nonché lo stretto controllo dei costi ed il contenuto livello di indebitamento.

Secondo l’Agenzia, ed in armonia con i criteri interni di valutazione, la capacità di controllo dei costi e l’ottimo profilo finanziario, sono compatibili con una valutazione “SCP – Standalone Credit Profile” pari ad “A”, da leggersi peraltro in un quadro di trasferimenti pubblici in progressiva riduzione e del forte legame con l’azionista Comune di Milano.

Il risultato ottenuto è di assoluto rilievo e conferma lo status di ATM come benchmark per il settore del TPL nazionale, in grado di generare valore per la collettività e per l’Azionista, il Comune di Milano.

Al contempo, confermando il livello di “Investment Grade”, pone ATM nel ristretto panel internazionale dei principali protagonisti di settore.

MSMT-Comunicato di chiusura

msmt
msmt

A7 MILANO-SERRAVALLE
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 22:00 di Lunedì 9 Luglio alle ore 06:00 di Martedì 10 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Bereguardo (km 21+430) per carreggiata nord (direzione Milano) Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico, per il successivo ingresso in Autostrada al casello di Binasco ( km 10+503).

    Dalle ore 22:00 di Martedì 10 Luglio alle ore 06:00 di Venerdì 13 Luglio 2018, esclusivamente in pari orario notturno per tre (3) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Binasco (Km 10+503) da carreggiata sud (direzione Genova).

Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo S.S.35 MI-Ticinese (A50, Km 21+386). Contestualmente sarà chiuso al traffico il casello di Binasco (Km 10+503) in entrata per la medesima carreggiata sud. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Autostrada al casello di Bereguardo (Km 21+431).

    Dalle ore 21:00 di Venerdì 13 Luglio alle ore 06:00 di Sabato 14 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Binasco (Km 10+503) da carreggiata nord (direzione Milano). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico al casello precedente di Bereguardo (Km 21+431).

Per lavori di manutenzione impianto di illuminazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 22:00 di Giovedì 12 Luglio alle ore 01:00 di Venerdì 13 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico, in carreggiata nord (direzione Milano), la rampa di collegamento da MI-Q.re Cantalupa (Km 0+100) per carreggiata sud (direzione Genova). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico allo svincolo successivo MI-Piazza Maggi (Km A+000).

    Dalle ore 01:00 alle ore 06:00 di Venerdì 13 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per MI-Q.re Cantalupa e Area di Servizio Cantalupa Est (Km 0+100) da carreggiata nord (direzione Milano). Contestualmente sarà chiuso al traffico lo svincolo in uscita per MI-Q.re Sant’Ambrogio (Km B+500) dalla medesima carreggiata nord. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico allo svincolo successivo MI-Piazza Maggi (Km A+000).

A50 TANGENZIALE OVEST
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:

Dalle ore 22:00 di Giovedì 12 Luglio alle ore 06:00 di Venerdì 13 Luglio 2018, verrà chiusa al traffico l’Area di Servizio di Assago Ovest (Km 18+720) in uscita/entrata da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Gli utenti in transito potranno utilizzare in alternativa la precedente Area di Servizio Muggiano Ovest (Km 11+900) e la successiva Area di Servizio San Giuliano Ovest (Km 29+430) presenti sulla medesima tratta e direzione
A51 TANGENZIALE EST
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 22:00 di Lunedì 9 Luglio alle ore 06:00 di Martedì 10 Luglio 2018, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da S.S.415 Paullo/San Donato MM3 e MI-Santa Giulia (Km 1+367) per carreggiata sud (direzione A1-Bologna). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono la deviazione del traffico in direzione nord allo svincolo Mi-Mecenate (Km 2+594) per il successivo ingresso in carreggiata sud. Contestualmente saranno chiusi al traffico i rami di svincolo in uscita per Mi-Corvetto/Mi-Rogoredo/Via Emilia (Km 0+390) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorsi alternativi indicati in loco, prevedono la deviazione del traffico allo svincolo successivo San Donato Milanese dell’Autostrada A1.

    Dalle ore 22:00 di Martedì 10 Luglio alle ore 06:00 di Giovedì 12 Luglio 2018, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Carugate (Km 17+808) da carreggiata sud (direzione Bologna). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico allo svincolo successivo S.P. 113 Cernusco (km 15+780) per il successivo ingresso in carreggiata nord. Contestualmente sarà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Carugate (km 17+808) per carreggiata sud (direzione Bologna), Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso allo svincolo S.P. 113 Cernusco S/N.

    Dalle ore 22:00 di Giovedì 12 Luglio alle ore 06:00 di Venerdì 13 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Carugate (km 17+808) per carreggiata sud (direzione Bologna), Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso allo svincolo S.P. 113 Cernusco S/N.

Per lavori di manutenzione impianto illuminazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 22:00 di Martedì 10 Luglio alle ore 01:00 di Mercoledì 11 Luglio 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da San Donato Milanese (Km 0+390) per carreggiata nord (direzione Venezia-Usmate). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico sullo stesso complesso di svincolo. Contestualmente verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in uscita per S.S.415 Paullo/San Donato MM3 e MI-Santa Giulia (Km 1+367) dalla medesima carreggiata nord I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono la deviazione del traffico allo svincolo successivo MI-Mecenate (Km 2+594). per il successivo ingresso in carreggiata sud.

    Dalle ore 01:00 alle ore 06:00 di Mercoledì 11 Luglio 2018, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da ex Raccordo A1-A51 (Km 0+000) e S.S.9 MI-Rogoredo (Km 0+390) per carreggiata nord (direzione Venezia-Usmate). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Tangenziale allo svincolo San Donato (Km 0+390).

    Dalle ore 22: 00 di Mercoledì 11 Luglio alle ore 06:00 di Giovedì 12 Luglio 2018, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da S.S.415 Paullo/San Donato MM3 e MI-Santa Giulia (Km 1+367) per carreggiata sud (direzione A1-Bologna). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono la deviazione del traffico in direzione nord allo svincolo Mi-Mecenate (Km 2+594) per il successivo ingresso in carreggiata sud. Contestualmente saranno chiusi al traffico i rami di svincolo in uscita per Mi-Corvetto/Mi-Rogoredo/Via Emilia (Km 0+390) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorsi alternativi indicati

    in loco, prevedono la deviazione del traffico allo svincolo successivo San Donato Milanese dell’Autostrada A1.

In caso di maltempo le lavorazioni di cui sopra potranno essere rinviate e recuperate
nel corso del primo giorno utile consecutivo, con pari modalità ed orari.