Aggiornamenti Trenord

trenord
trenord

Da lunedì 6 aprile a domenica 19 aprile per consentire lavori di potenziamento infrastrutturale tra le stazioni di Seveso e Asso a opera del gestore Ferrovienord, i treni della linea Milano-Seveso-Asso circoleranno solo fra Milano Cadorna e Seveso e tra Seveso e il capoluogo lombardo.

Per i viaggiatori in partenza da Seveso diretti a Asso e Canzo verrà istituito un servizio di bus sostitutivi così come tra Asso e Canzo e Seveso per chi è diretto a Milano.

Si ricorda che sulla linea, a seguito dei provvedimenti delle Autorità sanitarie regionali e nazionali in materia di contenimento dell’emergenza da Covid-19, sono in vigore le modiche alla circolazione che prevedono il cadenzamento orario delle corse.

Ulteriori informazioni sulle modifiche alla circolazione e i dettagli su orari e fermate dei bus sostitutivi sono disponibili sul sito Trenord.it e sull’App Trenord.

Trenord ricorda infine che per viaggiare a bordo dei treni e dei bus occorre munirsi del documento di autocertificazione, compilato come previsto dalla normativa.

Trenord: ulteriore riduzione del servizio su alcune linee

trenord
trenord

A seguito delle misure introdotte dalle Autorità regionali e nazionali in materia di contenimento dell’emergenza da Covid-19 che autorizzano gli spostamenti solo a fronte di comprovate esigenze di mobilità, da mercoledì 25 marzo l’offerta di Trenord verrà ulteriormente rimodulata su alcune linee nei giorni feriali. A fronte di una riduzione dell’utenza che ha raggiunto il 90%, in Lombardia resterà un’offerta che sfiora i 1000 treni al giorno, pari al 42% delle corse previste dall’orario regolare.

La rimodulazione, che si aggiunge alle modifiche già introdotte, prevedrà il passaggio a un cadenzamento orario – un treno ogni ora – su 12 linee su cui in alcune fasce orarie è effettuato un treno ogni 30 minuti e alcune ulteriori variazioni.

Saranno interessate dai provvedimenti le seguenti linee: Asso-Seveso-Milano Cadorna; Como Lago-Saronno-Milano Cadorna; Laveno-Varese-Milano Cadorna; Malpensa Milano Centrale; Mariano/Camnago-Seveso-Milano; Novara Nord- Milano Cadorna; S1 Saronno-Lodi; S5 Treviglio-Varese; S6 Novara- Treviglio; S8 Lecco-Milano; S11 Chiasso-Como- Milano e S13 Pavia-Milano Bovisa.

I dettagli sulle variazioni sono disponibili sulle pagine di ogni direttrice sul sito trenord.it e sull’App Trenord.

MSMT – Comunicato chiusura

A 50 Tangenziale Ovest
A 50 Tangenziale Ovest

A50 TANGENZIALE OVEST
Per lavori di ammodernamento dei dispositivi sicurvia e impianto di illuminazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:

– Dalle ore 22:00 di Mercoledì 25 Marzo alle ore 06:00 di Giovedì 26 Marzo 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.412 MI-Vigentina (Km 26+249) da carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.412 MI-Vigentina (Km 26+249) per la medesima carreggiata nord. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo Quinto de’ Stampi (km 23+820).

– Dalle ore 06:00 di Giovedì 26 Marzo fino a Sabato 18 Aprile 2020, verranno chiusi al traffico in modo permanente i rami di svincolo in entrata da S.S.412 provenienze Opera e MI-Vigentina (Km 26+249) per carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Tangenziale allo svincolo Quinto de’ Stampi (km 23+820).

Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
– Dalle ore 21:00 di Mercoledì 25 Marzo alle ore 05:00 di Venerdì 27 Marzo 2020, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Settimo Milanese (Km 6+804) per carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo.

– Dalle ore 21:00 di Venerdì 27 Marzo alle ore 05:00 di Sabato 28 Marzo 2020, verrà chiusa al traffico l’Area di Servizio San Giuliano Est (Km 29+430) in carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Gli utenti in transito potranno utilizzare in alternativa la successiva Area di Servizio Rozzano Est (Km 24+485) presente sulla medesima tratta e direzione.

Trenord: il lavoro al tempo del Coronavirus

trenord ferrovieri
trenord ferrovieri

I ferrovieri di Trenord si raccontano al tempo del Coronavirus in un video in cui raccontano le sensazioni nei giorni di lavoro tra treni, banchine, biglietterie insolitamente vuoti.
Un video che trasmette la tenacia e la determinazione di chi è chiamato a non fermarsi e a garantire un servizio essenziale.

Trenord sta offrendo comunque un servizio imponente, con oltre 1300 treni al giorno, pur con un programma ridotto del 50% rispetto al consueto, secondo le disposizioni delle Autorità.
Un servizio essenziale e capillare reso possibile da capitreno, macchinisti, addetti al servizio commerciale, personale di biglietteria che continuano a prestare servizio per i viaggiatori.

E proprio a questi lavoratori l’Amministratore Delegato di Trenord ha inviato una lettera di ringraziamento: “Questo è il momento della responsabilità: ognuno di noi, per propria scelta professionale, è attore protagonista di quel “Servizio Essenziale” richiesto dallo Stato. Come insegna la grande storia della ferrovia italiana, noi siamo donne e uomini che rispondono alle chiamate, che non si tirano indietro, che hanno nel dna il senso del dovere pubblico e del servizio ai cittadini. Davanti a noi abbiamo le vite esemplari di migliaia di operatori sanitari, medici e infermieri, forze dell’ordine e volontari che, pur esposti all’altissimo rischio del contagio, si stanno prodigando da settimane, senza sosta, negli ospedali e sul territorio. Noi apparteniamo a questo “popolo del servizio pubblico”. Noi siamo con loro. Noi siamo dei loro”.

Il video è scaricabile a questo link:

https://wetransfer.com/downloads/2cb401430c8160ab5f6e3ed8bad4dd3e20200320102227/47188616572ad2b330bb1d27622490c320200320102227/875517

Trasporto pubblico locale: corse garantite

citta_metropolitana_milano
citta_metropolitana_milano

La Città metropolitana di Milano e l’Agenzia di bacino per il TPL hanno condiviso, negli ultimi giorni, l’applicazione piena e mirata dell’ordinanza regionale dello scorso 4 marzo che prevedeva, da una parte, la riduzione delle corse del trasporto pubblico, e dall’altra, la garanzia della distanza di sicurezza necessaria per gli utenti all’interno dei mezzi.

L’Agenzia, dopo aver valutato, insieme alla Città metropolitana, con attenzione alcune delle contraddizioni del decreto, ha però deciso per una applicazione “intelligente” che ha permesso di mettere in campo una rimodulazione del servizio che consente, in questi giorni, di avere un adeguato numero di corse in rapporto al fabbisogno dei singoli territori, in modo da rispettare sì l’ordinanza regionale, e garantire la distanza minima di sicurezza agli utenti, ma anche di evitare un peggioramento del servizio.

“Si tratta – dichiara Siria Trezzi, consigliera delegata alla mobilità della Città metropolitana di Milano – di tenere conto delle esigenze dei territori in rapporto all’applicazione dell’ordinanza regionale. In questo modo, grazie alla collaborazione dei Comuni, si riesce a garantire sia un adeguato numero di corse, sia la distanza di sicurezza prevista.”

“Stiamo vivendo tempi eccezionali – aggiunge Daniele Barbone, presidente dell’Agenzia per il TPL – e ognuno di noi è chiamato a dare il meglio. Il dialogo con la Città metropolitana , con i gestori dei servizi, con gli enti locali e con le rappresentanze dei lavoratori è lo strumento fondamentale da utilizzare. Agenzia in questo senso è a disposizione e metterà in campo tutte le risorse di cui dispone.”

Oltre alla rimodulazione delle corse secondo le esigenze dei territori l’Agenzia del TPL ha anche messo in campo altri interventi, tra cui la richiesta alla aziende di trasporto di provvedere alle opportune sanificazioni dei mezzi e l’utilizzo, laddove possibile, degli autobus doppi.