Mietta: “Spritz Campari”

Mietta
Mietta

Uscito in digitale e in radio il nuovo brano di Mietta, dal titolo “Spritz Campari” e in contemporanea online anche il videoclip

Mietta racconta così il brano, scritto da Karin Amadori, Valerio Carboni e Vincenza Casati e prodotto artisticamente e arrangiato da Diego Calvetti e Valerio Carboni: “È un brano volutamente e magicamente leggero. È la voglia di staccare per un attimo e riuscire a non pensare a tutto ciò che abbiamo visto e sentito dall’inizio dell’anno. È la sintesi di ciò che in molti, in questi mesi, abbiamo capito: abituati a correre troppo, andare ovunque e volere tutto, ci è capitato di doverci bloccare e di riflettere su cosa sia importante: a volte anche solo una bevuta con gli amici o capire se la persona con la quale stiamo sia quella giusta. La forza di questo brano è che è difficile da non canticchiare e mi piace l’idea che questa estate ci possano essere una serie di ‘duetti’ improvvisati tra me e gli ascoltatori”.

Il videoclip è girato da Mauro Russo e Druga ed è totalmente ambientato nella Taranto vecchia: è lì che si aggira una donna (interpretata da Mietta) intenta a cercare un modo per far “pagare il conto” all’ex che l’ha tradita.

Cinzella Festival 2018 – Seconda edizione

Cinzella festival
Cinzella festival

L’Associazione Culturale AFO6- Convertitori di idee è lieta di presentare la seconda edizione del CINZELLA FESTIVAL.

Dal 16 al 19 agosto a Grottaglie (Cave di Fantiano_TA) torna il festival dedicato alla musica e al cinema che lo scorso anno è diventato un autentico polo di attrazione artistica e culturale tra le splendide colline murgiane e i profondi lembi di mare della penisola jonico-salentina.

Una scommessa vinta grazie a una line up di eccellenze musicali, come Levante, Frankie HI-NRG MC, The Zen Circus, Diodato, Sick Tamburo, Gomma, Leitmotiv e Go!zilla, e alle rassegne cinematografiche d’autore legate a musica e arte.

Questa nuova edizione avrà luogo alle Cave di Fantiano di GROTTAGLIE, location dall’inestimabile valore paesaggistico, costellata di scenari mozzafiato: una ex cava di tufo ora divenuta un parco naturale dalle caratteristiche uniche, palcoscenico di eventi e manifestazioni culturali di rilievo nazionale.

Ed ecco i primi protagonisti del CINZELLA FESTIVAL 2018: FRAH QUINTALE e PETER MURPHY.
FRAH QUINTALE il 16 agosto (unica data in Puglia) porterà con sé l’universo indie rap che l’ha consacrato come una delle grandi rivelazioni della nuova scena musicale italiana. Un pop fresco, che passa attraverso l’urban e il cantautorato, originale sia nello stile che nei testi. Le sue parole arrivano dirette come missili e non nascondono la parte più intima di Frah.

PETER MURPHY si prepara a partire per un tour europeo per celebrare i quarantanni dei Bauhaus con il bassista David J Haskins. Toccherà l’Italia in un’unica imperdibile data il 17 agosto al Cinzella Festival.

Non solo musica e cinema: anche quest’anno il Cinzella punterà fortemente sulla qualità dei servizi, con aree food gestite dai migliori marchi della provincia, una fornitissima area vegan e mercatini di artigianato provenienti da tutta Italia.

Cinzella Festival deve il suo nome a una figura molto nota alla cultura popolare tarantina. Cinzella infatti è stata una celebre “accompagnatrice” di uomini e di adolescenti, una donna così speciale da rimanere impressa nella memoria collettiva.

Leggenda narra che alla donna è stata anche intitolata una statua venerata da residenti e turisti che spesso l’hanno scambiata per un’icona religiosa. Il logo del festival è la pecora, un tributo un fatto di cronaca legato alla prima culla del festival, Taranto, divenuto simbolo dell’inquinamento dopo che, tra il 2008 e il 2010, sono stati abbattuti 600 ovini contaminati dalla diossina.

Proprio lì, nel 2017, è nato il Cinzella Festival, in una splendida masseria persa in una valle di ulivi e diventata la speranza di una rinascita, di una “ventata” di cambiamento per la città e per l’intera provincia.

Grottaglie: Festa delle orecchiette

orecchiette-257
orecchiette-257

A Grottaglie, città delle ceramiche in provincia di Taranto, si terrà nei giorni 17 e 18 agosto la “Festa delle orecchiette nelle ‘nchiosce”.  Nei caratteristici vicoli del centro storico dodici  grandi chef pugliesi animeranno la sesta edizione della Festa con una grande kermesse enogastronomica dedicata alla realizzazione delle orecchiette dove gli astanti nei vari stand potranno degustarle nelle varie ricette e conoscere i segreti e i profumi. Il caratteristico piatto sarà accompagnato dal vino fornito da dodici cantine regionali.

Le due serate dedicate  alle orecchiette, realizzate per l’occasione in una edizione limitata con farina di grano duro biologico Senatore Cappelli dalla grande capacità di adattamento a mille condimenti, dal più classico al più eclettico, garantirà secondo gli organizzatori, un grande successo ai commensali.

Nel corso dell’evento non mancherà la musica e quest’anno saranno ospiti la Banda Adriatica, il gruppo salentino che da anni racconta la storia del  Sud riprendendo canti antichi e rigenerandoli con modernità e la Banda della Posta, nota al grande pubblico per le collaborazioni con Vinicio Capossela, un ensemble di anziani musicisti di Calitri, paese di origine del cantautore, In calendario due laboratori a cura dell’Associazione Utopia di Grottaglie: per imparare a preparare manualmente le orecchiette e quello delle conserve artigianali, una delle grandi tradizioni regionali.

Carlo Torriani

Grottaglie: Rassegna “Vino è musica”

VINO MUSICA
VINO MUSICA

A Grottaglie in provincia di Taranto i terrà il 29 e 30 luglio la settima edizione della rassegna “Vino è Musica”.  Nel quartiere  delle ceramiche rivive  l’antica tradizione della convivialità pugliese: tra sedie disposte lungo i marciapiedi, il vino condiviso tra gli amici, le orchestre che suonano in piazza e la grande cultura del buon bere e del buon mangiare in luoghi di grande suggestione e bellezza si sposano l’arte e la cultura e la tradizione eno-gastronomica di questa regione.

All’appuntamento saranno presenti quaranta aziende produttrici di vino dove i titolari racconteranno cosa c’è dietro e dentro ogni etichetta presentata all’interno di un percorso che invita alla riscoperta dei sensi: il gusto sollecitato dai palati che incontreranno il vino e lo street-food popolare preparato da importanti chef; l’olfatto invitato ad annusare non solo piatti e vini ma anche il clima della creta che ha reso grande l’artigianato di questa zona; la vista e il tatto nella riscoperta delle luci della festa e delle forme figuline e l’udito con l’inebriante schiocco dei tappi, il gorgoglio della mescita e la musica autoprodotta delle migliori band musicali pugliesi.

Nei due giorni precedenti alla manifestazione  i vini saranno sottoposti al giudizio di una giuria  di esperti e pubblico per l’aggiudicazione del Premio Enologico che rappresenta i migliori vitigni regionali. La giuria tecnica quest’anno ha rilievo internazionale. Il ruolo di Presidente è stato assegnato a Enzo Scivetti, commissario regionale ONAV Puglia, uno tra i migliori assaggiatori internazionali di vino. Attesi dalla Francia Benoit Roumet, direttore del Bureau Interprofessionnel Vinsdu Centre Loire e dal Giappone la sommelier Juli Nakata.

La guida tecnica dell’evento (percorsi eno-gastronomici e laboratori) è curata dalla chef Valentina De Palma. L’evento è promosso dall’Associazione Intersezioni e organizzato da Qiblì

Informazioni a:| info@vinoemusica.it

(Carlo Torriani)

Italo arriva al Sud

Italobus
Italobus

Italo amplia il suo network e approda al Sud, collegando le città di Potenza, Matera e Taranto al mercato dell’Alta Velocità, tramite la stazione di Salerno.

Dal 26 giugno infatti sarà possibile raggiungere queste città o partire da qui con la comodità offerta dal servizio Italobus, primo progetto di trasporto integrato rotaia – gomma, già inaugurato lo scorso 13 dicembre in Emilia-Romagna. Acquistando un unico biglietto si potrà viaggiare sul treno Italo e sul pullman Italobus per raggiungere queste nuove località.

Per chi vorrà partire da Taranto ci saranno a disposizione due Italobus: il primo partirà alle 8.45 e farà fermata a Matera (arrivo 9.55, partenza 10.00) e Potenza (arrivo 11.30, partenza 11.35) per arrivare a Salerno alle 12.55.
Il secondo collegamento invece partirà dalla città pugliese alle 10.35 e fermerà sempre a Matera (arrivo 11.45, partenza 11.50) e Potenza (arrivo 13.20, partenza 13.25) per poi terminare la corsa a Salerno alle 14.45.

Chi invece raggiungerà Salerno con i treni Italo potrà facilmente salire su un Italobus e mettersi in viaggio verso la città che preferisce.
Da Salerno ci saranno sempre 2 pullman al giorno: il primo alle 14.45 e raggiungerà Potenza alle 16.00 (ripartirà alle 16.05), Matera alle 17.40 (ripartirà alle 17.45) e Taranto alle 18.55.
Il secondo Italobus partirà dalla località campana alle 16.45 e farà tappa a Potenza (arrivo 18.00, ripartenza 18.05), Matera (arrivo alle 19.40, ripartenza alle 19.45) per poi terminare il tragitto a Taranto (arrivo alle 20.55).

Quest’ultimo Italobus varierà orario il venerdì e partirà da Salerno alle 20.45, consentendo anche a chi rientra da una settimana di lavoro di poter raggiungere casa in tarda serata. Fermerà a Potenza alle 22.00 (ripartirà alle 22.05), a Matera alle 23.40 (ripartirà alle 23.45) e arriverà a Taranto alle 00.55.

Le corse quotidiane offerte da Italo copriranno dunque le diverse fasce orarie della giornata, per rendere agevole a tutti i viaggiatori lo spostamento, garantendo una scelta che vada incontro alle diverse esigenze dei passeggeri che si spostano per lavoro o turismo. Sono numerosi infatti i turisti italiani e stranieri che ogni anno si recano a visitare queste zone ricche di attrattive come la Cattedrale di San Gerardo, la Torre Guevara e la Chiesa di San Rocco a Potenza; i Sassi, la Chiesa del Purgatorio e quella di San Francesco d’Assisi a Matera ed il Castello Aragonese, il Duomo di San Cataldo ed il Museo Spartano di Taranto.

Inoltre Italobus consentirà di raggiungere con estrema facilità e comodità le meravigliose spiagge dello Ionio, frequentatissime durante la stagione estiva, luogo di ritrovo per gli amanti del mare.

L’introduzione di queste nuove fermate rappresenta per Italo il proseguimento dell’ambizioso progetto iniziato lo scorso inverno, a dimostrazione del grande successo riscontrato fra i tanti viaggiatori.