Spazio Teatro No’hma: “Cariño”

CARIÑO_di Mayra Bonard_ARGENTINA_SpazioNohmaMilano
CARIÑO_di Mayra Bonard_ARGENTINA_SpazioNohmaMilano

Mercoledì 14 e giovedì 15 febbraio alle ore 21 Lo Spazio Teatro No’hma per il quarto appuntamento della IX Edizione del Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro, presenta lo spettacolo Cariño direttamente da Buenos Aires.

Andrà in scena la performance – danza della pluripremiata coreografa Mayra Bonard, tra le più note artiste della capitale argentina.

Tre danzatori in scena esplorano in maniera divertente le dinamiche e le contraddizioni delle relazioni umane e dell’amore.

La fotografia, il rock, la musica, la danza, il teatro e le parole sono elementi che compongono quest’opera in cui si mescolano toni e generi, enfatizzando un forte senso dell’umorismo che ci avvicina al mondo intenso e contradditorio delle emozioni più profonde.

La coreografia di Mayra Bonard, propone uno spettacolo di forte impatto emotivo oltre che di insolite scelte estetiche e conduce lo spettatore in un viaggio che stravolge gli stereotipi, aprendosi a infinite interpretazioni.

Open Club Day

Open club day
Open club day

I Live Club di tutta Europa aprono le porte e si fanno scoprire a un nuovo pubblico: vicinato, enti locali, scuole ed università
80 locali aderenti di 10 Paesi e oltre 8000 i visitatori attesi per questa prima edizione
Ogni locale gestirà in autonomia il proprio open day: visite guidate, workshop, live act, incontri con lo staff, introduzione alle diverse professioni e alle attività che rendono possibile un concerto live.

L’iniziativa è promossa per l’Italia da KeepOn LIVE con il coordinamento europeo di Live DMA, il circuito internazionale di locali di musica dal vivo, che nel 2015 ha contato 381.000 performance, coinvolgendo 56 milioni di persone.
Qua il link con la mappa di tutti i live club partecipanti: http://openclubday.com
#openclubday

Si terrà il 3 febbraio 2018 in tutta Europa la prima edizione dell’Open Club Day, una giornata durante la quale oltre 80 live club di 10 Paesi apriranno contemporaneamente in tutta Europa le porte al pubblico fuori dagli orari di normale esibizione artistica, per svelare il dietro le quinte di un concerto dal vivo, del delicato meccanismo, del lavoro e delle professioni che ne consentono la realizzazione.

Un evento che stima di coinvolgere oltre 8000 visitatori non tradizionali: scuole, università, istituzioni e cittadini comuni avranno la possibilità di “vivere” un live club, luogo di espressione di creatività, cultura e inclusione sociale. Ogni locale potrà gestire in autonomia il proprio open day.

Saranno previste visite guidate nei backstage, workshop, live act, incontri con lo staff, introduzione alle diverse professioni coinvolte.

L’Open Club Day intende accendere i riflettori sul lavoro quotidiano di un live club e sensibilizzare pubblico, operatori culturali, autorità e politici, nel tentativo di cancellare gli stereotipi e i pregiudizi che gravano sulla musica dal vivo e sulla vita musicale notturna.

Il settore per altro nel 2015 (fonte: Live DMA) ha coinvolto in Europa oltre 56 milioni di persone, che hanno assistito a più di 381.000 performance organizzate da quasi 50.000 locali.

http://openclubday.com – www.live-dma.eu/openclubday
https://www.facebook.com/openclubday/

Mostra collettiva: “Mater Terra 2″

Mater Terra2-Continuity Fluid Performers
Mater Terra2-Continuity Fluid Performers

E’ calato il sipario sulla mostra collettiva Mater Terra 2 allestita a Cosenza negli spazi del Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM).

L’esposizione, a cura di Marilena Morabito con il coordinamento di Francesco Minuti, ha visto la partecipazione dei seguenti artisti: Francesco Cisco Minuti, Diego Minuti, Fiormario Cilvini, Fabrizio Trotta, Claudio Grandinetti, Massimo Maselli, Franco Paternostro, Paolo Ferraina, Franco Ferraina, Giuseppe Celi, Valeriano Trubbiani, Salvatore Pepe, Alfredo Granata, Franco Mulas, Domenico Cordì.

Di valido supporto all’iniziativa: una performance di danza contemporanea (Continuity Fluid Performers, con le coreografie di Angela Tiesi); un momento musicale (“Nidrā”, con l’artista Costantino Rizzuti) e la presentazione di un’accattivante pubblicazione (Kiwi, deliziosa guida di Rosarno, edita da Viaindustriae pubblishing).

Da segnalare, ancora, i prestigiosi patrocini ricevuti da questa interessante proposta: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Provincia di Cosenza, Comune di Cosenza, Fondazione Roberto Bilotti Ruggi D’Aragona, Fondazione Rocco Guglielmo, Accademia di Belle Arti di Catanzaro e Associazione CO.RE..

“Mater Terra”, simbolico rapporto fra la forza divina della vita e della morte luogo mistico dove si genera dove si produce, questa energia concettuale è alla base del progetto della collettiva per donare significato al significante in un sistema di incastri irregolari di idee e produzioni.

La Madre, colei che ti concede la vita, una vita limitata a tutto ciò che ti è possibile trasportare in un ipotetico bagaglio, in un ripiegare elementi per farli stare tutti in uno spazio troppo limitato che ci vede ingordi di esperienze. La necessità di produrre arte, ancora oggi come in passato, è l’ancestrale sentimento di lasciare una parte di quello che è stato il nostro viaggio di quello che i giorni hanno scritto sul volto, sulle mani e sulla materia.

L’umano sentire non lascerà alla terra il proprio trascorso ma solo il proprio corpo mentre tutte le tracce saranno sparse come ceneri in luoghi dove l’arte è stata riconosciuta. “Mater terra” è progetto, già alla seconda edizione, che presume e vuole dare origine a fecondi momenti di incontro e di interazione, attraverso una situazione espositiva in cui artisti possano dialogare con la stessa tensione esplorativa all’interno di un unico contenitore in grado di divenire contenuto e che tutto questo permetta di trasformarli in incessanti viaggiatori nelle dimensioni e nei territori dell’arte, della ricerca e dello scambio.

Ensemble Garnerama al TrentinoInJazz

Ensemble Garnerama
Ensemble Garnerama

Prosegue senza sosta il cartellone autunnale del TrentinoInJazz 2016 inaugurato lo scorso 21 settembre. La sezione TrentinoIn Jazzclub – ideata da Emilio Galante per coinvolgere alcuni club di Trento – incrocia uno degli ensemble più apprezzati in Ars Modi Jazz: Ensemble Garnerama mercoledì 19 ottobre al Circolino di Trento!

Dopo la partecipazione estiva al TrentinoInJazz con la performance dal titolo FotoJazz… più piano, l’Ensemble Garnerama torna con una suggestiva operazione di rilettura: quella del pianista Edoardo Bruni, per l’occasione a capo di un trio affiatato con Fabrizio Crivellari, Peter Lanziner e Thomas Samonati, alle prese con musiche di Dave Brubeck, Stefano Bollani, Paul Desmond, Claude Bolling, Antonio Carlos Jobim e lo stesso Bruni.

La parte autunnale del TrentinoInJazz prosegue con gli ultimi appuntamenti di varie rassegne che compongono il network: accanto a TrentinoIn Jazzclub ci saranno ancora Ai confini ed oltre, Sonata Islands e Brentonico Jazz.

Valeria Bonal special guest a “Originaria Festival – Modena”

Valeria Bonalume  2 (2)
Valeria Bonalume

Sulla scia del grande successo ottenuto alla settima edizione di “Italia’s Got Talent” e dopo la memorabile performance a “Ballando con le stelle”, il prossimo 7, 8 e 9 Ottobre Valeria Bonalume sarà una delle performer e coach protagoniste di Originaria Festival 2016, l’unico festival italiano dedicato al mondo delle arti aeree che si svolgerà per la prima volta presso la Female Arts Studio di Modena.

La manifestazione, organizzata da Indaflow in collaborazione con Pole Dance Italy, si pone l’obiettivo di riunire in un unico grande evento la community di appassionati e curiosi di pole dance e di arti aeree, insieme per la prima volta per superare i propri limiti.

Tre giornate all’insegna dell’allenamento, del divertimento, della sperimentazione e della condivisione, grazie a più di 50 workshop e seminari, a pagamento e gratuiti, che si avvalgono della partecipazione di 14 insegnanti provenienti da ogni parte del pianeta.

La Pole Dance Factory di Modena, uno spazio polifunzionale di 700 mq con 1 sala per acrobatica aerea, 3 sale pole dance con un totale 36 pali e 1 sala per allenamento a corpo libero, si trasformerà così per l’occasione in un villaggio pieno di colori dove sarà possibile volare in alto, vivendo a pieno la passione di queste straordinarie arti. Pole Dance, Acrobatica Aerea, Allenamento Funzionale e Stretching sono solo alcune delle discipline che si potranno apprendere durante i tre giorni di Festival.

Per la speciale occasione l’artista e danzatrice professionista, per ben due volte campionessa italiana di Pole Dance, sarà protagonista e coach dei seminari di Lirical Pole, Pole Star e Power Pole, svelando tutti i segreti del mestiere.

“Sono felice di partecipare ad Originaria, una manifestazione davvero esclusiva nel suo genere in Italia che racchiude in tutt’uno sport, arte, cultura, creatività e divertimento, coinvolgendo solo i migliori professionisti del mondo delle arti aeree e acrobatiche. Originaria è un luogo unico che ha l’intento di riportarci all’origine del movimento, sfruttando pienamente le potenzialità espressive del nostro corpo – dichiara Valeria Bonalume –  Durante le mie lezioni cercherò di dimostrare come in una performance di pole dance possano convivere differenti elementi… tecnica, energia, eleganza, danza, passione e determinazione sono solo alcuni degli ingredienti necessari per regalare emozioni allo stato puro”.

Poliedrica e trasversale, contraddistinta da uno stile unico e inimitabile, Valeria Bonalume, sarà inoltre a disposizione di tutti i partecipanti, rispondendo alle domande di fan e curiosi.

Canali ufficiali
Sito ufficiale: www.valeriabonalume.it
Facebook: www.facebook.com/valeriabonalumepoledancer/
Instagram: www.instagram.com/valeriabonalume/?modal=true