Wizz Air: Compagnia Aerea dell’anno 2020

wizz air
wizz air

Wizz Air, la più grande compagnia aerea low cost dell’Europa centrale e orientale, annuncia con orgoglio di essere stata nominata Compagnia aerea dell’anno 2020 da Air Transport World, media brand leader al servizio delle esigenze di informazione delle compagnie aeree globali e delle comunità del trasporto aereo commerciale.

Gli ATW Airline Industry Achievement Awards sono il riconoscimento più ambito che una compagnia aerea o l’individuo possano ricevere. Premiano le persone e le organizzazioni che si sono distinte per prestazioni eccezionali, innovazione e servizio superiore.

Quella di quest’anno sarà la 46a edizione degli ATW AIA Awards e, per la prima volta nella storia, il premio più prestigioso di Airline of the Year è stato assegnato a un vettore a bassissimo costo, che elegge Wizz Air il primo LCC europeo a ricevere un riconoscimento così elevato.

La ATW Arline of the Year ha dovuto dimostrare prestazioni eccezionali di tutti i parametri di business e operativi, distintività rispetto ai concorrenti, valori record in fatto di sicurezza, servizio clienti, dati finanziari, innovazione di prodotto, impegno ecologico, relazioni lavorative e impegno della comunità.

Il premio Compagnia aerea dell’anno 2020 sarà assegnato come massima onorificenza alla 46a cerimonia annuale di premiazione del settore aeronautico dell’ATW, il 2 giugno a Vienna, in Austria. L’elenco completo dei vincitori del 2020 sarà annunciato a breve.

La puntualità di Alitalia

alitalia
alitalia

Con il 92,4% dei voli atterrati in orario, nello scorso mese di gennaio Alitalia è risultata la compagnia aerea più puntuale in Europa fra i vettori tradizionali (non low-cost).

A certificarlo è l’“Airline On-Time Performance Report” di Cirium (che ha acquisito FlightStats), società leader nell’analisi dei dati dell’industria del trasporto aereo.

Confrontando le diverse classifiche per area geografica elaborate nel report di Cirium, emerge inoltre che Alitalia si è posizionata al secondo posto nel mondo fra i vettori tradizionali per la puntualità dei propri voli.

Il dato del primo mese del 2020 conferma l’eccellente andamento operativo della Compagnia italiana e segue quello relativo all’intero 2019 quando Alitalia è risultata la seconda compagnia aerea più puntuale in Europa e la settima nel mondo, salendo di una posizione nella classifica mondiale rispetto al 2018.

Per la rilevazione della puntualità Cirium monitora per ciascuna compagnia la quasi totalità dei voli effettuati e segue la metodologia “A14” ovvero con una tolleranza in arrivo di 14 minuti rispetto all’orario di atterraggio previsto.

6 motivi per visitare il Lussemburgo, uno dei più piccoli stati d’Europa

Lussemburgo
Lussemburgo

Il Lussemburgo è un piccolo Paese ma con tanti tesori nascosti da scoprire e facilmente raggiungibile grazie a Luxair, la compagnia aerea di bandiera.

6 motivi per visitare il Lussemburgo, uno dei più piccoli stati d’Europa

1. Celebrare i 25 anni di Patrimonio UNESCO del Lussemburgo

Il Granducato festeggia quest’anno il 25° anniversario dell’iscrizione della città vecchia di Lussemburgo tra i Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Al fine di valorizzare le ricchezze culturali del Lussemburgo, e allo stesso tempo promuovere i valori dell’UNESCO (rispetto dei diritti umani, solidarietà intellettuale e morale, promozione dei patrimoni universali condivisi), il governo del Lussemburgo ha elaborato un ricco programma di iniziative che dureranno un intero anno.

Lo scorso dicembre è stato inaugurato un nuovo centro visitatori nel cuore della capitale, presso il Museo della città di Lëtzebuerg. Una mostra gratuita, dedicata ai criteri di selezione dei Patrimoni UNESCO, introdurrà il visitatore a una maggiore consapevolezza tematica sull’argomento. I luoghi Unesco saranno oggetto di visite guidate, approfondimenti ed eventi.

I luoghi visitabili Patrimonio Unesco in Lussemburgo sono la Città Vecchia della Capitale, tra cui le Casematte, una rete di gallerie sotterranee scavate nel promontorio roccioso della città nel 1644; la mostra fotografica The Family of Man, di Edward Steichen ospitata oggi dal Castello di Clervaux e per anni esposta in tutto il mondo. Si tratta di un complesso di oltre 500 foto, curate da 273 artisti di 68 paesi diversi che promuove i valori della pace, dell’uguaglianza di genere e della solidarietà. Infine, la Processione danzante di Echternach, Patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO dal 2010. Risalente all’XI secolo, si tiene ogni anno il martedì di Pentecoste e celebra la vita del missionario Willibrord, vissuto tra il VII e l’VIII secolo e al quale si deve la fondazione del locale santuario. La Processione si svolge a ritmo di polka e ogni anno richiama religiosi, musicisti e pellegrini. Questi movimenti, così particolari, suscitano interesse e testimoniano il valore della spiritualità nell’uomo e la sua vicinanza a Dio.

2. Visitare il paesaggio unico e ricco di storia della regione delle Red Rocks

La regione delle Red Rocks è un ottimo esempio di come lo sviluppo sostenibile ha assunto una funzione rinnovatrice. Esch-sur-Alzette è stata per molti anni una delle grandi capitali industriali d’Europa, a Belval gli altoforni costituivano un importante traino dell’economia nazionale. Negli ultimi 30 anni il settore industriale ha visto un progressivo declino in molte zone dell’Europa e il fenomeno ha riguardato anche il Lussemburgo. L’area è stata di conseguenza progressivamente abbandonata con lo spegnimento delle realtà produttive, con il risultato di aver lasciato dietro di sé una grande distesa di fabbriche, cunicoli, scavi e gallerie che servivano per estrarre le “terre rosse” che danno il nome alla regione. Grazie a un enorme progetto di riconversione, quest’area è oggi un monumento al modernariato industriale: dalle industrie alle abitazioni, dalle fornaci ai campus universitari e ai centri commerciali, passando per musei, installazioni, attrazioni per bambini e percorsi da seguire in mountain bike. Questa nuova identità è stata integrata con l’offerta universitaria, grazie alla costruzione di complessi moderni e funzionali dove gli studenti possono partecipare a progetti e corsi di studio che arricchiscono l’offerta di studio del paese. L’Università del Lussemburgo ha aperto un nuovo campus a Belval nel 2015, insieme alla Rockhal, una sala concerti dove si esibiscono annualmente star di livello internazionale e artisti locali.

3. Trascorrere un rigenerante weekend in armonia con la natura

I sorprendenti e affascinanti paesaggi naturali del Lussemburgo regalano uno scenario perfetto per tutti coloro che amano il trekking o fare delle lunghe passeggiate rilassanti, grazie ai numerosi itinerari immersi nella natura. Pianure e boschi, formazioni rocciose, ruscelli serpeggianti e flora colorata caratterizzano il Lussemburgo, che offre ogni genere di attività a contatto con la natura, che si voglia fare una gita in famiglia o un’avventurosa escursione. Gli appassionati di ciclismo potranno approfittare di 600 km di piste ciclabili e 700 km di piste per mountain bike mentre, grazie alla presenza di numerosi laghi e fiumi, tante sono le possibilità di praticare anche sport acquatici. Il Lussemburgo è ricco anche di meravigliosi parchi, giardini aperti al pubblico e riserve naturali, ideali per l’escursionismo.

4. Più di 50 castelli in uno dei paesi più piccoli del mondo

Grandi castelli restaurati e maestose rovine di antichi manieri narrano la storia del Granducato del Lussemburgo e sono testimonianza del passato del Paese: uno gli esempi più interessanti è sicuramente l’imponente castello di Vianden, testimone del passato medievale del Paese. Inoltre, ogni anno, mercati tradizionali e feste medievali fanno rivivere il castello, riportando al presente i momenti in cui era abitato da signori e cavalieri; oltre al castello di Vianden, nella regione delle Ardenne si possono visitare anche i castelli di Bourscheid o Esch-sur-Sûre.
La regione Guttland, con i suoi affascinanti villaggi con antiche case coloniche e imponenti castelli, è caratterizzata da un grande patrimonio storico grazie ai siti gallo-romani, ai musei rurali ma soprattutto grazie alla Valle dei sette castelli: un viaggio indietro nel tempo che si estende per oltre 24 chilometri e che comprende numerosi castelli da visitare.

5. Ammirare il mix tra cultura e modernità della capitale

Vivace e ricca di attrazioni da visitare, la Capitale del Lussemburgo è una piattaforma culturale, con numerosi luoghi di espressione artistica, come musei, teatri ed eventi legati all’arte.
Una delle caratteristiche della Capitale del Granducato è sicuramente la contrapposizione tra la parte storica e la parte moderna della città. Lussemburgo infatti è composta da una suggestiva parte storica, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, da visitare e scoprire passeggiando lungo le sue stradine e vicoli, entrando nei cafè e gustando i prodotti tipici, ammirando le boutique, i bellissimi edifici, la Cattedrale e il Palazzo Granducale, residenza ufficiale dei Granduchi e i panorami della città bassa, chiamata Grund, che si possono vedere dalle tante terrazze della città alta.
La parte moderna di Lussemburgo è raggiungibile a piedi, oppure attraverso i mezzi. Qui troviamo edifici scintillanti e contemporanei, centro commerciali, sedi di grandi aziende e di alcune delle istituzioni dell’Unione Europea, come il Segretariato del Parlamento Europeo e la Corte di Giustizia Europea.

6. Ancora più collegamenti dall’Italia grazie a Luxair

Raggiungere il Lussemburgo è facile, comodo e veloce grazie a Luxair, la compagnia aerea di bandiera che opera tutto l’anno su Milano, Roma e Venezia, mentre durante la stagione estiva le connessioni si rafforzano grazie ai collegamenti con Bari, Napoli, Rimini, Lamezia Terme, Palermo, Catania, Olbia e Cagliari. Inoltre, dalla primavera del 2020 Luxair aggiungerà altre due rotte per raggiungere il Lussemburgo dall’Italia durante il periodo estivo: Firenze e Brindisi.
Per chi ama il comfort Luxair è decisamente la scelta ideale, infatti la qualità è al primo posto nell’offerta della compagnia di bandiera lussemburghese: le competitive tariffe tutto incluso comprendono numerosi servizi e comfort ai massimi livelli, nonché servizi speciali per chi viaggia con bambini e per chi viaggia per affari e un servizio catering di qualità, per un’esperienza di volo garanzia di comodità ed efficienza.

“Tradizione e tradimento” Niccolò Fabi

Tour TRADIZIONE E TRADIMENTO_foto di Luca Brunetti_
Tour TRADIZIONE E TRADIMENTO_foto di Luca Brunetti_zione di “Tradizione e tradimento”, nuovo disco di Niccolò Fabi. 

Si dirige verso la sua conclusione il tour teatrale di presentazione di “Tradizione e tradimento”, nuovo disco di Niccolò Fabi.
Un tour di grande successo che sin da subito, quando lo show era ancora solo un appuntamento al buio e il disco non era stato pubblicato, ha registrato il tutto esaurito per la maggior parte delle date in programma.

Un attestato di grande fiducia da parte del suo pubblico che negli anni è cresciuto, seguendo il percorso del cantautore che continua a distinguersi in termini di libertà artistica e musicale.

E proprio ieri sera, domenica 19 gennaio, durante il primo dei 2 concerti sold out presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Niccolò Fabi ha annunciato la ripartenza del tour nei mesi estivi.

Alla luce, infatti, del grande successo e dell’altissima richiesta di pubblico, il cantautore romano tornerà protagonista sui palchi della penisola durante la stagione estiva e si esibirà, insieme ai suoi compagni di viaggio, in prestigiose e storiche location del nostro Paese e nelle principali rassegne musicali dell’estate.

I biglietti per le date del tour saranno disponibili in prevendita su www.ticketone.it dalle ore 16.00 di oggi, lunedì 20 gennaio. Per la data di Locorotondo, invece, i biglietti saranno disponibili dalle 16.00 di oggi, lunedì 20 gennaio, su https://dice.fm e dal 3 febbraio su www.ticketone.it, mentre per la data di Torino i biglietti saranno disponibili dalle ore 10.00 di domani, martedì 21 gennaio.

Queste le prime date del tour estivo di “TRADIZIONE E TRADIMENTO” (calendario del tour in aggiornamento):
24 GIUGNO – ROMA – TEATRO ROMANO DI OSTIA ANTICA (Rock in Roma)
26 GIUGNO – FIESOLE (FI) – TEATRO ROMANO (Estate Fiesolana)
27 GIUGNO – VERONA – TEATRO ROMANO (Rumors Festival)
10 LUGLIO – BOLOGNA – SEQUOIE MUSIC PARK
11 LUGLIO – GRUGLIASCO (TO) – GRUVILLAGE
25 LUGLIO – CESENA – ROCCA MALATESTIANA (Acieloaperto)
26 LUGLIO – GARDONE RIVIERA (BS) – ANFITEATRO DEL VITTORIALE (Tener-A-Mente)
8 AGOSTO – LOCOROTONDO (BA) – LOCUS FESTIVAL
10 SETTEMBRE – MILANO – MAGNOLIA

Queste le prossime date del tour teatrale di Niccolò Fabi:
20 gennaio – Roma – Auditorium Parco della Musica (Biglietti Esauriti)
21 gennaio – Napoli – Teatro Augusteo (Biglietti Esauriti)
22 gennaio – Bari – Teatro Team
24 gennaio – Ancona – Teatro Le Muse (Biglietti Esauriti)
25 gennaio – Assisi – Teatro Lyrick (Biglietti Esauriti)
29 gennaio – Bergamo – Teatro Creberg (Biglietti Esauriti)
30 gennaio – Parma – Teatro Regio (Biglietti Esauriti)

Restano ancora disponibili gli ultimissimi biglietti per le data di Bari (22 gennaio).
Il tour è prodotto e organizzato da Magellano Concerti e Ovest. Radio partner è Radio Capital.

Rassegna ConFini Comici – secondo appuntamento

Immagine-Confini-Comici-
Confini-Comici-

Presso il Teatro San Babila di Milano, all’interno della rassegna ConFini Comici si incontrano e idealmente si scontrano, a distanza di una sera, quattro coppie di comici, personaggi anche molto diversi da loro per formazione, età e provenienza, ma tutti accomunati dalle grandi doti di comicità. Dopo il successo del primo match con Leonardo Manera e Sergio Sgrilli, serissimi del parlar d’amore siamo pronti al secondo appuntamento.

Il 3 dicembre in scena Luca Cupani, direttamente dalla scena londinese, ma con passato nella scuderia di Zelig, racconta le vite che avrebbe potuto vivere e, il giorno seguente, Alberto Patrucco su musiche di Brassens, racconta del tempo che scorre e di quello che cambia.

Teatro San Babila – martedì 3 dicembre – ore 20.30
Luca Cupani
Vite mai vissute
regia di Carlo Turati
Quale strada sceglieresti se avessi una seconda possibilità?. Luca Cupani cerca di rispondere a questa domanda con il suo dark humor tutto british. Le opzioni realistiche sono d’altronde poche: legionario nella legione straniera francese, fabbricante di spade giapponesi, cardinale della Chiesa cattolica romana…
Luca Cupani si divide tra Inghilterra e Italia. A Londra si esibisce nei club di stand up comedy, ed è il primo italiano a vincere il prestigioso premio “So You Think You’re Funny” al Fringe Festival di Edimburgo nel 2015. Dopo aver girato il mondo con i suoi show, dal 2018 ha conquistato anche il pubblico italiano come volto di Zelig Tv.

Teatro San Babila – mercoledì 4 dicembre – ore 20.30
Alberto Patrucco
Sotto spirito – Comicità & Canzoni
di Alberto Patrucco e Antonio Voceri
musiche di Georges Brassens
con Daniele Caldarini (pianoforte, chitarra, arrangiamenti e direzione Musicale)
Francesco Gaffuri (contrabbasso e basso elettrico)
Jacopo Pugliese (batteria e percussioni)
Un’alchimia di comicità ed emozioni, in cui all’incalzante ritmo del monologo segue la genialità e l’ironia senza eguali di Georges Brassens. Gli elementi si fondono al punto che i monologhi scritti oggi si fanno prolungamento naturale delle emozioni fissate su pentagramma sessant’anni fa dal grande autore francese. I fendenti umoristici superano le persone e gli avvenimenti per trasformarsi in autentiche frecciate satiriche sui tempi che corrono e, quindi, un po’ su noi stessi. Uno sguardo comico, disilluso, a volte corrosivo, ma che non rinuncia alla poesia e alla musica. Solo per tornare a ridere… sul serio.