1.61 Golden sectiON

GOlden SectiON
GOlden SectiON

Proseguirà fino al 18 febbraio 1.61 GOlden sectiON, il progetto realizzato dall’agenzia londinese di management artistico Only Stage in collaborazione con il Teatro degli Arcimboldi di Milano e Edizioni Musicali Curci e con il supporto dell’Arts Council Cultural Recovery Fund.

Il concept artistico, ideato da Davide Garattini in collaborazione con Barbara Palumbo e Delilah Gutman, nasce per sostenere gli artisti di Only Stage in questo periodo di pandemia. L’obiettivo di 1.61 GOlden sectiON è quello di dare una nuova dimensione alla video-danza grazie all’utilizzo della tecnologia che diventa parte integrante del progetto.

La compositrice e pianista Delilah Gutman ha creato 61 brevi tracce musicali basate sul principio dell‘improvvisazione. Le 61 tracce sono state inviate a 61 danzatori provenienti da ogni parte del mondo che, seguendo alcune linee guida necessarie a rendere il progetto uniforme, danzano sul tema dell‘improvvisazione aurea, cioè perfetta, riprendendosi attraverso le telecamere dei propri smartphone.

Le brevi tracce sono state editate e valutate dalla commissione artistica ideatrice del progetto, composta da Davide Garattini Raimondi e Barbara Palumbo, al fine di strutturare un‘efficace sequenza di pubblicazione. Il video non è il risultato di una pubblicazione in ordine cronologico, bensì è basato su una sorta di ipotetico fil rouge che emerge dalle improvvisazioni. I 61 video vengono pubblicati uno al giorno e diffusi attraverso le piattaforme social (Youtube, Vimeo, Facebook e Instagram).

Robbie Williams: “Can’t Stop Christmas”

Robbie Williams_foto di Leo Baron
Robbie Williams_foto di Leo Baron

É online da oggi, lunedì 14 dicembre, il video di “Can’t Stop Christmas” (Columbia Records/Sony Music), il nuovo singolo di Robbie Williams contenuto nella versione deluxe dell’album “The Christmas Present” (https://SMI.lnk.to/TCPDeluxe), già disponibile in digitale.

L’ironico videoclip, diretto da Dan Massie e visibile al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=X4BTaYbsX-s, traduce in immagini lo spirito ironico della canzone che riflette su un 2020 senza precedenti con cenni a Facetime e Zoom, calzini e disinfettanti per le mani come regali di Natale perfetti, shopping online e distanziamento sociale: “Babbo Natale è sulla sua slitta, ma ora è a due metri di distanza.” Il brano è reso ancora più interessante da una melodia allegra contraddistinta dal tintinnio dei campanelli tipico di questo periodo. Robbie immagina il Natale 2020 per tutti noi.

Il video, come la canzone, sostituisce la paura con la speranza, inizia con una scena tipicamente festosa con Robbie a casa seduto accanto a un fuoco acceso e all’albero di Natale. L’artista accende la TV e si trasforma nel Primo Ministro inglese Boris Johnson. In piedi dietro un podio, tiene un briefing a Downing Street, affiancato dai suoi consulenti scientifici, prima di essere raggiunto da una “Theresa May” danzante.

Il nuovo singolo vede Robbie lavorare ancora una volta con i produttori Guy Chambers e Richard Flack, ha già raggiunto la Top50 dell’airplay radiofonico in Italia, ed è contenuto della versione deluxe dell’album acclamato dalla critica ‘The Christmas Present’, il suo primo disco natalizio. Il doppio album è caratterizzato da un mix tra canzoni originali e speciali cover natalizie in duetto con guest star: Rod Stewart, Bryan Adams, Jamie Cullum, e Tyson Fury.

L’album, il 13esimo in studio dell’artista, lo scorso dicembre ha debuttato al #1 della classifica nel Regno Unito, e questo gli ha permesso di eguagliare il record di Elvis Presley come artista solista con il maggior numero di album alla #1.

Ecco la tracklist di “The Christmas Present” in versione deluxe:

Disc 1: Christmas Past
1. Winter Wonderland *
2. Merry Xmas Everybody featuring Jamie Cullum *
3. Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow! *
4. The Christmas Song (Chestnuts roasting on an open fire) *
5. Coco’s Christmas Lullaby
6. Rudolph
7. Yeah! It’s Christmas
8. It’s A Wonderful Life featuring Poppa Pete
9. Let’s Not Go Shopping
10. Santa Baby featuring Helene Fischer *
11. Best Christmas Ever
12. One Last Christmas
13. Coco’s Christmas Lullaby Reprise

Disc 2: Christmas Future
14. Can’t Stop Christmas
15. Time For Change
16. Idlewild
17. Darkest Night
18. Fairytales featuring Rod Stewart
19. Christmas (Baby Please Come Home) featuring Bryan Adams *
20. Bad Sharon featuring Tyson Fury
21. Happy Birthday Jesus Christ
22. New Year’s Day
23. Snowflakes
24. Home
25. Soul Transmission

– Bonus tracks
26. I Believe in Father Christmas *
27. Not Christmas
28. Merry Kissmas
29. It Takes Two featuring Rod Stewart *

* Cover

In libreria la graphic novel TI CHIAMAVANO CENZÍN

TI-CHIAMAVANO-CENZIN
TI-CHIAMAVANO-CENZIN

Proseguono gli omaggi a Vincenzo Vela (1820-1891) per il bicentenario della sua nascita con la pubblicazione di due originali progetti editoriali: dal 15 dicembre al Museo e nelle librerie del Cantone Ticino, saranno disponibili la graphic novel Ti chiamavano Cenzín, firmata dall’illustratore Hannes Binder e dal poeta e scrittore Alberto Nessi, e l’antologia Poeti per Vincenzo Vela, nella quale 32 poeti della Svizzera italiana dedicano i loro testi poetici o in prosa all’artista o alla sua opera.

Il bicentenario della nascita di Vincenzo Vela si rivela un’occasione preziosa non solo per riconsiderare la personalità di Vela nelle sue differenti sfaccettature, ma anche per riposizionare l’artista nel panorama coevo come esponente più significativo della scultura realista in area italofona intorno alla metà dell’Ottocento, sensibile anche a temi di carattere sociale.

Chi meglio di altre e altri artisti per ri-leggere Vincenzo Vela, interprete sensibile, cittadino appassionato e generoso? È allo sguardo e al pensiero di poeti, scrittori e scrittrici ed illustratori che è stato affidato il compito di verificare se ancora oggi la poetica dello scultore riverberi nei nostri contemporanei, se ancora resista l’inquietudine che ha spesso mosso il suo agire, la necessità di un impegno personale a oltranza, o se ancora «il campo del sentimento, dell’espressione, della verità» che lo hanno guidato per tutta la sua vita e la sua opera trovi un riscontro ancora ai giorni nostri.

Due volumi preziosi, due esperienze letterarie curiose e coinvolgenti, per ogni lettrice e lettore.
Ti chiamavano Cenzín
Scrive la Direttrice del Museo, Gianna A. Mina, a introduzione del libro: “Nel vasto corpus dello scultore ticinese Vincenzo Vela è l’altorilievo Le vittime del lavoro (1882), il capolavoro della maturità, ad assumere il ruolo di icona all’interno di quel vasto scrigno di immagini e di forme che è la storia dell’arte occidentale”. Un’opera in cui l’artista commemora la straordinaria impresa che fu il traforo ferroviario del San Gottardo (1872-82), ma soprattutto con la quale volle rendere omaggio ai martiri senza nome di quell’immane sforzo, ai minatori, come a tutti i lavoratori così poco considerati dalla società.

A rileggere questa opera-icona del «verismo sociale» sono stati chiamati Hannes Binder, virtuoso e colto illustratore di innumerevoli opere di carattere letterario e biografico, e Alberto Nessi, apprezzato scrittore e poeta, insignito del Gran premio svizzero di letteratura 2016.

Il risultato di questo inedito sodalizio è una graphic novel che ripercorre la vita intensa e movimentata dell’artista, attraverso, citando ancora Gianna Mina “una drammaturgia del segno e della parola, che, in filigrana, infonde nuova vita alle «vittime del lavoro”: uomini senza nome ma dalla presenza fisica memorabile, che sono i veri protagonisti di questa epopea in bianco e nero”.

La pubblicazione, in coedizione con Edizioni Casagrande, è frutto di una collaborazione con le FFS Regione Sud che hanno sostenuto con generosità la sua realizzazione, con la quale intendono festeggiare sia la ricorrenza veliana, che l’importante completamento della Galleria di base del Monte Ceneri, fondamentale tassello della Nuova trasversale ferroviaria alpina (NTFA).
Poeti per Vincenzo Vela. Antologia di testi in versi e in prosa attorno all’opera dello scultore

La raccolta poetica Poeti per Vincenzo Vela pubblicata dal Museo e dalle Edizioni Casagrande ha rivelato in modo sorprendente quanto Vincenzo Vela sia ancora oggi un importante riferimento nella cultura della Svizzera italiana e italiana. Due nazioni, la Svizzera e l’Italia, per le quali Vincenzo Vela operò con impegno e militanza, lui nato a Ligornetto, a pochi metri dal confine. All’appello lanciato dal Museo ai poeti della Svizzera italiana per partecipare con uno loro scritto alla realizzazione di questo volume in ricordo del bicentenario della nascita di Vela hanno risposto ben 32 autori.

Una rispondenza che ha mobilitato più generazioni di scrittori e scrittrici del territorio i quali, con generosità e passione, hanno dedicato i loro testi a Vela, uomo e artista, alle sue opere, ai suoi valori. Una molteplicità di stili, frutto della libertà espressiva di tutti i partecipanti. Così accanto a testi poetici ritroviamo racconti in prosa, o brevi saggi. Scrive nella sua introduzione Flavio Medici: “Di fronte a Vincenzo Vela gli scrittori coinvolti hanno reagito in modo diverso. Alcuni hanno scelto di parlare dell’uomo, altri delle sue opere. (…) A conferma che di un’opera d’arte (di qualsiasi arte) è difficile impadronirsi per intero, e in questo forse l’arte somiglia alla vita”.

Ne risulta un volumetto agile ma denso, arricchito da fotografie che riproducono illuminanti e sorprendenti dettagli delle opere principali dello scultore, quelle a cui si sono ispirati i poeti in antologia.
L’opera è stata pubblicata con il sostegno della Fondazione Ticino Nostro e con il contributo della Fondazione Göhner.

Achille Lauro chiude la trilogia con “1920”

Achille Lauro
Achille Lauro

ACHILLE LAURO – “1920”

Achille Lauro chiude la trilogia

Dopo 1990 e 1969

ESCE IL 4 DICEMBRE IL NUOVO SIDE PROJECT

REGISTRATO INTERAMENTE DAL VIVO CON ORCHESTRA

1920 – ACHILLE LAURO & The Untouchable Band

Big party, paillettes, black swing, gessati, Chicago, vecchi Gangster italo-americani, questo è il mood del nuovo side project di Achille Lauro: 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BAND, in uscita il 4 dicembre su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile, già disponibile in preorder. 8 tracce, tra brani inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz anni ‘20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più ricercata. Cover, come My Funny Valentine, Tu vuò fa’ l’americano e Jingle Bell Rock; inediti, tra cui Piccola Sophie, Pessima e Chicago; riedizioni, come Cadillac 1920 e Bvlgari Black Swing. Achille Lauro aggiunge al progetto la collaborazione di importanti artisti del panorama musicale italiano: Gigi D’Alessio, colonna portante della musica italiana; Izi e Gemitaiz, affermate star del mondo urban; Annalisa, ormai al fianco di Achille Lauro dall’incredibile esibizione sul palco dell’Ariston.

Il side project chiude la trilogia di repack del passato: con 1990, tributo alla musica Dance, e a 1969 – Achille Idol Rebirth, dall’animo punk-rock, certificato Disco di Platino da Fimi/Gfk, Achille Lauro dimostra di saper indossare giacche di pelle, tacchi glitter e fedora sempre con la stessa credibilità. 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BAND prende ispirazione dal desiderio di leggerezza nato durante il Proibizionismo dei primi anni del ‘900. Un sapiente mix di generi e artisti diversi per un esperimento che diventa una vera e propria Jam Session.

“Sono tornato completamente cambiato da questo viaggio negli anni ’20. La mia concezione di fare musica è sconvolta, tutto ciò che pensavo prima si è capovolto – afferma Achille Lauro – Inizialmente mi concentravo solo sulla mia ossessione di seguire da vicino tutti i minimi dettagli del lavoro; oggi, grazie a questa trilogia ‘69 – ‘90 – ‘20, ho capito che è stato tutto solo l’entrée di quello che sto per proporre”.

 

1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BAND

TRACKLIST

1. My funny Valentine

2. Chicago

3. Pessima

4. Tu vuo’ fa’ l’americano (feat Gigi D’alessio)

5. Cadillac 1920

6. Bvlgari Black Swing (feat. Izi & Gemitaiz)

7. Piccola Sophie

8. Jingle Bell Rock (feat. Annalisa)

The Avalanches : “We Will Always Love You”

The-Avalanches
The-Avalanches

The Avalanches hanno annunciato oggi la tracklist del nuovo album “We Will Always Love You”, terzo disco di studio atteso per l’11 dicembre e già disponibile per il preorder (https://www.instagram.com/p/CHueBBLn8j5/).

Costruito partendo dallo stesso approccio di dischi come “Since I Left You” e “Wildflower” ma spinto verso una strada completamente nuova, “We Will Always Love You” ha lo scopo di provare la “vibrante relazione tra luce, suono e spirito”. Come rivela la tracklist però lo scopo ora è anche elevarsi più che intossicarsi.

Il campione rimane il cuore del suono dei THE AVALANCHES, ma accanto ai sample, le collaborazioni di “We Will Always Love You” mettono in mostra un insieme di artisti che hanno contribuito sia ai testi che alle voci: MGMT, Rivers Cuomo, Denzel Curry, Johnny Marr, Neneh Cherry, Perry Farrell, Karen O, Mick Jones, Sampa the Great, Tricky, Kurt Vile, Blood Orange, e altri.

La musica dei The Avalanches ha sempre grondato melodia da ogni spazio ma la presenza di tutti questi artisti e collaboratori ha portato questo disco verso una direzione maggiormente volta alla canzone. Più che un “party”, “We Will Always Love You” sembra più una reunion di vecchi amici, dolce, calda, tutta abbracci e storie nostalgiche tirate fuori da vecchi ricordi ricondivisi.

Questa la tracklist complete:
1. Ghost Story (feat. Orono)
2. Song For Barbara Payton
3. We Will Always Love You (feat. Blood Orange)
4. The Divine Chord (feat. MGMT & Johnny Marr)
5. Solitary Ceremonies
6. Interstellar Love (feat. Leon Bridges)
7. Ghost Story Pt 2 (feat. Leon Bridges & Orono)
8. Reflecting Light (feat. Sananda Maitreya & Vashti Bunyan)
9. Carrier Waves
10. Oh The Sunn! (feat. Perry Farrell)
11. We Go On (feat. Cola Boyy & Mick Jones)
12. Star Song.IMG
13. Until Daylight Comes (feat. Tricky)
14. Wherever You Go (feat. Jamie xx, Neneh Cherry & CLYPSO)
15. Music Makes Me High
16. Pink Champagne
17. Take Care In Your Dreaming (feat. Denzel Curry, Tricky & Sampa The Great)
18. Overcome
19. Gold Sky (feat. Kurt Vile)
20. Always Black (feat. Pink Siifu)
21. Dial D For Devotion (feat. Karen O)
22. Running Red Lights (feat. Rivers Cuomo & Pink Siifu)
23. Born To Lose
24. Music Is The Light (feat. Cornelius & Kelly Moran)