“Quarto Grado” domani in prima serata

Quarto Grado
Quarto Grado

• GENOVESE: NELLE CHAT VIDEO DI ALTRI ABUSI?
• MARIA LUISA RUGGERONE: IL FIGLIO NON CREDE AL MALORE

“QUARTO GRADO”
VENERDÌ 11 DICEMBRE | PRIMA SERATA

Venerdì 11 dicembre, alle ore 21.25, su Retequattro, ultimo appuntamento dell’anno con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna sulla vicenda che vede protagonista Alberto Genovese, arrestato il 7 novembre, a Milano, con l’accusa di violenza sessuale su una 18enne. Ancora molte, le ombre su Terrazza Sentimento e Villa Lolita: durante le feste ci sono state altre violenze? Gli inquirenti stanno setacciando le immagini dei filmati e delle foto hot che Genovese mandava nelle chat agli amici.

Al centro della puntata anche il caso di Maria Luisa Ruggerone: primario al Niguarda, secondo il medico legale la donna è morta per una peritonite acuta nel luglio 2019, nella sua casa sul lago. Il figlio non ha mai creduto al malore ed è fermamente convinto che la madre sia stata uccisa durante una rapina, in casa. Una convinzione che ha fatto riaprire le indagini. Lo scorso 14 luglio, infatti, il gip di Busto Arsizio ha accolto l’opposizione all’archiviazione, già chiesta dalla procura, e ha disposto nuovi accertamenti con la formula dell’incidente probatorio.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

• FACEBOOK e MESSENGER: profilo Quarto Grado, https://www.facebook.com/quartogrado;
• TWITTER: profilo @quartogrado, https://twitter.com/quartogrado;
• ‘QUARTOGRADERS’: #quartogrado per commentare in diretta, dare opinioni e fare domande;
• INSTAGRAM: profilo @quartogradotv https://www.instagram.com/quartogradotv;
• MAIL: quartogrado@mediaset.it;
• CENTRALONE:02/30309010.

Il caso di Yara Gambirasio a “Quarto Grado”

VIERO E NUZZI
VIERO E NUZZI

• GENOVESE: QUALCUNO SAPEVA E HA TACIUTO?
• YARA: LA DIFESA CHIEDE NUOVE ANALISI

“QUARTO GRADO”
VENERDÌ 27 NOVEMBRE | PRIMA SERATA

Venerdì 27 novembre, alle ore 21.25, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna sulla vicenda che vede protagonista Alberto Genovese, arrestato il 7 novembre, a Milano, con l’accusa di violenza sessuale su una 18enne. La polizia sta studiando i filmati delle telecamere di sicurezza interne per capire cosa succedesse durante le sfrenate feste di Terrazza Sentimento.
Ci sono altre ragazze abusate, che non hanno avuto il coraggio di denunciare? Qualcuno vicino all’imprenditore sapeva e lo sta coprendo?

Al centro della puntata anche il caso di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra (Bergamo) scomparsa il 26 novembre 2010 e ritrovata senza vita il 26 febbraio 2011. Per l’omicidio, il 12 ottobre 2018 è stato condannato all’ergastolo in via definitiva Massimo Bossetti, considerato l’unico colpevole.
I difensori del muratore di Mapello, però, chiedono nuove analisi sul furgone del loro assistito. Possibile che ci sia una verità diversa per quell’atroce delitto?

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

• FACEBOOK e MESSENGER: profilo Quarto Grado, https://www.facebook.com/quartogrado;
• TWITTER: profilo @quartogrado, https://twitter.com/quartogrado;
• ‘QUARTOGRADERS’: #quartogrado per commentare in diretta, dare opinioni e fare domande;
• INSTAGRAM: profilo @quartogradotv https://www.instagram.com/quartogradotv;
• MAIL: quartogrado@mediaset.it;
• CENTRALONE:02/30309010.

A “Quarto Grado” la vicenda del piccolo Evan

Quarto Grado
Quarto Grado

• ANTONIO DE MARCO E LA SUA MISTERIOSA «CACCIA AL TESORO»
• MORTE DEL PICCOLO EVAN: L’ACCUSA DISPERATA DEL PADRE

“QUARTO GRADO”
VENERDÌ 9 OTTOBRE | PRIMA SERATA

Venerdì 9 ottobre, alle ore 21.25, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna sul caso di Eleonora Manta e Daniele De Santis, la coppia di Lecce uccisa nel proprio appartamento, nella notte del 21 settembre con 60 coltellate, e sulla figura del reo confesso Antonio De Marco. Tra misteri ancora irrisolti, anche la frase scritta su uno dei bigliettini ritrovati nella casa – dove l’ex inquilino delle due vittime aveva meticolosamente scritto il suo piano omicida -, che riporta «caccia al tesoro». Il 21enne ha dichiarato di non ricordare il motivo per cui lo abbia scritto.

Al centro della puntata anche la vicenda di Evan, il bambino di 21 mesi di Modica, morto il 17 agosto scorso in seguito alle gravi lesioni inferte al corpicino. Per il fatto sono stati accusati la madre del bambino, Letizia Spatola, e il nuovo compagno, Salvatore Blanco. La donna è reclusa nel carcere di Messina, mentre l’uomo in quello di Cavadonna. Entrambi hanno respinto le accuse. Intanto il padre di Evan, disperato, tuona: «mio figlio è stato lasciato morire: nonostante tutti gli allarmi, nessuno ha impedito la sua morte».

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

• FACEBOOK e MESSENGER: profilo Quarto Grado, https://www.facebook.com/quartogrado;
• TWITTER: profilo @quartogrado, https://twitter.com/quartogrado;
• ‘QUARTOGRADERS’: #quartogrado per commentare in diretta, dare opinioni e fare domande;
• INSTAGRAM: profilo @quartogradotv https://www.instagram.com/quartogradotv;
• MAIL: quartogrado@mediaset.it;
• CENTRALONE:02/30309010.

R4 “Quarto Grado”, ultimo appuntamento

Quarto Grado
Quarto Grado

• Vannini: tra due settimane nuovo processo ai Ciontoli

• Luca Sacchi: Anastasya continua ad accusare Princi

“Quarto Grado”
Venerdì 26 giugno | Prima Serata

Venerdì 26 giugno, alle ore 21.25, su Retequattro, ultimo appuntamento stagionale con “Quarto Grado”, che torna a settembre, da venerdì 11, in prima serata.
In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna sul caso di Marco Vannini, il ragazzo di Ladispoli morto la notte del 17 maggio 2005. Il prossimo 8 luglio, per i Ciontoli inizia il processo d’appello: cinque mesi fa, la Cassazione ha accolto la richiesta della Procura Generale per rifarlo. Intanto, una telefonata potrebbe riaprire la partita…

Al centro della puntata anche la vicenda di Luca Sacchi, il ragazzo freddato con un colpo di pistola alla testa, la sera del 23 ottobre scorso, a Roma. In carcere, Valerio Del Grosso con Paolo Pirino e Marcello De Propris. Anastasya, la fidanzata, continua a scaricare la responsabilità su Giovanni Princi, condannato a quattro anni e che prosegue a proclamarsi innocente.

Per segnalazioni, sempre attivi centralone e account Facebook e Messenger del programma.

• FACEBOOK e MESSENGER: https://www.facebook.com/quartogrado;
• TWITTER: https://twitter.com/quartogrado,
• QUARTOGRADERS: #quartogrado, per commenti, opinioni, domande;
• INSTAGRAM: @quartogradotv, https://www.instagram.com/quartogradotv;
• MAIL: quartogrado@mediaset.it

Quarto Grado: omicidio Vannini e caso Russo

Quarto Grado
Quarto Grado

· Caso Russo:

Carabiniere indagato per eccesso di legittima difesa

· Omicidio Vannini:

20 anni fa due prostitute denunciarono Ciontoli

“Quarto Grado”

Venerdì 6 marzo | Prima serata

Venerdì 6 marzo, alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri analizza la morte di Ugo Russo, ucciso domenica 1° marzo durante una tentata rapina, in Via Orsolini, a Napoli.

A premere il grilletto, un carabiniere in borghese di 23 anni, ora indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Il 15enne, ferito da due colpi di pistola, è morto all’Ospedale Pellegrini, il cui pronto soccorso è stato devastato dai parenti della vittima. Gli inquirenti sono al lavoro per capire cosa sia accaduto realmente nel vicolo. Il padre del ragazzo pretende giustizia e ha chiesto alla Procura di acquisire le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.

Al centro della puntata anche la vicenda di Marco Vannini, il ragazzo di Ladispoli morto il 17 maggio 2015, lasciato spegnersi dopo un colpo di pistola mentre era a casa della fidanzata, Martina Ciontoli. Per l’omicidio è indagato il padre della ragazza, Antonio Ciontoli, condannato a 14 anni in primo grado, poi ridotti a cinque, per omicidio colposo. Lo scorso 7 febbraio, la Cassazione ha stabilito che il processo è da rifare: secondo il Pg si tratta di omicidio volontario. Spunta anche una denuncia, di 20 anni fa, da parte di due prostitute a carico dell’ex comandante dei carabinieri: secondo il legale dei Vannini tenerne conto sarebbe utile alla valutazione della personalità dell’imputato.