Vinicio Capossela: tre album in vinile

album in vinle
album in vinle

Mentre il suo ultimo album – “Ballate per uomini e bestie” – si è aggiudicato di recente la Targa Tenco 2019 nella categoria Miglior disco in assoluto, ci sono buone notizie per gli appassionati della musica e degli LP di Vinicio Capossela. La Warner Music Italy ha deciso di pubblicare per la prima volta su vinile in versione rimasterizzata tre album “storici” della sua discografia: si tratta de “Il ballo di San Vito” (1996), “Canzoni a manovella” (2000) e “Ovunque proteggi” (2006).

Questa ultima uscita completa il lavoro di pubblicazione dell’intera discografia di Capossela su vinile, a questo punto disponibile per tutti i suoi 11 album di studio.
I tre album verranno pubblicati in versione rimasterizzata su vinile 180 grammi e saranno disponibili dal 27 Settembre nei negozi di dischi, sugli store online, dove da oggi è già attivo anche il preorder.

“Il ballo di San Vito” (1996) rappresenta la prima sterzata decisa verso una produzione artistica originale e inaugura la collaborazione con Marc Ribot, il chitarrista già al fianco di Tom Waits, che da lì in poi diventerà un collaboratore quasi fisso di tutti i dischi di Capossela. L’album contiene grandi classici come “Il ballo di San Vito”, “Contrada Chiavicone”, “Corvo torvo”, Al veglione” e il “Tanco del Murazzo”, accanto a episodi più introspettivi come “Le case”, “Morna” e “Pioggia di novembre”.

A quattro anni di distanza, nel 2000 dell’ormai obsoleto millennium bug Capossela pubblica “Canzoni a manovella”, forse il suo lavoro più immaginifico e visionario, dedicato al Novecento e ai suoi protagonisti, intriso di grande letteratura (Celine, Jarry, Wilde). Canzoni come “Maraja”, “Signora luna”, “Con una rosa”, “Nella pioggia” assurgono presto allo status di classici, mentre in un paio di episodi del disco (“Contratto per Karelias”, “Solo mia”) affiora per prima quella passione per il rebetiko che troverà forma compiuta oltre un decennio dopo nel disco “Rebetiko gymnastas”.

Del 2006 è invece è “Ovunque proteggi”; pubblicato dopo un lungo silenzio il nuovo album è il primo, nella discografia di Capossela, ad entrare direttamente al numero uno in classifica. È un disco fatto viaggiando, realizzato come un film, il primo di una serie di lavori registrati inseguendo l’ispirazione e le canzoni anche fisicamente fino al fondo dei propri luoghi.

I temi si fanno universali e nel disco per la prima volta fanno la loro comparsa citazioni bibliche e ritualità archetipiche, dal Qohélet di “Non trattare” alle maschere di Boves sarde, dal Cristo di Scicli protagonista de “L’uomo vivo” alla musica da processione di “S.S. dei Naufragati”, passando per l’omaggio al cinema di Sergio Leone in “Dove siamo rimasti a terra Nutless” e quello al Minotauro di Borges in “Brucia Troia”.

“Ovunque proteggi” segna per Capossela l’inizio di una nuova avventura artistica che lo ha portato fino al suo disco più recente, “Ballate per uomini e bestie”.

Dal 4 ottobre Vinicio Capossela sarà in tour con lo spettacolo teatrale di “Ballate per uomini e bestie”.
Tutte le date e le info biglietti su www.viniciocapossela.it

Brunori SaS: il nuovo singolo dal 19 settembre e il tour dal 2020 nei palazzetti di tutta Italia

Brunori SaS - Al di là dell'amore
Brunori SaS – Al di là dell’amore

Al di là dell’amore è il nuovo singolo di Brunori SAS (Island Records), su tutte le piattaforme digitali da giovedì 19 e in radio da venerdì 20 settembre. A quasi tre anni dall’uscita di A casa tutto bene, l’album certificato platino che ha conquistato pubblico e critica, Dario Brunori torna sulla scena prossimamente con un nuovo album e ora con una canzone universale, con un suono granitico e potente, senza rinunciare alla forza delle sue parole che tanto raccontano della sua anima introspettiva, diretta e sincera.

Al di là dell’amore è un canto etico e poetico a tre voci che, partendo da una riflessione sociale, si interroga sulla sempiterna contesa fra ciò che pensiamo sia Bene e ciò che pensiamo sia Male.
La stessa struttura del testo è costruita come alternarsi di stati d’animo in attrito, seppur armoniosi. Il primo canto, quello delle strofe, è un disincanto, un ribollire di sarcasmo spazientito, amarezza e rimpianto. Un’invettiva d’impulso contro quella parte di umanità che sembra aver perso per strada i suoi connotati fondamentali. Il secondo, quello dei ritornelli, è la voce di una saggezza antica che invita alla riflessione, al prendere distanza senza distacco, a guardare le cose da una prospettiva più ampia, panoramica, un invito a lavorare anzitutto su se stessi piuttosto che limitarsi a scagliare ogni volta la prima pietra. L’esortazione finale “difendimi al di là dell’amore” si libra sopra i versi precedenti come una specie di preghiera laica. Il tentativo di sintetizzare in quattro parole un’etica intuitiva appannaggio di tutti, che prescinda dai torti e dalle ragioni, dalle ideologie, dai singoli punti di vista. Un comandamento d’amore espresso al di là dell’amore stesso.

L’attesa è finita anche per il palcoscenico: dopo il trionfale tour prima nei club e poi nei teatri che dal 2017 ha registrato solo sold out, Dario Brunori è pronto per Brunori SAS Tour 2020, in partenza da marzo nei palazzetti di tutta Italia, per incontrare nuovamente il pubblico con la sua poesia, la leggerezza, l’autorevolezza musicale e il senso dell’ironia che da sempre lo contraddistinguono.

I biglietti per le date del tour prodotto da Vivo Concerti, sono disponibili in pre-sale su Spotify da domani 17 settembre fino a mercoledì 18 settembre, in prevendita su www.ticketone.it dalle ore 11.00 del 18 settembre e in tutti i punti vendita autorizzati da sabato 21 settembre 2019.

RTL 102.5 è la radio ufficiale del Brunori SAS Tour 2020

Brunori SAS Tour 2020 – Le date

Martedì 3 marzo 2020 – Jesolo (VE) @ PalaInvent
Sabato 7 marzo 2020 – Torino @ Pala Alpitour
Venerdì 13 marzo 2020 – Assago (MI) @ Mediolanum Forum
Domenica 15 marzo 2020 – Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena
Sabato 21 marzo 20202 – Firenze @ Mandela Forum
Martedì 24 marzo 2020 – Ancona @ PalaPrometeo
Venerdì 27 marzo 2020 – Roma @ Palazzo Dello Sport
Sabato 28 marzo 2020 – Napoli @ PalaPartenope
Venerdì 3 aprile 2020 – Bari @ PalaFlorio
Domenica 5 aprile 2020 – Reggio Calabria @ PalaCalafiore

Roberta Bonanno live a Milano

roberta-bonanno
roberta-bonanno

Roberta Bonanno torna ad esibirsi nella sua città, giovedì 19 settembre dalle ore 20.30 al Memo Music Club di Milano. Durante il concerto riproporrà le canzoni del nuovo album “IO E BONNIE” (Advice Music) ma anche i brani interpretati a Tale e Quale Show.
La cantante torna LIVE in tutta Italia con il suo tour per presentare IO E BONNIE, dopo aver vinto la 24esima edizione del Premio Mia Martini, e aver partecipato all’edizione 2018 di Tale e quale show su Rai1, dove è stata ritenuta la migliore rivelazione per le sue eccellenti interpretazioni di Aretha Franklin, Amy Winehouse, Mina e Katy Perry.

Il nuovo disco, arrivato dopo due anni di lavoro in studio con la produzione di Carlo Delor e Alberto Boi, rappresenta il lavoro più intimo e personale della cantante.
Le 9 tracce che compongono IO E BONNIE sono il racconto personale e sincero di tutte le esperienze vissute negli ultimi anni, nella vita personale e nella carriera artistica.

Roberta e il suo alter-ego Bonnie si raccontano in canzoni piene di positività, ironia e con l’autoconsapevolezza di una ragazza che, avendo alle spalle un’esperienza ormai decennale nel mondo della musica, si può prendere la libertà di esprimere sé stessa in tutte le sue sfaccettature, compiendo scelte e decisioni spesso in “controtendenza”.

Blandizzi in concerto, per ricordare Sergio Bruni

ADRIANA BRUNI SERGIO BRUNI LINO BLANDIZZI
ADRIANA BRUNI SERGIO BRUNI LINO BLANDIZZI

Giovedì, 19 settembre, alle ore 21:00, nella suggestiva cornice del Cortile del Maschio Angioino, Adriana Bruni e Lino Blandizzi di nuovo insieme per ricordare il grande Maestro Sergio Bruni, con la partecipazione straordinaria del Poeta Salvatore Palomba, autore di “Carmela” e di tante altre canzoni di successo scritte insieme al Maestro.

Un concerto a due voci, già collaudato con successo nel 2017 nel Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore di Napoli.

Voci che hanno affiancato Bruni durante la sua grande carriera, la figlia Adriana, cantante e attrice sempre al suo fianco ma anche con un personale percorso artistico di grande rispetto, dal teatro, al cinema, allo studio di perfezionamento sulla musica napoletana (in particolare sul repertorio del XVI e del XVIII secolo) e con tanti concerti in Italia e soprattutto all’Estero.

Una tournée in Egitto, nei teatri dell’Opera, fu condivisa proprio con Blandizzi, cantautore, dalla personale e graffiante voce, con 7 album pubblicati e tanti riconoscimenti, che in un casuale e fortunato incontro con la “Voce di Napoli” negli anni ’90, ha dato vita al suo intenso brano “Ma dov’è”, canzone in lingua italiana duettata con il maestro (ultima sua incisione, testimoniata in un emozionante documento video).

Blandizzi, ha scritto e interpretato “‘O sole mmiezo ‘o mare”, dedicata al Maestro e anche musicato la poesia che Eduardo De Filippo, scrisse per Bruni, dal titolo, “‘A voc’’e Napule”. L’evento propiziato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli ed inserito nell’ambito della rassegna “Estate a Napoli 2019”, coincide con l’anniversario della nascita di Sergio Bruni (15 settembre 1921) e vede anche la partecipazione di Nello Ferrara, accompagnato dal chitarrista Sally Cangiano e di Gianluigi Esposito.

Rock Targato Italia: i vincitori

vincitori_testatina
vincitori_testatina

“….Che Rock Targato Italia sia, da ormai trent’anni, un incrollabile punto di riferimento per la musica emergente del nostro Paese è cosa risaputa. Anche la storia della manifestazione, con lo stuolo enorme di nomi transitati, come artisti in gara o come ospiti, sul palco del concorso appena prima di diventare grandi è un fatto piuttosto noto.

Ciò che però può sapere solo chi ha respirato di persona l’aria di almeno una delle serate dell’evento è che Rock Targato Italia è soprattutto un punto di ritrovo: un crocevia umano prima ancora che musicale in cui confrontarsi, conoscere persone e assaporare la passione e il desiderio di comunicare che continua a circolare nel sottobosco musicale più estremo, sempre più lontano dalle webzine alla moda o dai media mainstream.

Un concorso anomalo, in cui la gara c’è, offre premi importanti e porta ogni anno alla luce realtà significative, ma viene vissuta in modo estremamente umano, senza le ansie da tritacarne dei talent show e permettendo a tutti di esibirsi in un clima sereno e costruttivo, proprio come accaduto anche al Legend Club di Milano nelle tre belle serate dal 10 al 12 settembre in occasione delle finali nazionali della trentunesima edizione della rassegna…” (Roberto Bonfanti scrittore e artista).

Al termine di tre serate pienissime di musica e incontri, sono stati i pavesi IL PESCE PARLA e i romani berlinesi di EDUCTA FAIS a essere incoronati vincitori del Gran Premio Rock Targato Italia 2019 e aggiudicarsi una campagna promozionale a cura dell’Ufficio Stampa Divi In Azione

I favori del pubblico in sala sono andati ai milanesi GEYSER e al loro rock trascinante grintosi dalle sonorità internazionali mentre lo speciale riconoscimento intitolato a Stefano Ronzani, che da sempre premia la proposta che sa distinguersi per originalità o importanza dei contenuti, è andato ai TREROSE per la loro proposta minimale, ben sostenuta dalla voce femminile, capace di unire un approccio musicale moderno e tematiche ampiamente presenti nel sociale e nella società civile

Oltre agli artisti già citati, altri gruppi finalisti sono stati selezionati dalla giuria di qualità per partecipare alla storica compilation della rassegna in uscita a dicembre: i pugliesi ANACONDA, i veneti EVOLVE ALBA, i piemontesi MAU NERA, i toscani REVOLUTION 0 il catanese RICCARDO AUTORE e i palermitani ROOFSIZE.

.