Vorrei sentirci litigare

cover Elya demo - low
cover Elya demo – low

Da oggi, giovedì 6 dicembre, è online al seguente link il videoclip di “VORREI SENTIRCI LITIGARE”: https://youtu.be/snCMMdWQQdE.
Il brano è estratto da “ELYA” (K1 Records/Warner), l’omonimo album d’esordio del cantautore veneto, pubblicato già in digitale lo scorso 30 novembre e disponibile da domani in tutti i negozi. Sempre da domani, “VORREI SENTIRCI LITIGARE” sarà anche in rotazione radiofonica.

«È una canzone contro il silenzio e le distanze. E’ una canzone alla ricerca continua di parole, di sguardi, di schiaffi, di carezze, di quotidianità. Di tutte quelle piccole cose che ci fanno innamorare della stessa persona più volte al giorno: litigare è fondamentale, fa bene, fa parte di tutto questo, e l’impossibilità di farlo mi ha portato ad elogiarne l’esistenza – dichiara Elya in merito all’album – Amo litigare. Si risolvono dubbi, ci aiuta a prendere posizioni, fare scelte. Credo che a volte sia tra le più belle dichiarazioni d’amore».

Inoltre, da sabato 8 dicembre Elya presenterà questo suo nuovo progetto con speciali appuntamenti dal vivo! Queste le date confermate:

8 dicembre a Manerba del Garda – BS (Carpe Diem),
13 dicembre a Locorotondo – BA (20m2),
14 dicembre a Monopoli – BA (20m2),
15 dicembre a Cisternino – BR (20m2),
27 dicembre a Pavia (Motor XMas Show),
29 dicembre a Verbania Pallanza (Simplon Cafè),
24 gennaio a Milano (Memo Club),
2 febbraio a Cavion Veronese – VR (Ca’ Nostra)
8 febbraio a Montebello Vicentino – VI (Borgo Pub).

“ELYA” è anche un album maturo e “artigianale”, in cui l’artista si è messo in gioco in prima persona.
Questa la tracklist: “Cosa ti farei”, “Ti verso il cuore”, “Vorrei sentirci litigare” “Notturno Ino”, “L’ho fatto per te”, “Indivisibili”, “Preludio Ypn”, “Una ragazza così”, “Niente”, “La cura che oggi ci va”, “Un altro Brandy”, “Periferie annoiate”, “Norimberga”.

“Possibili Scenari per Pianoforte e Voce”

Cesare Cremonini
Cesare Cremonini

Uscirà domani, venerdì 7 dicembre, “Possibili Scenari per pianoforte e voce”, il nuovo album di Cesare Cremonini, che ad un anno di distanza dall’uscita di “Possibili Scenari”, pubblica la versione piano e voce dell’ultimo album di inediti. Il disco stanotte è disponibile per ilpreorder in tutti gli store fisici e digitali e in presave su spotify: https://vir.lnk.to/psppev.

Un progetto questo che ancora una volta dimostra come la scrittura di canzoni e le canzoni stesse siano sempre al centro della carriera di Cremonini che in questo disco le mostra in una veste sofisticata ed inedita, esaltate dall’arrangiamento pianoforte e voce.

“Penso sia il momento giusto in cui pubblicare un album come “Possibili scenari per pianoforte e voce”- spiega Cesare- perché offre la possibilità di ricondurre il pubblico ad un ascolto della musica più attento, paziente e meno frenetico: significa svelare, uno ad uno, i segreti nascosti nelle mia canzoni, donare al pubblico la loro purezza. Brani come “Poetica”, “Nessuno vuole essere Robin”, “Kashmir-Kashmir” e la stessa title track dell’album, ad esempio, in queste versioni notturne, rielaborate liberamente, registrate ad occhi chiusi e senza sovrastrutture di arrangiamenti, costringono all’abbandono anche chi quelle canzoni le canta, slegandoci dalla velocità con cui la musica viene “consumata” oggi. I tasti di avorio del pianoforte, ogni mio respiro che separa i versi delle canzoni, hanno un ruolo in questa trasformazione: realizzarla mi ha convinto ancora di più che il piacere della musica può svegliare il nostro tempo”.

“Vite In Vitro” – brano di Davide Tonello

Davide-Tonello
Davide-Tonello

Un dicembre ricco di sorprese per la label bolognese Areasonica Records: fuori oggi Vite In Vitro, il singolo d’anteprima del cantautore veronese Davide Tonello che anticipa l’uscita del suo nuovo album Sul Presente prevista per il prossimo gennaio! Il disco è già disponibile al pre-order su iTunes.

Davide Tonello, classe ’75, sin da giovanissimo intraprende la carriera musicale portando avanti un’intensissima attività live – militando in diversi gruppi rock per poi continuare da solista

Omaggio a Mozart

Orchestra da Camera e coro Requiem Mozart
Orchestra da Camera e coro Requiem Mozart

Mercoledì 5 dicembre nella Basilica di Santa Croce di Firenze (ore 21), Orchestra da Camera Fiorentina e Coro Harmonia Cantata rendono omaggio a Wolfgang Amadeus Mozart, nell’anniversario della morte del grande compositore.

Si rinnova così un appuntamento che da anni coinvolge centinaia di spettatori. La serata è a ingresso libero fino a esaurimento posti, vista la grande partecipazione alle precedenti edizioni si consiglia di presentarsi all’ingresso non oltre le ore 19,30.

Al centro del programma è la “Messa di Requiem”. Opera incompiuta – a terminarla fu l’amico e collega Franz Xaver Süssmayr – la “Messa di Requiem” rappresenta il confronto dell’uomo con una delle sue più grandi angosce, la morte. In un canto che si eleva al cielo, si fondono – e si scontrano – così l’immagine della perdita con la potenza magnanima di Dio.

Dal punto di vista musicale, il “Requiem” segna il punto d’incontro tra tradizione musicale religiosa, senso teatrale melodrammatico e brani d’ispirazione classicheggiante. Una serie di testimonianze coeve concordano sul fatto che Mozart fosse in qualche modo consapevole di lavorare alla propria messa funebre. Mozart si spense a Vienna il 5 dicembre 1791.

Per l’occasione l’Orchestra da Camera Fiorentina si presenta al gran completo (34 elementi) insieme al Coro Harmonia Cantata diretto da Raffaele Puccianti. Voci soliste il soprano toscano Sabrina Bessi, il contralto Patrizio Scivoletto, il tenore russo Vladimir Reutov e il basso Diego Colli. Sul podio il direttore e fondatore dell’Orchestra da Camera Fiorentina, Giuseppe Lanzetta.

Sono impiegati alcuni strumenti storici realizzati da liutai toscani. Il concerto è inserito nel programma della Festa della Toscana 2018, iniziativa promossa da Regione Toscana per ricordare l’abolizione della pena di morte avvenuta il 30 novembre del 1786 (per la prima volta al mondo) ad opera del Granduca di Toscana, Pietro Leopoldo di Lorena.

Obihall Firenze: Peter Bence

Peter Bence
Peter Bence

Il suo punto di forza? Abbattere le barriere tra classica e pop: uno stile moderno che porta il pianoforte ad un nuovo livello, ispirando giovani generazioni di musicisti e amanti della musica di tutto il mondo.

Ex enfant prodige, formazione accademica, Peter Bence approda, con il suo pianoforte, venerdì 7 dicembre all’Obihall di Firenze, ultima tappa del nuovo tour italiano, previsto per la scorsa primavera e poi posticipato: a tale proposito ricordiamo che restano validi i biglietti che riportano la data del 23 maggio.

I biglietti (posti numerati da 28 a 40 euro) sono in prevendita nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it (tel. 892.101). Info tel. 055.667566 – 055.6504112 – www.bitconcerti.it.

Occasione unica per vedere da vicino il talento dell’artista ungherese, sul palco con uno straordinario show tra arrangiamenti crossover e composizioni originali inedite.