Sistemi verdi, crescono superfici forestali in Lombardia

Superficie forestale Lombardia
Superficie forestale Lombardia

Sistemi verdi, crescono superfici forestali in Regione.

Assessore Rolfi: nostro obiettivo, valorizzare legno lombardo

Presentato il 12^ rapporto sullo stato delle foreste 2018

Continuo e progressivo ampliamento delle superfici
forestali, regolare utilizzo della legna dai boschi con destinazione al
settore della legna da ardere e incremento delle professionalita’ che
lavorano nel bosco e progressiva riduzione delle superfici trasformate che
erano prima boscate. Sono questi i dati principali che emergono dal Rapporto
sullo stato delle Foreste (2018) redatto dai tecnici dell’Ente Regionale dei
Servizi all’Agricoltura e alle Foreste, presentato oggi dall’assessore
regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi alla
sede di Federlegno Arredo a Milano. Iniziativa a cui hanno preso parte anche
Alessandro Fede Pellone, presidente di ERSAF, Sebastiano Cerullo, direttore
generale Federlegno Arredo e Andrea Negri, presidente dell’Associazione
Forestale Italiana.

Nel corso della conferenza stampa e’ stato sottolineato come nel
2018 sia stato approvato il Testo Unico sulle Foreste e le filiere e ci sia
stato un importante raddoppio della superficie forestale certificata, grazie
alla certificazione dei Consorzi forestali della Valle Camonica.

Rolfi: investire in filiera “Vogliamo che le foreste lombarde siano sempre
piu’ una risorsa ambientale ed economica. Per questo stiamo investendo nella
filiera e nella certificazione del legno con risultati importanti visto che
nel 2019 siamo passati da 38 mila a 71 mila ettari certificati, pari
all’11,4% del totale in Lombardia. – ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore
all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia –
Certificazione significa non solo interventi ecosostenibili, ma anche avere
una materia prima utilizzabile dall’industria della trasformazione con un
indotto economico importante e una diminuzione dei trasporti dall’estero. La
Lombardia e’ la terza regione italiana per superficie forestale, dobbiamo
sfruttare in maniera sostenibile questa straordinaria risorsa”

La superficie forestale in Lombardia e’ di 619.893 ettari:
ricopre il 26% del territorio regionale e il 2% di quello nazionale. Le
foreste sono maggiormente diffuse nella provincia di Brescia (28%), seguono
le province di Sondrio, Bergamo e Como. Gli oltre 600 mila ettari del
patrimonio forestale sono distribuiti per la maggior parte in montagna
(81%). In collina si trova il 12% e in pianura il 7%.

Fede Pellone: utilizzare legno con fine economico “Questo Rapporto – ha
piegato il presidente di ERSAF Alessandro Fede Pellone – da’ un aspetto
molto positivo della nostra Regione Lombardia. Per quanto riguarda gli
aspetti forestali e’importante sottolineare come si possa fare di piu’ perche’
l’incremento poterebbe essere utilizzato dal punto di vista economico per
produrre un legname di qualita’ che un obiettivo che Regione deve portare
avanti”.

Cerullo (Federlegno Arredamento): Impegnati su coltivazione Pioppo – “I
numeri del Rapporto suo stato delle foreste in Lombardia – ha detto
Sebastiano Cerullo direttore generale di Federlegno Arredo – ci confermano
che dobbiamo continuare a promuovere una cultural del bosco italiano fondata
sulla gestione e non sull’abbandono. Su questi temi la nostra federazione e’
impegnata da tempo soprattutto riguardo alla coltivazione del pioppo che
rappresenta un materia prima essenziale per la filiera, a partire
dall’industria dei pannelli. Nonche’ sensibilizzare sull’approvazione
dell’approvazione urgente dei decreti attuativi del Testo Unico forestale
per riattivare anche in Italia la vera e unica miniera verde che abbiamo”.

Negri (Associazione Italiana Forestale): Rapporto strumento importante – “Il
rapporto di ERSAF – ha spiegato Andrea Negri presidente dell’Associazione
Forestale Italiana – e’ un documento prezioso per la comunita’ e per la
filiera produttiva legata al mondo forestale. Un esempio virtuoso che tutte
le Regioni dovrebbero adottare e come Associazione Forestale Italiana non
possiamo che lodare l’iniziativa di oggi, volta a diffondere la conoscenza e
la cultura forestale, elementi strategici per gli orientamenti europei dei
prossimi decenni in termini di lotta ai cambiamenti climatici. L’evoluzione
delle risorse forestali risulta essenziale per definire e implementare le
strategie di pianificazione della loro gestione, obiettivo strategico per la
Regione con ricadute sia in termini di aumento occupazionale che di qualita’
dell’ambiente”.