Bocciodromo “Candiani”

bocciodromo_candiani_milano_
bocciodromo_candiani_milano_

Riqualificare l’impianto prediligendo soluzioni eco-sostenibili, promuovere iniziative con riguardo ai giovani e ai disabili e impegnarsi a corrispondere al Comune un canone annuo che parte da una base d’asta di 14mila euro.

Sono alcune delle linee di indirizzo definite dall’Assessorato allo Sport per la prossima gara di affidamento in concessione del Bocciodromo “Candiani”, al civico 26 dell’omonima via nel quartiere Bovisa, la cui attuale convezione scadrà il prossimo 30 settembre.

Compreso in un’area di circa 2.700 metri quadrati, con una struttura portante che ospita, oltre ai servizi e agli uffici, l’area bar, i campi da bocce con quattro piste, i due campi per la pétanque e lo spazio esterno comprensivo anche di parcheggio, il Bocciodromo Candiani è considerato un punto di riferimento per il quartiere, un veicolo di socializzazione ed integrazione sociale.

In quest’ottica il Comune intende valorizzarne il ruolo sociale e migliorarne quanto più è possibile il servizio offerto ai cittadini della Bovisa. Da qui l’articolazione di una serie di linee di indirizzo specifiche per il futuro bando di gara, che premierà i progetti di riqualificazione della struttura e promozione della vivibilità della stessa da parte degli utenti.

L’avviso pubblico sarà rivolto alle Società a le Associazioni Sportive Dilettantistiche, affiliate a Federazioni Sportive o Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal Coni e agli Enti di Promozione Sportiva singoli o associati, alle Discipline Sportive Associate e alle Federazioni Sportive Nazionali anche in forma associata.