Spazio Teatro No’hma : “Un amore travolgente”

brocca_bGiancarlo-Dettori-e-Franca-Nuti
brocca_bGiancarlo-Dettori-e-Franca-Nuti

Nel centenario della morte di Arrigo Boito, domenica 25 marzo, ore 17.00, lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro propone un affascinante testo che il compianto Fabio Battistini, – singolare figura di uomo di teatro che ha affiancato l’attività artistica a quella critica e giornalistica – ha ricavato dal ricco carteggio fra il grande librettista-compositore ed Eleonora Duse.

Settecento lettere che testimoniano la profondità del rapporto fra i due, in un momento cruciale per Boito, che proprio in quegli anni (tra 1884 e il 1900), realizzava i suoi importanti lavori con Giuseppe Verdi (Otello e Falstaff); un rapporto che illumina le personalità di entrambi “le aspirazioni appassionate, i nobilissimi momenti e, non sempre palesi a entrambi, le ragioni stesse della loro inconciliabilità”;
un rapporto che, dopo la fine dell’amore, dovuta anche alla nuova passione fra la Duse e D’Annunzio, si trasformerà in un’amicizia destinata a durare fino alla morte dell’autore, e sarà sempre testimoniato da una fitta corrispondenza.

Di chiaro nella mia vita non c’è che una cosa sola: volerti bene.
Tutto il resto è fatto di ruote, di pesi, di contrappesi, di catenelle,
di scrupoli, di rispetti mondani, di noi

Un’occasione per riscoprire la grande acutezza dell’attrice che ha rivoluzionato la scena italiana, che si ribella alla decadenza del gusto del teatro in quegli anni (“Stasera Sardou […] siamo alle solite! Così in Italia […] così in America […]: se non son cinque atti con morte non va bene”), e rivendica una più alta nobiltà artistica (“Io voglio recitare Shakespeare [… ] oh, anima bella di Shakespeare come ti sciupano […] ideale e poesia… lì c’è tanta della roba che fa vivere! Ha così nobilitato la razza umana colui.)

Un’occasione per vedere Giancarlo Dettori e Franca Nuti, una delle più grandi coppie del nostro teatro, che comunicano una gioia indescrivibile quando, raramente, condividono il palcoscenico.

INFORMAZIONI AL PUBBLICO: SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria