Oltre 100 giorni di “Lehman Trilogy”

LehmanTrilogy_DeFrancovichPierobonPopolizio_fotoMarasco
LehmanTrilogy_DeFrancovichPierobonPopolizio_fotoMarasco

Dal 3 al 21 gennaio 2017 al Teatro Grassi torna in scena Lehman Trilogy, lo spettacolo di Luca Ronconi – una delle produzioni più amate del Piccolo Teatro – dal pluripremiato testo di Stefano Massini, con un cast di interpreti eccezionali, tra i quali(in ordine di apparizione) Massimo De Francovich Fabrizio Gifuni, Massimo Popolizio, Paolo Pierobon, Fausto Cabra.

Lo spettacolo debuttò al Teatro Grassi il 29 gennaio 2015 e venne ripreso nel maggio dello stesso anno. Dopo la recente tournée a Torinoe Roma (tra novembre e dicembre 2016), sulla saga dei fratelli Lehman, a due anni di distanza dalla prima rappresentazione, si riapre il sipario della sala storica di via Rovello.

Oltre 100 recite  (al 21 gennaio, saranno 133) hanno scandito questa potente narrazione di un’epopea moderna.

Lehman Trilogy ha il respiro, lo stile e l’andamento di un poema epico il testo in cui Stefano Massini racconta 160 anni di storia del capitalismo, dalla metà dell’Ottocento al 2008, anno del fallimento della banca fondata dalla famiglia a New York, la Lehman Brothers.

Storia di uomini e donne, di padri e figli, di temperamenti e passioni, di cotone, carbone, ferrovie, denaro e speculazioni finanziarie, la saga dei Lehman è al tempo stesso uno squarcio di sogno americano: il Paese che tutto dà a chiunque dia prova di talento, inventiva e abnegazione, in una manciata di secondi rovescia fortune e destini.

I Lehman correranno più volte il rischio di cadere, con la Guerra di Secessione, i due conflitti mondiali, la crisi del 1929, ma sempre sapranno risollevarsi.

Tranne l’ultima volta: il 15 settembre 2008 Lehman Brothers diventa il più grande fallimento nella storia delle bancarotte mondiali. È l’abisso (o uno dei risultati) della crisi globale nella quale tutti ancora siamo sprofondati.

D’intesa con l’autore, Luca Ronconi suddivise i tre capitoli della Trilogia (Tre fratelli, Padri e figli, L’immortale) in due parti, intitolate Tre fratelli e Padri e figli.