Più di 30 punti alla Flexx Pistoia. Ora Milano è a 9 su 9

EA7 - Pistoia
EA7 – Pistoia

Assago, 27 novembre 2016

Ci siamo. L’Olimpia Milano si ripresenta al Forum cercando la nona vittoria consecutiva contro la Flexx Pistoia. Il pubblico è di quello delle grandi occasioni e tra loro ci sono anche dei giovani tifosi, delle scuole milanesi.

Tra gli spettatori anche l’ex giocatore di Milano “prestato” a Pistoia, Andrea Amato,  in campo l’ex centro di Milano, Daniele Magro, applaudito dai tifosi, mentre grande assente sul parquet  Kruno Simon. Al fischio d’inizio in campo per l’EA7 ci sono Kalnietis, Raduljica, Zoran, Abass, Macvan

L’olimpia deve farsi perdonare dal pubblico milanese dopo la brutta sconfitta in Eurolega contro il Fenerbahce.

L’inizio partita è un po’ problematico, i primi minuti vedono Pistoia in vantaggio anche se di pochi punti, dovuta principalmente da una scarsa difesa dell’EA7.

La “supremazia” di Pistoia dura poco, infatti a termine del primo quarto è 21-18 per i padroni di casa. Rilevante è la presenza di Macvan che si fa sentire sotto canestro, fa soffrire i difensori  e si carica sulle spalle la squadra realizzando nel giro di pochi minuti 6 punti. Concluderà poi la serata con 88% ai tiri.

Continuano anche nel secondo quarto le difficoltà milanesi in attacco e soprattutto in difesa. La situazione viene sbloccata da Hickman che due volte su due va a segno.

Il vantaggio aumenta,  l’attacco e la difesa iniziano a rodare; meno tiri da tre di Pistoia e aumentano invece quelli dell’EA7 e al sesto minuto si porta a quota  +10  (34-24).  Meritevoli di attenzione i due italiani in campo, Fontecchio e Abass, acclamati e applauditi con entusiasmo dal pubblico milanese per  concentrazione, tenacia e in particolare per dei canestri che mandano in delirio il Forum. Fontecchio concluderà la gara con il 75% sia da due sia da tre punti e risulterà il miglior valutato con un +/- di 35. Nel frattempo, squadre negli spogliatoi, sul punteggio di 52-35 per Milano.

Si riprende, e il terzo quarto è caratterizzato da un’alta intensità difensiva. I toscani faticano a trovare tiri facili, consentendo alla EA7 di aumentare il

vantaggio, concludendo il terzo quarto con un parziale di 27-16.

L’ultimo quarto si fa tutto in salita per Pistoia. I biancorossi non si ferma più, i

giocatori in campo fanno sentire la loro presenza, citiamo Dragic e Cerella che realizza una tripla, mandando in delirio il pubblico milanese. Le speranze di Pistoia si consumano e rimane in campo solo l’Olimpia. Fischi finale, e 104-70 per Milano. E’ la nona vittoria su nove partite. Ora tutti concentrati per  l’Eurolega, giovedì 1 dicembre contro l’ Unics Kazan.

Eleonora Gazzotti