A Cremona l’autunno è il momento magico per la cultura

Cremona-Torriani-
Cremona-Torriani-

Il 30 settembre, il San Francesco in Meditazione rientra, al Museo Civico Ala Ponzone di Cremona, dopo il grande successo della mostra Caravaggio e i pittori del Nord al Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid.

Grazie all’innovativa tecnologia di realtà aumentata Art-Glass®, i visitatori avranno la possibilità di apprezzare i risultati del restauro, recentemente condotto da Mariarita Signorini, attraverso un’esperienza immersiva e unica.

Infatti indossando appositi occhiali multimediali di ultima generazione i risultati delle indagini diagnostiche, compiute sul dipinto, si sovrapporranno all’immagine reale e sarà possibile “zoomare” ad altissima risoluzione i particolari, tornati pienamente leggibili, grazie alla pulitura dell’opera.

Uno sguardo ravvicinato che permetterà di apprezzare la straordinaria tecnica pittorica del Merisi, ma anche di proporre chiavi di lettura inedite riguardo all’iconografia dell’opera: in particolare, si potrà cogliere lo stretto rapporto con le vicende biografiche dell’artista, che nella fase tormentata della fuga da Roma per l’assassinio di Ranuccio Tommasoni si immedesima con il Santo fino a raffigurarsi nelle sue stesse vesti.

Il San Francesco cremonese sarà messo a confronto con quello della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma, evidenziandone le analogie.

Caravaggio e Torriani due grandi innovatori che operano nel XVI secolo, un periodo d’oro date le conquiste tecniche in primo piano: libri stampati, orologi meccanici, bussole e ingegneria navale per la navigazione oceanica, che favorirono la scoperta di nuove aree geografiche, macchine mirabili per il sollevamento delle acque che divengono gli strumenti di una conoscenza moderna il cui ingrediente fondamentale è saper innovare.

Caravaggio infatti nasce nel 1571 e si forma nel contesto milanese in cui Torriani lavora tra il 1540 e il 1556, prima di trasferirsi in Spagna. Un periodo che era una fucina in cui grandi artisti e artigiani concepivano opere ricercate dalle Corti di tutta Europa, commissionate da imperatori, papi, re e principi per diffondere la propria arte, sapienza e manualità in tutto il mondo occidentale. Il Museo la Ponzone è inoltre sede collaterale della grande mostra su Janello Torriani in corso al Museo del Violino. Lì infatti si tengono i laboratori didattici.

(ARtGlass, con sede a Monza e parte del Gruppo Capitale Cultura, è leader internazionale nello sviluppo di esperienze di realtà aumentata per i siti culturali basate su dispositivi indossabili (smartglass) ed ha all’attivo oltre 10 installazioni presso altrettanti musei e siti archeologici in Italia e Svizzera, tra cui la mostra Da Guercino a Caravaggio: Sir Denis Mahon e l’arte italiana del XVII secolo tenutasi a Palazzo Barberini dal 26 Settembre 2014 al 15 febbraio 2015.)