Milano: Un Ferragosto ricco di appuntamenti

Milano
Milano

Durante la settimana di Ferragosto Milano offrirà molte moltissime opportunità di divertimento, approfondimento, sperimentazione: oltre ai cartelloni di cinema, teatro e musica, anche musei e sedi espositive – aperti straordinariamente e alcuni gratuitamente – proporranno ai visitatori collezioni e mostre d’arte antica, moderna e contemporanea. Un’offerta ricca e varia per una città viva e sempre più internazionale, che nel mese di luglio ha registrato un aumento dei turisti (più 6% con quasi un milione di turisti, 31- 45enni e single in testa) e una maggiore affluenza nei musei civici (più 3%) rispetto a luglio 2018.
Sempre aperti Palazzo Reale e PAC, il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, con un’offerta culturale ampia e articolata che va dalla grande mostra dei Preraffaelliti, realizzata in collaborazione con Tate Britain, alle mostre d’arte contemporanea di Nanda Vigo, Ugo Nespolo e Guido Pajetta (visitabili gratuitamente a Palazzo Reale) e alla personale di Anna Maria Majolino al PAC.

Aperto anche il Mudec|Museo delle Culture con le mostre dedicate a Roy Lichtestein e a Liu Bolin, mentre l’esposizione permanente “Oggetti d’incontro” è in fase di riallestimento e riaprirà il 1° ottobre con un nuovo percorso e una nuova mostra dedicati al “Progetto Oriente”, che abiterà la stagione del Mudec fino a febbraio 2020.

Aperti straordinariamente a Ferragosto anche tutti i musei civici, dal Castello Sforzesco al Museo del Risorgimento, dalla GAM|Galleria d’Arte Moderna al Museo di Storia Naturale, dal Museo Archeologico a Palazzo Morando. Il Museo del Novecento, inoltre, resterà aperto anche il lunedì pomeriggio, mentre tutti gli altri civici lunedì 12 osserveranno la giornata di chiusura settimanale.

Dopo 60 spettacoli, oltre 25mila presenze e molti sold out, prosegue con successo “Estate Sforzesca”, la rassegna plastic free promossa e coordinata dal Comune di Milano che giovedì 15 offrirà gratuitamente alla città “Fireworks”, il grande concerto di Ferragosto con l’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” diretta da Ruben Jais: un grande concerto nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, accompagnato da proiezioni video in tempo reale dello Studio Antimateria. L’orchestra eseguirà alcune celebri pagine sinfoniche di Stravinskij, Händel e Čajkovskij.

Durante la settimana di Ferragosto sono in cartellone anche altri appuntamenti: lunedì 12 l’emozione del cinema muto sarà accompagnata da un’orchestra dal vivo con “Il Golem”; venerdì 15 si potrà ascoltare la musica anche ad “Ad occhi chiusi”, con un tris di proposte che comprende un dj-set su vinile di musica classica, un concerto per pianoforte silenzioso da ascoltare in cuffia e un singolare concerto di “musica da cucina”; domenica 18 l’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” diretta da Enrico Fagone ci porterà all’esplorazione delle “Due Americhe”, del Sud e del Nord, con le musiche di Bizet, Manuel de Falla, Arturo Márquez e Leonard Bernstein. L’Estate Sforzesca continua fino al 25 agosto.
Programma completo su www.yesmilano.it.

Anche la musica classica è protagonista della settimana di Ferragosto grazie al Festival internazionale di musica antica “Milano Arte Musica”, che si svolge nella chiesa di Santa Maria della Passione con un programma che vede lunedì 12 il clavicembalo di Bob van Asperen celebrare J. S. Bach e i suoi precursori olandesi e tedeschi, mentre giovedì 15 l’Orchestra Theresia – orchestra internazionale composta da musicisti under 30 provenienti dalle più importanti scuole europee di musica – eseguirà musiche di Kraus e Haydn. Programma completo su www.milanoartemusica.it.

Promosse da Anteo e dal Comune di Milano, le arene estive di Arianteo – nelle tre sedi di Palazzo Reale, Chiostro dell’Umanitaria, Chiostro dell’Incoronata – propongono anche durante questa settimana un film diverso in ogni sede ciascuna sera, con anteprime (come “L’amour flou – come separarsi e restare amici” di e con R. Bohringe) e prime visioni (come “Una famiglia al tappeto” di S. Merchant). Programma completo su www.spaziocinema.it.

R…estate al museo 2019

Museo Capo  Colonna
Museo Capo Colonna

Da martedì 16 luglio 2019 il Museo Archeologico Nazionale di Crotone (Crotone) e il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) ospiteranno degli incontri che coinvolgeranno il pubblico su varie dimensioni dell’antico.

Gli incontri ci aiuteranno a riflettere, a partire dal primo che si terrà il 16 luglio prossimo con il prof. Francesco Cuteri, che illustrerà aspetti della Grecità ancora connaturati alla Calabria. Nel secondo incontro (il 23 luglio) saranno giustapposti argilla e plastica nelle loro differenti ma non difformi funzioni e nei risvolti pratici, dall’antichità ad oggi.

E grazie alle fotografie del contest a Capo Lacinio i diversi scatti costituiranno nuove visioni delle vestigia greche, ma soprattutto del suo contesto legato a natura, paesaggio, antropologia. In calendario il 10 agosto è l’osservazione dei cieli guidata da due esperti planetaristi, prima al planetario presso l’Istituto Tecnico Nautico poco fuori città e poi a Capo Colonna, mentre martedì 20 ci sarà una gustosa sorpresa presso il museo di via Risorgimento e, infine, il 27 agosto un’importante riflessione sul passaggio dal collezionismo all’istituzione museo.

Il Polo museale della Calabria, che ha come mission la valorizzazione dei beni culturali attraverso l’interscambio con il territorio, in questo frangente estivo propone così di vivere le sedi museali come luogo di approfondimento per capirne meglio il patrimonio materiale, iconografico, archeologico e, soprattutto, culturale che essi custodiscono.

Si cercherà di evidenziare l’attualità di alcuni aspetti peculiari che caratterizzano la nostra regione e di attualizzare quel che appare lontano nel tempo, ma è invece vicino nel quotidiano e sempre vero perché, appunto, timeless. Confrontarsi con l’antico significa, infatti, anzitutto fermarci a riflettere sui nostri fondamentali, per arrivare a comprendere che tutto è contemporaneo: ciò che è stato, che era, è ancora oggi.
Vi aspettiamo quindi numerosi in questo percorso attraverso l’antico per capire meglio il contemporaneo, nello spazio del territorio crotoniate ma non solo, in una dimensione “senza tempo”.

Il Museo Archeologico Nazionale di Crotone (Crotone) e il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) sono entrambi diretti da Gregorio Aversa e afferiscono al Polo museale della Calabria, guidato da Antonella Cucciniello.

R…estate al museo 2019
Timeless – Attualità dell’antico
Conversazioni estive
Museo Archeologico Nazionale di Crotone (Crotone)
Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone)
16 luglio/ 27 agosto 2019

Museo del Ghisallo – Riapertura

museo del ciclismo madonna del ghisallo
museo del ciclismo madonna del ghisallo

Riparte con una mostra strepitosa, Veni Vidi Bici di Riccardo Guasco, la stagione 2019 del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio. Una mostra che sarà allestita nei prossimi giorni e inaugurata a fine mese, una mostra che emoziona per i colori e l’atmosfera che questo artista alessandrino sa regalare al ciclismo vintage e non solo. Il suo tratto riempirà una sala dopo l’altra dell’intero spazio espositivo dedicato alle mostre temporanee.

La mostra di Riccardo Guasco terrà compagnia ai visitatori del museo sino alla fine del mese di maggio 2019 quando il Ghisallo inaugurerà un’altra rassegna storica “speciale”: sarà infatti dedicata una esposizione al settantesimo anniversario della Polizia Stradale al seguito del Giro d’Italia: un percorso a ritroso nel tempo attraverso immagini, cimeli, rievocazioni con un doppio evento previsto il 26 (domenica) e 27 (lunedì) maggio 2019, per il passaggio della corsa rosa (la tappa Carpi – Como, la più lunga del Giro 102) e per la giornata di riposo del Giro d’Italia dedicata ad una speciale visita degli studenti con il coinvolgimento del Pullman Azzurro della Polstrada. 70 anni della Polizia Stradale alle corse ciclistiche e 70 anni del Santuario del Ghisallo: un numero questo 70 che unisce “la scorta” dei Girini alla chiesa sul Passo che proprio nel 2019, il 14 ottobre, celebrerà il suo settantesimo anniversario. Museo del Ghisallo e Santuario sono pronti a festeggiare “nel segno del Centenario di Fausto Coppi” una serie di eventi che li collegano ancora di più, gemellando in modo ancora più incisivo la casa dei ciclisti con la chiesetta che ospita la Madonnina protettrice di tutti i corridori.

Le celebrazioni avranno inizio a fine mese di marzo con l’inaugurazione davanti al Museo del Ciclismo di un busto in bronzo dedicato a Fiorenzo Magni, dono di Ernesto Colnago. A giugno una mostra dedicata ai 70 anni del Santuario condurrà i visitatori nella storia del Ghisallo con una importante rassegna dedicata a Fausto Coppi e Fiorenzo Magni (mostra fotografica sui due campioni-amici).

Concerto al buio al Museo Omero

Lorenzo Montanaro violoncello
Lorenzo Montanaro violoncello

In occasione della XII Giornata Nazionale del Braille, il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con la sezione provinciale di Ancona dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, organizza un evento dedicato alla musica.

Appuntamento alle ore 18 presso la sala conferenza del Museo Omero con il concerto di Lorenzo Montanaro, violoncello e Luigi Mariani, pianoforte, che sarà preceduto da una conversazione di Serena Stronati e Sauro Cesaretti sul tema “Breve panoramica sulla musica in Braille”.

Lorenzo Montanaro, concertista e giornalista e Luigi Mariani, docente di pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, entrambi non vedenti, proporranno musiche di Robert Schumann e Johannes Brahms da godersi al buio.

Programma
Robert Schumann (1810 – 1856)
Tre romanze op. 94
Nicht schnell
Einfach, innig
Nicht schnell
Johannes Brahms (1833 – 1897)
Sonata per violoncello e pianoforte op. 38 n. 1 in mi minore
Allegro non troppo
Allegretto quasi minuetto – Trio
Allegro

Concerto al buio
Giovedì 21 febbraio ore 18
Museo Tattile Statale Omero

 

Rassegna “Sensi d’Estate”: XVII Edizione

sensi-estate
sensi-estate

Torna per la diciassettesima edizione la rassegna “Sensi d’Estate” organizzata dal Museo Tattile Statale Omero: spettacoli teatrali e concerti gratuiti, tutti i giovedì dal 12 luglio al 16 agosto 2018 nella corte della Mole a partire dalle ore 21,30.

La rassegna si apre giovedì 12 luglio con una prima internazionale: Marco Poeta presenta TUTTO QUESTO È FADO un concerto di brani dell’antica tradizione del fado di Lisbona con un ospite speciale JORGE FERNANDO, chitarrista storico di Amalia Rodrigues,

Giovedì 19 luglio, per la regia di Sonia Antinori, va in scena lo spettacolo corale NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L’IRRUZIONE DEL REALE / 3.LA PORTA, conclusione del progetto MigrArti 2018 della Compagnia Malte, con i protagonisti di Jungle People Lab e la partecipazione di Carla Manzon.

Giovedì 26 luglio CONCERTO SPETTACOLO DELLA GIACOMO MEDICI TANGO ORCHESTRA: il baritono Giacomo Medici e la sua orchestra, che ospiterà il bandoneonista Gianni Iorio, propongono un percorso musicale dal tango della prima metà del ‘900 ai compositori più celebri di questo genere; ballerini: Paolo Persi e Flamina Candelori, Alessandro Esposto e Sara Porfiri.

Giovedì 2 agosto, in collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona, andrà in scena LIRICA E DINTORNI un concerto con un cast d’eccezione per una serata romantica all’insegna delle più celebri arie d’opera con il soprano Marta Torbidoni, il tenore Matteo Mezzaro, al pianoforte Silvia Ercolani.

Giovedì 9 agosto nello spettacolo teatrale VIVA LA VIDA! l’attrice Stefania Terrè porterà in scena la passione e la follia di Frida Kahlo, la sua immane sofferenza e il suo smisurato amore per la vita. Testo di Pino Cacucci e regia di Antonio Lovascio.

Giovedì 16 agosto la rassegna chiude con lo spettacolo di teatro-canzone dell’ensemble musicale La Compagnia, ideato e diretto da Piero Cesanelli, in collaborazione con MUSICULTURA UN SOLDINO PER IL JUKEBOX, Le calde estati degli anni ’60: un viaggio attraverso la canzone anni ’60, sulle note di brani che sono stati la colonna sonora di quelle indimenticabili estati.

MOSTRA – La mostra che accompagnerà l’estate del Museo Omero sarà FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. A cura di Nunzio Giustozzi e ospitata nelle sale del Museo Omero dal 7 luglio al 16 settembre. Ingresso gratuito.
La mostra “Forme sensibili” e il Museo sono aperti e visitabili nelle serate di Sensi d’Estate dalle ore 21 alle 24.

Il 12 e il 19 luglio alle ore 21 sono previsti incontri con esperti per parlare di vista e prevenzione in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”. Le donazioni raccolte durante la serata del 16 agosto saranno devolute all’AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e cellule – sezione provinciale Ancona.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

INFO
Gli spettacoli si svolgono all’aperto, nella corte della Mole: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.