Primavera di Alba 2016

Primavera_CS_2016_GDivino_2
Primavera_CS_2016_GDivino_2

La Primavera di Alba si tinge di nuovi colori. Una stagione vivace capace di coinvolgere chi si trova nella capitale delle Langhe, da marzo fino all’estate, con oltre 200 appuntamenti che abbracciano tutte le sfaccettature dell’intrattenimento senza tralasciare l’enogastronomia che vede in Vinum, la 40^ Fiera Nazionale dei vini di Langhe, Roero e Monferrato, il suo fiore all’occhiello. Le occasioni culturali si declinano attraverso l’arte e l’architettura, la letteratura, il cinema e il teatro con tanti incontri interessanti e momenti dedicati ai bambini e alle famiglie.

“La tradizione culturale, per nostra fortuna, ad Alba non è mai mancata – afferma Fabio Tripaldi – Assessore alla Cultura e al Turismo della Città di Alba. – Vorrei che la Primavera 2016 fosse connotata non soltanto dai tantissimi eventi che animano la nostra città, ma anche dalla nuova sinergia esistente tra i cinque musei che operano per valorizzare le bellezze culturali albesi. Il nuovo Sistema Museale Albese riunisce con un unico biglietto l’offerta museale del Museo Civico Archeologico e di Scienze Naturali Federico Eusebio, del Centro Studi Beppe Fenoglio, della Chiesa di San Domenico, del Mudi – Museo Diocesano e della Chiesa di San Giuseppe. Mi piace pensare che tra un concerto ed un appuntamento enogastronomico, tra la presentazione di un libro ed un festival, non soltanto i turisti, ma anche gli albesi possano usufruire di questo servizio per scoprire le bellezze nascoste della nostra città”.

Proprio al Sistema Museale Albese viene dedicata l’edizione 2016 della Primavera di Alba, un modo per riportare l’attenzione sulla storia, l’arte e l’architettura della capitale delle Langhe attraverso una fruizione sinergica dei principali luoghi di cultura della città. Una grande occasione rivolta ai turisti e ai cittadini per concentrarsi sullo straordinario patrimonio materiale che racconta la storia millenaria di Alba.