Biblioteche online e non solo

biblioteche filo diretto con i cittadini
biblioteche filo diretto con i cittadinila biblioteca è con te,opportunità umanizzazione,davide falco,dietrolanotizia.eu,mondodisabile.it

Quelle che stiamo vivendo sono settimane delicate, affannose, caratterizzate da situazioni, avvenimenti e sentimenti a dir poco stranianti. In breve tempo tutto è cambiato, soprattutto nei rapporti sociali. Per questo, in circostanze così difficili, le biblioteche CSBNO hanno scelto di restare in contatto con le comunità cittadine e con gli utenti più affezionati, per far sentire loro la presenza nonostante la chiusura fisica.

Ascoltando le loro emozioni, registrandone le aspettative, guidandoli nell’utilizzo dei servizi, sempre gratuiti, della biblioteca digitale, disponibile nelle case h24.

Su queste basi è nato il progetto CSBNO “La biblioteca è con te”, che prende il via proprio in questi giorni. Sono circa 14mila gli utenti che nella prima fase saranno contattati telefonicamente direttamente dai bibliotecari, vuoi per rinnovare un contatto personale che manca a tantissimi, vuoi per ricordare le opportunità offerte dai servizi digitali che la biblioteca già proponeva e che proprio in queste settimane sono stati fortemente implementati. Sono oltre settanta gli operatori bibliotecari coinvolti nel progetto.

La tecnologia digitale si sta dimostrando un formidabile strumento al servizio dell’umanizzazione.
Arricchire di contenuti i servizi digitali è il modo scelto dalle biblioteche per essere solidali.

Nella biblioteca on line le opportunità sono davvero tante, per tutti.
Ci sono gli ebook, libri digitali per tutti, con un catalogo di circa 37.000 titoli, che prevedono anche la possibilità di lettura facilitata per agevolare i senior. Non mancano interessanti guide sulle tematiche più diverse e manuali di long-life learning.

L’ingente catalogo di audiolibri mette a disposizione classici, best seller e novità di fiction, narrati da attori e doppiatori professionisti, spesso interpreti popolari del cinema e teatro italiani.

Presenti anche titoli di saggistica generale, storica, manualistica, self-help e self-improvement, in particolare per la crescita professionale e per l’apprendimento delle lingue straniere. E ancora, video corsi e e-learning per gli studenti e libri digitali illustrati per i bambini, e anche videogiochi per un po’ di svago.

Festival della Comunicazione aderisce alla campagna del Mibact

GianelliIoRestoACasa
GianelliIoRestoACasa

Da domenica 15 marzo, per tutta la durata dell’emergenza coronavirus, il Festival della Comunicazione di Camogli partecipa all’iniziativa culturale italiana #iorestoacasa – promossa dal Mibact – per offrire contenuti speciali e vivere questo momento in compagnia dei protagonisti della cultura italiana. Video culturali e di intrattenimento, talk, spettacoli e dialoghi divertenti, naturalmente gratuiti, che saranno distribuiti in formato digitale accessibili in qualunque momento e su qualsiasi device, dal pc allo smartphone e alle smart tv, da soli o insieme a tutta la famiglia.

A partire da una selezione dei migliori contributi raccolti durante le sei edizioni del Festival della Comunicazione – ideato da Umberto Eco e diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer – ogni giorno su Facebook e Instagram verrà suggerito un nuovo contributo. Tra i protagonisti, scelti tra le grandi personalità italiane del mondo del giornalismo, dell’economia, della comunicazione, dell’arte e della scienza, ci saranno Umberto Eco, Tullio De Mauro, Massimo Recalcati, Roberto Benigni, Stefano Massini, Alessandro Barbero, Cinzia Leone, Claudio Bisio e Fabio Genovesi.

Accedere a questi contenuti è molto semplice: è sufficiente visitare l’apposita sezione del sito del Festival della Comunicazione, http://www.festivalcomunicazione.it/edizioni-passate/ oppure tramite i canali social del festival come YouTube (Festival della Comunicazione, Camogli), Facebook (@FestivalComunicazione) e Instagram (@festivalcom).

Insomma, la cultura non si ferma: proprio in questo periodo in cui più si sente la necessità di superare lo smarrimento e la solitudine che derivano dalla drastica riduzione dei rapporti interpersonali, le riflessioni profonde e acute dei più grandi esponenti della cultura italiana possono fare da bussola. Dando origine, metaforicamente, a una prima edizione interamente digitale del Festival della Comunicazione, trasversale nel tempo e nello spazio.

Come già annunciato dallo scorso settembre, la prossima edizione del Festival della Comunicazione, la settima, è in programma dal 10 al 13 settembre 2020 come sempre a Camogli, in provincia di Genova. Tema dell’evento sarà proprio la socialità, quel tratto autentico e distintivo dell’uomo che è fondamento e misura di ogni sua conquista, in tutte le sue forme, e che quest’anno assume un significato ancora più forte e particolare.

Organizzato da Frame in collaborazione con il Comune di Camogli, il Festival della Comunicazione è ormai riconosciuto come un appuntamento unico e imprescindibile nell’articolato panorama della comunicazione e del dibattito intergenerazionale.

Fondazione Milano: didattica a distanza

Fondazione Milano
Fondazione Milano

Tutte le attività a distanza delle Scuole Civiche di Fondazione Milano

Registi, sceneggiatori, interpreti, traduttori, musicisti e filmmaker sono tornati a lezione, dal 2 marzo a distanza. Ma non solo: a distanza ci si può laureare, dialogare con l’ufficio Erasmus, partecipare all’open day. In programma anche di riaprire la radio con pillole della trasmissione Frequenza obbligatoria. Lanciata una call per un palinsesto di consigli per continuare a fare e condividere cultura.

Milano, 6 marzo 2020 – Fondazione Milano è polo universitario civico che forma professionisti dello spettacolo dal vivo e comunicazione nelle sue quattro scuole: Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli.

A fronte delle disposizioni che prevedono la sospensione dell’attività didattica in presenza subito tutte le Scuole si sono mobilitate per garantire il più possibile lezioni a distanza per gli iscritti ai 61 corsi di laurea triennali e ai 26 magistrali. Aule virtuali, video, conference call e podcast sono le modalità attivate per non fermare l’anno accademico. Ma non si tratta solo di fare lezione, sempre più attività e servizi si spostano online.

Alla Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli le prime lezioni a distanza hanno preso il via già la scorsa settimana e oggi il 95% della didattica è ripartita e si svolge online per tutti gli studenti: interpreti, traduttori, esperti di comunicazione e mediatori linguistici. L’ufficio Erasmus è aperto agli studenti in uno spazio virtuale in cui è possibile tramite un link accedere e dialogare con i referenti. Il 14 marzo l’Open Day in programma non verrà annullato: sarà presto disponibile una videopresentazione dei corsi e una linea diretta con i coordinatori per tutte le domande e gli approfondimenti.

Anche i registi teatrali, gli autori e gli organizzatori della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi stanno partecipando alle lezioni a distanza e si stanno attrezzando aule virtuali anche per gli attori e i danzatori.

Alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti sono già ripartiti i corsi per gli sceneggiatori, quelli di animazione, produzione, regia e social video maker.

Alla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado le prime lezioni a ripartire sono state quelle di Musica Antica, Classica e Ricerca Musicale. Mercoledì è stata discussa a distanza una tesi di diploma accademico in composizione che ha meritato il massimo dei voti.

“Si tratta di un passaggio articolato e complesso, una vera e propria sfida che ci mette alla prova” dice il presidente di Fondazione Milano, Stefano Mirti “Alle nostre Scuole Civiche, che hanno nel loro Dna una grande capacità di innovazione e resilienza, il compito di trasformare le difficoltà in una grande occasione di sperimentazione e sviluppo.”

Lavori in corso anche per far ripartire la radio degli studenti FM Web Radio e la loro trasmissione Frequenza Obbligatoria, già sono state registrate le prime pillole.

Oggi è stata lanciata una call per creare un palinsesto di contenuti a cura delle Scuole Civiche di Fondazione Milano per continuare a fare e condividere cultura.

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – Fondazione Milano®

Villa Simonetta – via Stilicone 36 – 20154 – Milano tel. 02.97.15.24 – uff. st. Alessandra Arcidiaco 339.85.30.339 – info_musica@scmmi.it – musica.fondazionemilano.eu

“Topolino” edizione speciale in edicola

Topolino
Topolino

“I Talenti delle Donne”. Domani in edicola edizione speciale di “Topolino” con una storia dedicata alle donne scienziate

Un’iniziativa promossa da Fondazione Bracco e Panini Comics che fa parte del palinsesto promosso dal Comune di Milano

Milano, 3 marzo 2020 – In occasione della “Giornata Internazionale della Donna” dell’8 marzo, il settimanale “Topolino” si tinge di scienza con una storia speciale, intitolata “Paperina e la selezione scientifica”, che pone al centro la valorizzazione delle competenze scientifiche femminili. Nel numero in edicola da mercoledì 4 marzo, infatti, si parlerà di ricerca scientifica attraverso l’esperienza di due protagoniste autorevoli della ricerca italiana, omaggiate nella storia principale del numero e protagoniste di un approfondimento dedicato, realizzato in sinergia con Fondazione Bracco.

Scritta da Gaja Arrighini e con i disegni di Silvia Ziche, “Paperina e la selezione scientifica” ci porta nel Club delle Ragazze di Paperopoli dove Paperina invita due scienziate della Quack Foundation della Calisota Valley che riusciranno a conquistare con i loro racconti e le loro scoperte non solo le ragazze del club, ma anche Archimede, Paperoga e tutti gli abitanti di Paperopoli.

L’iniziativa fa parte del palinsesto “I talenti delle donne”, il programma promosso dal Comune di Milano|Cultura che per tutto il 2020 proporrà, con approccio multidisciplinare e inclusivo, un percorso sul ruolo femminile nelle diverse discipline creative, con una sottolineatura proprio sulle istanze sociali di mutamento.

A corredo della storia a fumetti, il magazine dà spazio a un approfondimento redazionale sulla scienza vista da una prospettiva femminile, con un’intervista doppia a Barbara Caputo (Professoressa ordinaria di ingegneria informatica al Politecnico di Torino) e Luisa Torsi (Professoressa ordinaria di chimica presso l’Università di Bari).

Le due ricercatrici, rappresentate nella storia “Paperina e la selezione scientifica” con due personaggi di fantasia, fanno parte del progetto #100esperte (100esperte.it), una banca dati online creata dall’Osservatorio di Pavia con l’associazione Gi.U.Li.A., sviluppato da Fondazione Bracco e con il supporto della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea con i profili di oltre 220 esperte di STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), settore storicamente sottorappresentato dalle donne e al contempo strategico per lo sviluppo economico e sociale.

Il museo riapre al pubblico

Museo della Scienza e Tecnologia Milano
Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Il museo riapre al pubblico
Da martedì 3 marzo, sarà possibile tornare a visitare
le collezioni del Museo

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci
Via San Vittore, 21 – Milano

Milano. Da martedì 3 marzo, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, secondo le disposizioni delle Autorità, riapre al pubblico dopo circa una settimana di chiusura, iniziata alle ore 15 di domenica 23 febbraio.
In linea con la necessità di assicurare modalità di fruizione contingentate, come richiesto per i musei e in generale per i luoghi di cultura, il Museo sarà interamente visitabile su tutti i suoi 50.000mq di superficie, fatta eccezione per il Sottomarino Enrico Toti, per le attività dei laboratori e le esperienze VR, con orario 09.30-17.

“Il nostro Museo domani riapre ai visitatori. Pur con i limiti previsti dalle indicazioni delle autorità competenti, viviamo con soddisfazione questo momento come l’inizio del ritorno dell’intera comunità alla sua forza naturale: quella della normalità del quotidiano”, ha dichiarato il Direttore Generale, Fiorenzo Galli.

Il format digitale #storieaportechiuse, pensato per raccontare ai visitatori quello che normalmente non possono vedere e che, durante le giornate di chiusura, è stato lanciato per continuare a dialogare con il pubblico portandolo all’interno del Museo anche quando non accessibile, proseguirà come appuntamento fisso con cadenza settimanale tutti i lunedì, giorno di chiusura.
I prossimi appuntamenti vedranno protagonisti i curatori Claudio Giorgione, in diretta dalle Gallerie Leonardo da Vinci per parlare di Leonardo da Vinci: il disegno, Marco Iezzi dal Sottomarino Toti per raccontare La vita a bordo di un sottomarino e con Luca Reduzzi, dall’area Spazio e Astronomia sul tema Astronomia. La scoperta del cielo.

#storieaportechiuse sarà online tutti i lunedì sui canali Facebook, Twitter e Instagram del Museo

Informazioni
Tutti i contenuti saranno fruibili ogni lunedì sui canali social del Museo:
Facebook: https://www.facebook.com/museoscienza/
Twitter: https://twitter.com/museoscienza/
Instagram: https://www.instagram.com/museoscienza/

Calendario dirette Facebook #Storieaportechiuse

Lunedì 9 marzo, ore 18
La vita a bordo del sottomarino Enrico Toti
In diretta dall’interno del sottomarino Toti con il curatore Marco Iezzi

Lunedì 16 marzo, ore 18
Astronomia. La scoperta del cielo
In diretta dall’area Spazio e Astronomia con il curatore Luca Reduzzi

Lunedì 23 marzo, ore 18
Leonardo da Vinci: le vie d’acqua e il paesaggio
In diretta dalle Gallerie Leonardo da Vinci con il curatore Caudio Giorgione

Lunedì 30 marzo, ore 18
C’è vita nello Spazio, ma proviene dalla Terra
In diretta dall’area Spazio e Astronomia con il curatore Luca Reduzzi