Residenze-Studio a cura di Alchemilla

Residenze - Alchemilla
Residenze – Alchemilla

RESIDENZE-STUDIO
Elena Bastogi, Anna Maria e Carminda Soares, Zheng Ningyuan
a cura di Associazione Alchemilla
ottobre 2020 – aprile 2021
Palazzo Vizzani, Bologna

Alchemilla presenta il nuovo programma di Residenze-Studio, realizzato con il contributo della Fondazione Zucchelli e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Il progetto è proposto in collaborazione con l’artist run space Gelateria Sogni di Ghiaccio di Bologna e lo Espaço Mira di Porto, con il patrocinio del Quartiere Santo Stefano.
L’Associazione Alchemilla intende promuovere il talento di quattro giovani artisti, offrendo loro un luogo nel quale poter abitare, lavorare, sperimentare e creare nuove produzioni, anche in relazione con i saloni settecenteschi di Palazzo Vizzani, sede dell’associazione Alchemilla. Durante il periodo di residenza verranno creati dei momenti di confronto tra gli artisti ospitati, i critici e i formatori invitati, che avranno la possibilità di offrire uno sguardo esterno sulla produzione dei lavori.

Le prime due residenze della durata di due settimane ciascuna coinvolgono tre giovani performers: Elena Bastogi (Italia, 1995) la cui permanenza è pervista dal 25 ottobre al 7 novembre, e le sorelle Anna Maria e Carminda Soares (Portogallo, 1993) che saranno presenti dal 25 ottobre al 7 dicembre. Durante la primavera del 2021 entrerà in residenza per due mesi l’artista visivo Zheng Ningyuan (Cina, 1989), che è stato selezionato dalla Fondazione Zucchelli in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna e il MAMbo – Museo d’Arte Modena di Bologna.

Elena Bastogi nel suo periodo di residenza bolognese avrà modo di portare a compimento la performance teatrale dal titolo Senza titolo (mâcher ses mots) – figuration attempt #2. Si tratta di un lavoro teatrale che indaga il linguaggio e la parola nel suo darsi, mostrarsi e ritrarsi, concepito nel 2018 a Lisbona durante la frequentazione del PACAP II (Programma Avanzato di Creazione nelle Arti Performative) al Forum Dança. Durante la residenza bolognese, l’artista amplifica la presenza del corpo, rilegge gli equilibri tra parola e azione scenica, avvalendosi dello sguardo esterno della danzatrice e coreografa Lucia Palladino e della regista Alexia Sarantoupoulou.

Anna Maria e Carminda Soares svilupperanno una nuova produzione dal titolo It’s a long yesterday, un lavoro ispirato da un aspetto autobiografico, ovvero la relazione gemellare tra le due performer. I materiali prodotti fino ad ora – frammenti coreografici, immagini, tracce musicali – diventeranno durante la residenza oggetto di studio e di approfondimento con l’intento di comporre l’ossatura della performance. Le sorelle Soares nel realizzare il proprio intervento si avvarranno della collaborazione con il musicista Antonio Marotta, mentre la coreografa e danzatrice Lara Russo offrirà uno sguardo esterno sul lavoro delle due performer. It’s a long yesterday è uno spettacolo co-prodotto con Teatro Municipal di Porto e la Compagnia Instável.

Zheng Ningyuan vive e lavora a Bologna. La sua esplorazione artistica è basata su due filoni principali: i movimenti sociali legati all’immigrazione in Italia e l’interazione tra Europa e Cina nel contesto della globalizzazione. La sua residenza restituirà un’immagine differente del suo paese d’origine, sfatando tabù e stereotipie, e portando alla luce il ricco tessuto culturale e relazionale degli immigrati cinesi che abitano il territorio italiano.

Titolo: RESIDENZE-STUDIO
Artisti: Elena Bastogi, Anna Maria e Carminda Soares, Zheng Ningyuan
Sede: Alchemilla, Palazzo Vizzani, Via Santo Stefano 43, Bologna
Periodo: ottobre 2020 – giugno 2021
A cura di: Associazione Alchemilla
Con il contributo di: Fondazione Zucchelli e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Partner: Gelateria Sogni di Ghiaccio (Bologna) e Espaço Mira (Porto)
Con il patrocinio di: Quartiere Santo Stefano Bologna

Informazioni: info@alchemilla43.it

“In te ho nascosto un lago” di Marco Fortuna

Marco Fortuna In te ho nascosto un lago copertinapiatta
Marco Fortuna In te ho nascosto un lago copertinapiatta

“IN TE HO NASCOSTO UN LAGO”: NEI VERSI DI MARCO FORTUNA UN OMAGGIO ALLA VITA E ALLA SUA CICLICITA’.
30 componimenti per raccontare passato e presente in un tempo ciclico plasmato di sentimenti, esperienze e relazioni.

La poesia di Marco Fortuna è esistenza, contemplazione della natura, diluizione del dolore. È nostalgia e rinnovamento, aspirazione a un nuovo umanesimo.
La parola divenuta immagine: i versi del poeta, confluendo nella narrazione del sentimento universale, diventano socialità e rappresentazione dell’uomo, nei cui dolori, gioie e illusioni, da sempre, si scopre la totalità della vita.

“Nella poesia ci emozioniamo per qualcosa che capita a noi stessi e non, di riflesso, per qualcosa che capita ad altri. È una delle cose preziose che servono per farci ‘sentire’ che siamo ancora vivi.” [Marco Fortuna]

Ecco la casa di terra dove bambini
scaldano davanti al fuoco
le gambe scarne
e sfogliano il granturco
nell’odore di fango e paglia.
Poche le parole che cadono dalla bocca
e poi il fuoco si spegne
la notte si raffredda.
Le finestre spoglie,
senza vetri,
guardano il campo
dove una lepre fulminea passa.
Sulle canne dello stagno
la libellula dorme quieta.

Ogni poeta eleva la nostalgia come suo elemento centrale. Forse sì, ma in Fortuna, questa meditazione sul passato e sul ritorno possibile, senza essere troppo drammatizzata, si riempie di particolari (dico proprio di particolari fisici, di cose, di modi delle materie) così bene elencati, confessati, acquisiti e infine immessi nel tessuto del testo, da conferire all’opera un tenore di originalità. Insomma, non un canto funebre sul mondo, ma poesia rivitalizzante il mondo. Il mondo poetico di “In te ho nascosto un lago” è un mondo non perduto; è solo il mondo della conoscenza dell’azione affettiva.

Autore: Marco Fortuna
Editore: LietoColle

Pubblicazioni
▪ “In te ho nascosto un lago” ed. LietoColle – 2019: raccolta di poesie.
▪ “La giovane poesia marchigiana” (Santelli editore) – giugno 2019 – poesia pubblicata nell’antologia curata dallo scrittore e critico letterario Lorenzo Spurio.
▪ “La strada del ritorno – favole d’amore e di perdono” La Rondine edizioni – aprile 2019: libro di favole illustrate per bambini.
▪ “Dimmi le parole” ed. Italic – 2017: raccolta di poesie e di un racconto breve dal titolo “Le parole possono cambiare il mondo” dal quale è nata l’omonima pièce teatrale.
▪ “Senza una traccia” auto publishing – 2012: raccolta di poesie
▪ “Non lasciarmi” ed. Albatros – 2011: opera d’esordio, raccolta di poesie che parla d’amore e di amicizia

www.marcofortuna.it

https://www.facebook.com/marcofortunapoetry

Instagram: @marcofortunapoetry

https://lietocolle.ecwid.com/In-te-ho-nascosto-un-lago-Marco-Fortuna-p159615065

Clear Channel partner di Triennale Milano

Enzo Mari - © Triennale Milano - foto Gianluca Di Ioia (2)
Enzo Mari – © Triennale Milano – foto Gianluca Di Ioia (2)

Clear Channel Italia diventa partner istituzionale di Triennale Milano
Si rinnova l’impegno di Clear Channel Italia nei confronti di Triennale Milano.
Già partner da anni per gli appuntamenti culturali più importanti, Clear Channel Italia diventa oggi
institutional media partner per il biennio 2020-2022. L’accordo sancisce una collaborazione più strutturata e
duratura volta a promuovere, attraverso iniziative di comunicazione out of home, l’intero programma di
Triennale.
Una partnership strategica che si inserisce perfettamente nella mission di Clear Channel “A platform for
brands, a platform for good”: soddisfare le richieste degli advertiser creando soluzioni di comunicazione
integrata e personalizzata offrendo il miglior servizio possibile e impegnarsi nel dare un contributo positivo e
concreto alla comunità, attraverso progetti di carattere socioculturale. Entrambi gli aspetti sono di eguale
importanza.
Triennale, istituzione culturale d’eccellenza, condivide con Clear Channel l’attenzione e la ricerca verso la
creatività e l’innovazione e rappresenta il partner ideale per sviluppare sinergie che abbiano l’obiettivo di
diffondere la conoscenza dell’arte e attrarre un pubblico sempre più trasversale.
«Siamo orgogliosi di affiancare una delle più importanti realtà culturali italiane come Triennale Milano che
da quasi cento anni è impegnata nella promozione e diffusione dell’arte in tutte le sue forme» dichiara Eszter
Sallai, Managing Director di Clear Channel Italia. «Una partnership, in pieno accordo con la strategia globale
di Clear Channel, che ha come fine quello di supportare il patrimonio culturale del nostro Paese e di dare un
apporto positivo alla società».
Il calendario prevede un ricco programma di eventi legati alla cultura contemporanea e più
specificatamente al design, all’architettura, alle arti visive e performing arts.
Il sostegno alla cultura da parte di imprese come Clear Channel Italia, che condividono i valori e la mission
di Triennale, rappresenta un importante aiuto in questo delicato momento.
Triennale Milano può ancora una volta contare sul supporto di Clear Channel Italia che da anni sostiene e
dà risalto alle più importanti manifestazioni culturali dell’Istituzione, come avvenuto nel 2019 con la
promozione e la visibilità della XXII Esposizione Internazionale: Broken Nature. Design Takes in Human
Survival.
«Siamo felici di portare avanti, ma soprattutto di rafforzare, la partnership con Clear Channel Italia che
sostiene da anni le nostre attività» afferma Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano. «Grazie anche al
prezioso contributo di Clear Channel Italia, in quanto institutional media partner, siamo certi che la
trasversalità del programma culturale di Triennale potrà raggiungere un pubblico sempre più ampio ed
eterogeneo».
Triennale Milano
Triennale Milano è un’istituzione internazionale che riunisce i linguaggi della cultura contemporanea: un
luogo di scambio e dialogo tra arte e progettazione, creatività e tecnologia, tradizione e innovazione.
Triennale organizza ogni tre anni l’Esposizione Internazionale, uno dei più importanti eventi dedicati al
design e all’architettura. Triennale presenta inoltre i progetti dei principali architetti, designer, artisti italiani
e internazionali; organizza mostre, incontri, conferenze, spettacoli; propone nuovi punti di vista sui temi
centrali dell’attualità e del dibattito pubblico.
Triennale ha sede a Milano nel Palazzo dell’Arte, costruito nel 1933 dall’architetto milanese Giovanni Muzio
e progettato come un edificio modulare e flessibile. Al suo interno si trova un Teatro, con una
programmazione internazionale e multidisciplinare particolarmente incentrata sulla performing art, e, da
aprile 2019, il Museo del Design Italiano, creato con l’obiettivo di promuovere e valorizzare la collezione
permanente dell’istituzione, che riunisce 1.600 oggetti tra i pezzi più iconici e rappresentativi del design
italiano.
Clear Channel
Clear Channel, media company leader nel settore dell’Out-of-Home, è presente in 22 paesi tra Europa, Asia
e America Latina. Dal 1999 è operativa in Italia con sedi a Milano, Padova, Roma, Napoli e Bari.
Clear Channel Italia rappresenta circa il 27% del mercato dell’esterna italiano. Ha un patrimonio che oggi
conta oltre 40.000 impianti e più di 1.500 schermi digitali distribuiti nelle città di Milano, Napoli, Firenze,
Vicenza e Padova, negli aeroporti di Venezia, Treviso e Bologna e in 50 Premium Malls.
Proiettata all’innovazione e alla creatività è in grado di creare soluzioni di comunicazione integrata e
personalizzata attraverso un approccio innovativo, dinamico e flessibile.
Accanto al core business, Clear Channel è da oltre dieci anni un player importante anche nel mondo della
mobilità sostenibile in qualità di gestore dei servizi di bike sharing delle città di Milano e Verona.

Grazia Di Michele a Teatri Possibili!

Grazia Di Michele
Grazia Di Michele

Venerdì 16 ottobre si svolgerà il primo appuntamento di Incontri Possibili – Tracciati, prospettive, visioni, un ciclo di preziose interviste gratuite con grandi personalità, un progetto che è stato pensato per riportare la CULTURA al centro del dibattito e per avvicinare, incuriosire, far riflettere, essere di ispirazione e come sempre regalarci emozioni.

Il 16 ottobre alle ore 19 Grazia di Michele, cantautrice, interprete, chitarrista, scrittrice, musicoterapeuta, una figura di spicco nel mondo della musica, con la sua visione profondamente empatica, la sua attenzione verso questioni sociali di grande importanza e urgenza, come l’impegno, da sempre, verso le donne, dialogherà con Corrado d’Elia e Gianni de Berardinis, inconfondibile voce di Radio Montecarlo, Radio24, R101, Radio Rai, RDS, RTL, conduttore televisivo oltre che musicista e produttore discografico.

“Questi appuntamenti – ci dice Corrado d’Elia, attore, regista, ideatore del progetto – intendono riportare la questione culturale al centro del dibattito, ribadendo la centralità di Arte e Cultura nella vita della società contemporanea, come strumento di pensiero, di crescita, di formazione e di scambio e non ultimo come mezzo di reazione al difficile presente.”

L’incontro sarà visibile sulla pagina facebook di Teatri Possibili.

Al via le Giornate FAI d’Autunno a Tirano

13-10-2020_tirano-giornate-fai-d'autunno
tirano-giornate-fai-d’autunno

Al via le Giornate FAI d’Autunno a Tirano: due interi weekend dedicati alla storia, all’arte e alla cultura della Media Valtellina

Il Comune di Tirano partecipa all’edizione 2020 delle Giornate FAI d’Autunno, in programma il 17-18 e il 24-25 ottobre, con una serie di visite guidate pensate per illustrare e valorizzare al meglio i suoi tesori nascosti: dal suo paesaggio rurale a quello più nobile e raffinato del centro storico.

Gli appuntamenti, organizzati dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con la Delegazione FAI Sondrio, sono un’occasione unica per entrare in contatto con la ricchissima identità storica, culturale e naturalistica della Media Valtellina, scoprire luoghi storici solitamente chiusi al pubblico e guardare con occhi diversi la sua città più importante. Gli itinerari fanno parte di un calendario di iniziative in tutta la Penisola pensati per sentirsi parte integrante di un’Italia orgogliosa della sua bellezza e che si impegna a proteggerla e valorizzarla: un messaggio di grandissima importanza e attualità in un periodo così particolare.

Nel cuore del centro storico di Tirano sarà possibile visitare Palazzo Merizzi, Luogo del Cuore FAI dove compiere un vero e proprio viaggio nella storia dell’omonima famiglia oriunda da Caravaggio (BG). Di un’eleganza spiccata e di una raffinatezza unica, il Palazzo risale al periodo seicentesco e fu costruito alla fine del XVII secolo dai fratelli Giacomo Antonio e Giuseppe Merizzi. La struttura, caratterizzata da uno straordinario cortile d’onore a pianta quadrata porticato da imponenti colonne e pilastri, racchiude un gran numero di stanze ornate da decorazioni d’epoca, come i due famosi saloni foderati di pannelli in legno intagliato e dipinto con decorazioni in stile Luigi XIV. Nel Palazzo è conservato anche l’archivio della nobile famiglia Merizzi con documenti dal 1510 al 1800, tra i quali 150 pergamene medioevali e gli antichi alberi genealogici delle famiglie Tirolesi di Wolkenstein e Schlanders.

L’Itinerario “Crocevia delle Alpi” è pensato per chi desidera trascorrere una giornata all’insegna della cultura senza rinunciare all’aria aperta e a un po’ di movimento (durata 2 ore e 30 minuti). Partendo dalla storica località Madonna di Tirano, si raggiungerà il millenario Complesso di Santa Perpetua, elegante e sobrio in stile romanico che sorge in una posizione panoramica da dove domina tutto il territorio circostante. Proseguendo fino alla rinomata Casa degli Spiriti e all’area archeologica dei Crotti di Piattamala, si potrà visitare la località San Rocco e l’omonima chiesa, un vero e proprio piccolo tempio all’imbocco della Val Poschiavo. L’itinerario si concluderà nel cortile di Palazzo Homodei-Marinoni, risalente al 1576 che, nel corso degli anni, ha visto un susseguirsi di numerose ricostruzioni e ristrutturazioni.

Il secondo itinerario “Città di Confine” si contraddistingue per la scelta di due percorsi differenti, entrambi della durata di un’ora. Il primo percorso attraversa il centro storico di Tirano visitando alcune delle sue bellezze più rinomate: il cortile di Palazzo Torelli, la Chiesa di San Martino dedicata al patrono della città, il Palazzo Quadrio Curzio e il suo porticato elegantemente contornato in pietra e stucchi, il Palazzo Andres-Giacomoni considerato il più bel palazzo cinquecentesco della città, la porta Bormina al margine del centro storico in direzione dell’Alta Valle e per finire la Galleria degli Specchi. Il secondo, invece, partendo sempre dal centro di Tirano, attraversa la porta Poschiavina all’imbocco del “ponte vecchio” dove sono ancora visibili decorazioni risalenti al Cinquecento, la Chiesa di Sant’Agostino dallo stile medievale e dalla struttura semplice ma raffinata, la storica Piazza Parravicini e la cappella Merizzi, fino all‘arco a tutto sesto della Porta Milanese.

L’ultimo itinerario “Sentiero delle Lunghe” è un percorso escursionistico della durata di circa 2 ore e 30 minuti con un dislivello di circa 365 m. L’escursione accompagnerà i visitatori dalla località di Madonna di Tirano attraverso i terrazzamenti, dove, oltre ad apprezzare la bellezza paesaggistica della viticoltura eroica tipica della Valtellina, si potrà scoprire un immenso patrimonio culturale di chiese, cantine e antichi borghi come quello di Roncaiola, che si affaccia sulla città proprio nel punto dove si incontra con la Valposchiavo.
Le visite guidate sono organizzate nel pieno rispetto della sicurezza sanitaria e del distanziamento sociale, prediligendo gruppi ristretti e spazi aperti ed ampi.

Prenotazione consigliata e ulteriori dettagli sono disponibili al sito www.giornatefai.it

Domenica 18 ottobre, nella millenaria chiesetta di Santa Perpetua, a Madonna di Tirano, i visitatori potranno partecipare a “Musica dell’anima”, una rassegna musicale immersa in un luogo di grande suggestione storica e paesaggistica, che vedrà nel corso della giornata il susseguirsi di tre concerti: il mattino alle 7.41, il pomeriggio alle 15.00 e alle 16.30 (prenotazione online su www.eventbrite.it)