Regione Lombardia: studenti disabili – diritto allo studio

Giulio Gallera - Regione Lombardia
Giulio Gallera – Regione Lombardia

“Regione Lombardia e’ assolutamente in prima linea sul tema del sostegno alla disabilita’ sensoriale nelle scuole e del trasporto dei disabili. Un tema al quale siamo particolarmente sensibili e per il quale pretendiamo che vengano erogati servizi efficienti e in maniera omogenea su tutto il territorio lombardo”.

Lo ha detto l’assessore al Reddito di Autonomia e Inclusione Sociale Giulio Gallera, a margine dell’incontro che si svolto oggi in Regione con il presidente di Ledha Alberto Fontana e il presidente dell’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti Nicola Stilla, per fare chiarezza su queste tematiche.

REGIONE STANZIA RISORSE PROPRIE – “Purtroppo – ha detto l’assessore – quest’anno si sono verificati malfunzionamenti nei servizi dedicati ai disabili dovuti alla profonda crisi in cui si trovano Province e Citta’
metropolitana, a causa di una riforma che ha imposto gravi tagli e che le sta depauperando e svuotando di competenze e risorse umane. Tutto questo mentre Regione Lombardia continua a destinare a Province e Citta’
metropolitana risorse proprie, 13 milioni di euro solo nel 2015, per il sostegno delle disabilita’ sensoriali e del trasporto. Per questo Ledha e Unione Ciechi hanno ripetutamente protestato contro questi enti, ricorrendo anche con esito positivo alla giustizia amministrativa”.

AVVIATO MONITORAGGIO – “Regione Lombardia – ha proseguito Gallera – particolarmente sensibile a queste tematiche, gia’ da alcuni mesi ha avviato un monitoraggio sull’erogazione dei servizi sul territorio, al fine di verificare le modalita’ con cui Province e Citta’ metropolitana spendono le risorse. Il monitoraggio si e’ concluso nei giorni scorsi, facendo emergere una situazione molto disomogenea e frammentaria con erogazione di servizi a macchia di leopardo e dispersiva dal punto di vista delle risorse”.

VIA A TAVOLO TECNICO – “Durante l’incontro di oggi – ha concluso Gallera – ai presidenti delle associazioni che maggiormente rappresentano la disabilita’, abbiamo comunicato che attiveremo un tavolo tecnico per condividere i risultati del monitoraggio e riflettere su una modalita’ che permetta di affrontare in maniera uniforme il tema del supporto dei disabili sensoriali e del trasporto e per garantire loro il diritto allo studio. Per il prossimo anno, il mio obiettivo sara’ individuare un modello in grado di supportare concretamente i disabili nel loro percorso scolastico e di garantire un efficiente sistema di trasporto”.
(Lnews)