Teatro alla Scala – Omaggio a Sinatra

80915
Hampson e Grubinger, omaggio a Sinatra: Domenica 25 ottobre il grande baritono e l’enfant terrible delle percussioni alla Scala con il Percussive Planet Ensemble in un programma di canzoni da Crumb a Corigliano e Sting fino a Sinatra, che nel 2015 avrebbe compiuto 100 anni.

Thomas Hampson non è solo un celebre baritono dal vasto repertorio classico ma anche un musicista curioso di diversi ambiti artistici: alle interpretazioni dei classici del musical si è aggiunto negli anni scorsi il progetto “Song of America”, realizzato in collaborazione con la Library of Congress, con il quale veniva ripreso e valorizzato l’immenso patrimonio storico della canzone americana. Nella stessa direzione si muove il programma concepito da Hampson insieme a Martin Grubinger, il prodigio delle percussioni, per il concerto scaligero di domenica 25 ottobre con il Percussive Planet Ensemble, che si avvale degli arrangiamenti di Martin Grubinger senior.

L’ensemble include sei percussionisti, batteria, basso elettrico, due tastieristi, due trombe, trombone e un esecutore al sassofono, clarinetto e flauto.
Aprono il programma tre spiritual e una canzone della Guerra civile, nell’arrangiamento per voce e percussioni di un pilastro dell’avanguardia d’oltreoceano come George Crumb, classe 1929. Fanno eco gli slanci melodici e i forti contrasti espressivi del ciclo One Sweet Morning, composto da John Corigliano per il decennale dell’attentato alle Torri Gemelle.

La seconda parte della serata si apre con sette canzoni del repertorio di Sting, e prosegue con una celebrazione del centenario della nascita di Frank Sinatra. La coppia Hampson/Grubinger omaggia il grande entertainer con un viaggio fra i suoi brani più celebri:  apre New York, New York, scritta nel 1977 da John Kander su testo di Fred Ebb per l’omonimo film di Martin Scorsese con Liza Minnelli, seguita da Come Fly With Me  composta per Sinatra nel 1957 da Jimmy Van Heusen su testo di Sammy Cahn, e il classico di Cole Porter I’ve Got You Under My Skin, dal film Born to Dance del 1936. Segue una versione strumentale della canzone Strike up the Band, dall’omonimo musical del 1927 (seconda versione 1930) in cui George e Ira Gershwin immaginavano che gli Stati Uniti dichiarassero guerra alla Svizzera; conlude il concerto Mack The Knife, versione inglese della celebre canzone di Mackie Messer dalla  Dreigroschenoper di Kurt Weill e Bertolt Brecht, andata in scena per la prima volta a Berlino nel 1928.

Il repertorio jazz, il musical e la canzone di area anglosassone sono relativamente poco frequenti al Teatro alla Scala: possiamo però ricordare i due memorabili concerti di Keith Jarrett nel 1995 e nel 2007, la serata dedicata a Bernstein e Cole Porter da Kim Criswell e Wayne Marshall nel 2000, il “Broadway Musical Gala” nel 2002 e le messe in scena di West Side Story nel 2000 e nel 2003. L’opera di Gershwin Porgy and Bess, che alla Scala ha avuto due produzioni nel 1955 e nel 1996, tornerà dal 15 novembre 2016 nella versione originale diretta da Nikolaus Harnoncourt.
Il concerto è realizzato con il sostegno di UniCredit.