Coppa del Mondo 2011

da sx Alice Volpi, Andrea Cassarà, Elisa Di Francisca, Paolo Pizzo, Marco Fichera.

PHILADELPHIA (USA) – E’ calato ufficialmente il sipario sulla stagione 2010-2011. Il Congresso della Federazione Internazionale di Scherma, svoltosi a Philadelphia, ha infatti rappresentato il momento conclusivo della stagione agonistica. L’assise internazionale, che tra le varie decisioni ha anche deliberato il ritorno alla calendarizzazione estiva dei Campionati del Mondo a partire dal 2013, si è conclusa con un match d’esibizione tra i vincitori della Coppa del Mondo 2011 di ogni singola arma ed una selezione dei migliori atleti statunitensi.

Al termine, la tradizionale cena di gala, nel corso della quale sono state consegnate le medaglie simboleggianti la Coppa del Mondo, di ogni specialità.

L’Italia è stata protagonista anche di quest’ultimo evento internazionale, grazie alla vittoria della Coppa del Mondo da parte di Paolo Pizzo nella spada maschile, Elisa Di Francisca nel fioretto femminile, Andrea Cassarà nel fioretto maschile, delle squadre di fioretto maschile e femminile, oltre ai giovani Marco Fichera nella spada maschile under 20, Alice Volpi nel fioretto femminile under 20 e Edoardo Luperi nel fioretto maschile under 20.

A ritirare il proprio riconoscimento, ciascuno degli atleti, con la sola esclusione di Luperi. Ai lavori congressuali, in rappresentanza del Consiglio federale italiano, vi era anche il Consigliere Giuseppe Cafiero.

“Da Presidente della Federazione Italiana – commenta il vertice federale, Giorgio Scarso, presente al congresso FIE anche in veste di VicePresidente della federazione mondiale – ho vissuto con orgoglio e soddisfazione la presenza così massiccia dell’Italia. La vittoria della Coppa del Mondo in sei discipline individuali, tre tra gli Assoluti ed altrettanti nel settore under 20, oltre a quelle a squadre di fioretto maschile e femminile, è il giusto premio al lavoro di un intero movimento, composto da atleti ma anche da società, maestri, tecnici, dirigenti e di tutta la grande famiglia della scherma italiana. Il 2011 è stato un anno magico, ma adesso va messo alle spalle e bisogna lavorare per un 2012 che riserva non pochi appuntamenti importanti!”.