SECONDO POSTO PER ALICE VOLPI, TERZA VALENTINA VEZZALI

ALICE VOLPI

SHANGHAI – Ci sono due atlete azzurre sul podio finale della prova di Coppa del Mondo di fioretto femminile, in corso a Shanghai, ma a risuonare è stata la “Marsigliese”. A vincere la prova individuale in terra cinese è stata infatti la francese Astrid Guyart, che in finale ha sconfitto l’azzurra Alice Volpi. Per la 20enne italiana delle Fiamme Oro, fresca vincitrice del titolo di Campionessa del Mondo under20 ai Mondiali di Mosca2012, è il primo importante risultato in una prova di Coppa del Mondo Assoluti.

Sul podio anche Valentina Vezzali, che dopo la vittoria del Grand Prix di Marsiglia, si ferma in semifinale contro la francese Guyart col punteggio di 15-13. Nell’altra semifinale, invece, Alice Volpi ha avuto la meglio sulla la russa Aida Shanaeva, approdando in finale. Il cammino dell’atleta senese, l’ha vista anche superare, nell’assalto del tabellone delle 8, Elisa Di Francisca, che ha concluso la gara al quinto posto.

Si è fermata nel tabellone delle 8 anche Arianna Errigo, sconfitta dalla francese Guyart, che aveva superata la settimana scorsa in semifinale nel Grand Prix FIE svoltosi in Francia.

La transalpina si è rivelata una vera e propria “bestia nera” per le azzurre dato che, oltre ad aver sconfitto Alice Volpi in finale, Valentina Vezzali in semifinale, Arianna Errigo ai quarti, aveva avuto ragione anche di Benedetta Durando nel tabellone delle 16.

Per quanto riguarda le altre azzurre, Martina Batini e Carolina Erba si sono fermate nel turno delle 32, mentre Ilaria Salvatori è stata sconfitta dalla russa Biryuokova alla priorità.

“Anche oggi abbiamo dimostrato il nostro valore- è il commento del Commissario Tecnico della Nazionale di fioretto, Stefano Cerioni -. Un grosso plauso va ad Alice Volpi, sulle cui potenzialità non c’erano dubbi e per la quale attendevo da tempo un risultato che era nelle sue corde. Ha raccolto un ottimo secondo posto, dimostrando maturità e consapevolezza. Bene anche Valentina Vezzali, ancora sul podio ad una settimana di distanza dalla vittoria a Marsiglia, così come si può essere soddisfatti complessivamente della prova di Elisa Di Francisca, fermata dalla Volpi, e di Arianna Errigo, sconfitta dalla Guyart”.

Domani sarà tempo di prova a squadre. L’Italia si affida al “dream team” composto da Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo ed Ilaria Salvatori.

TRIPLETTA AZZURRA NEL FIORETTO FEMMINILE UNDER 20

Alice Volpi

MOSCA – Una strepitosa tripletta colora d’azzurro la quarta giornata di gare ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Mosca2012, che segna l’inizio della fase riservata agli under 20. Il podio finale della prova di fioretto femminile Giovani, vede infatti tre italiane ai primi tre posti. A vincere il titolo di Campionessa del Mondo è Alice Volpi. Al secondo posto Camilla Mancini ed al terzo Beatrice Monaco. Una tripletta che ripete il podio ai Campionati Europei Giovani di Porec svoltisi ad inizio marzo.

Per Alice Volpi si tratta del primo titolo mondiale della sua carriera. Ma l’atleta di Siena può esultare anche per la conquista aritmetica della Coppa del Mondo di specialità, che va a bissare il successo della scorsa stagione.

La neo Campionessa del Mondo Giovani è giunta sul gradino più alto del podio dopo aver affrontato, in rapida successione le altre due azzurre.

In semifinale ha avuto ragione di Beatrice Monaco col punteggio di 15-6 e, in finale, ha superato Camilla Mancini per 15-7.

Quest’ultima è stata artefice di un’eccezionale vittoria in semifinale contro la statunitense Lee Kiefer, bronzo ai Mondiali Assoluti dello scorso ottobre a Catania, per 15-13, che ha seguito l’altro assalto al cardiopalma, ai quarti, quando ha sfidato la padrona di casa, la russa Zagidullina. L’azzurra, sotto 8-13 è riuscita a rimontare il risultato infliggendo un parziale di 7-0 che l’ha portata a vincere il match col punteggio di 15-13.

Sulle altre due pedane, Alice Volpi vinceva col punteggio di 15-8 l’assalto contro la francese Ranvier, mentre Beatrice Monaco aveva la meglio sulla coreana Wu per 15-9.

Nei rispettivi percorsi di gara, Alice Volpi ha sconfitto per 15-5 la cinese Shi nel tabellone delle 16, dopo che nelle 64 aveva avuto ragione della giapponese Kawamura per 15-10 e, nelle 32, della tedesca Nehl per 15-4.

Camilla Mancini, invece ha conquistato il pass per i quarti dopo aver vinto per 15-7 l’assalto contro la britannica King, che ha seguito la vittoria per 15-4 nell’assalto del tabellone delle 64 contro la spagnola Marino e quella del turno delle 32, contro l’ungherese Szalai, per 15-1. Beatrice Monaco, invece, ha esordito nel tabellone ad eliminazione diretta superando la venezuelana Gil Pinero per 15-7 e poi, nelle 32, la coreana Ko per 15-10, prima di avere ragione della polacca Golebiowska per 15-13.

Nella sciabola maschile, il migliore degli azzurri è stato Stefano Scepi che ha concluso la prova al sesto posto. L’atleta italiano è stato infatti sconfitto nell’assalto valido per l’accesso in semifinale, dal tedesco Hubers col punteggio di 15-10. In precedenza, l’azzurro aveva superato nei 64 il greco Davoli per 15-7, successivamente l’ungherese Ravasz per 15-8 e, agli ottavi, il cinese Xu per 15-14. Si è fermato nel tabellone degli ottavi invece Enrico Berrè, che, nel corso dell’assalto contro lo statunitense Dershwitz, poi conclusosi col punteggio di 15-10 per l’americano, avverte un riacutizzarsi di un infortunio alla coscia destra. Nel tabellone dei 64 aveva avuto la meglio sull’inglese Miller per 15-7 e, nei 32 aveva sconfitto nel turno dei 32 il russo, padrone di casa, Ibragimov per 15-14, al termine di un assalto al cardiopalma.

Era stato, infine, eliminato nel turno dei 64 Luca Curatoli, fermato dal bielorusso Shachanin per 15-10.

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI – MOSCA – 03 Aprile

Fioretto femminile – GIOVANI

Finale

Volpi (ITA) b. Mancini (ITA) 15-7

Semifinali

Volpi (ITA) b. Monaco (ITA) 15-6

Mancini (ITA) b. Kiefer (Usa) 15-13

Quarti

Volpi (ITA) b. Ranvier (Fra) 15-8

Monaco (ITA) b. Wu (Chn) 15-9

Mancini (ITA) b. Zagidullina (Rus) 15-13

Kiefer (Usa) b. Prescod (Usa) 15-11

Classifica (91): 1. Volpi (ITA), 2. Mancini (ITA). Monaco (ITA), 3. Prescod (Usa), 6. Zagidullina (Rus), 7. Ranvier (Fra), 8. Wu (Chn).

Sciabola maschile – GIOVANI

Finale

Kim (Kor) b. Dershwitz (Usa) 15-14

Semifinali

Dershwitz (Usa) b Trushakov (Rus) 15-11

Kim (Kor) b. Hubers (Ger) 15-14

Quarti

Dershwitz (Usa) b. Escudero (Esp) 15-9

Trushakov (Rus) b. Valkai (Hun) 15-12

Kim (Kor) b. Kindler (Ger) 15-12

Hubers (Ger) b. Scepi (ITA) 15-10

Tabellone dei 16

Dershwitz (Usa) b. Berrè (ITA) 15-10

Scepi (ITA) b. Xu (Chn) 15-14

Classifica (109): 1. Kim (Kor), 2. Dershwitz (Usa), 3. Hubers (Ger), 3. Trushakov (Rus), 5. Kindler (Ger), 6. Scepi (ITA), 6. Escudero (Esp), 8. Valkai (Hun).

11. Berrè (ITA), 33. Curatoli (ITA).

Coppa del Mondo 2011

da sx Alice Volpi, Andrea Cassarà, Elisa Di Francisca, Paolo Pizzo, Marco Fichera.

PHILADELPHIA (USA) – E’ calato ufficialmente il sipario sulla stagione 2010-2011. Il Congresso della Federazione Internazionale di Scherma, svoltosi a Philadelphia, ha infatti rappresentato il momento conclusivo della stagione agonistica. L’assise internazionale, che tra le varie decisioni ha anche deliberato il ritorno alla calendarizzazione estiva dei Campionati del Mondo a partire dal 2013, si è conclusa con un match d’esibizione tra i vincitori della Coppa del Mondo 2011 di ogni singola arma ed una selezione dei migliori atleti statunitensi.

Al termine, la tradizionale cena di gala, nel corso della quale sono state consegnate le medaglie simboleggianti la Coppa del Mondo, di ogni specialità.

L’Italia è stata protagonista anche di quest’ultimo evento internazionale, grazie alla vittoria della Coppa del Mondo da parte di Paolo Pizzo nella spada maschile, Elisa Di Francisca nel fioretto femminile, Andrea Cassarà nel fioretto maschile, delle squadre di fioretto maschile e femminile, oltre ai giovani Marco Fichera nella spada maschile under 20, Alice Volpi nel fioretto femminile under 20 e Edoardo Luperi nel fioretto maschile under 20.

A ritirare il proprio riconoscimento, ciascuno degli atleti, con la sola esclusione di Luperi. Ai lavori congressuali, in rappresentanza del Consiglio federale italiano, vi era anche il Consigliere Giuseppe Cafiero.

“Da Presidente della Federazione Italiana – commenta il vertice federale, Giorgio Scarso, presente al congresso FIE anche in veste di VicePresidente della federazione mondiale – ho vissuto con orgoglio e soddisfazione la presenza così massiccia dell’Italia. La vittoria della Coppa del Mondo in sei discipline individuali, tre tra gli Assoluti ed altrettanti nel settore under 20, oltre a quelle a squadre di fioretto maschile e femminile, è il giusto premio al lavoro di un intero movimento, composto da atleti ma anche da società, maestri, tecnici, dirigenti e di tutta la grande famiglia della scherma italiana. Il 2011 è stato un anno magico, ma adesso va messo alle spalle e bisogna lavorare per un 2012 che riserva non pochi appuntamenti importanti!”.