“Distretto Urbano del Commercio” a Bollate

Sportello-polifunzionale Bollate
Sportello-polifunzionale Bollate

In seguito alla ricognizione dei Distretti urbani del Commercio avviata da Regione Lombardia nel 2019, il DUC di Bollate ha mantenuto il prestigioso riconoscimento ed è stato inserito nel primo elenco regionale dei Distretti del Commercio della Lombardia.

Questo grazie al lavoro dello Sportello Unico per le Attività Produttive che, con le sole risorse del personale di ruolo, ha voluto cogliere l’opportunità sia per il prestigio dell’Ente che, di riflesso, per il commercio locale.

La presentazione di una documentazione completa e precisa, è stata valutata positivamente dalla Direzione Sviluppo Economico di Regione Lombardia e, dalla fine di dicembre, il DUC di Bollate è entrato a far parte del nuovo elenco regionale.

Per saperne di più:
La Regione Lombardia, con specifico Decreto della Direzione Sviluppo Economico, ha promosso una ricognizione dei DUC, i Distretti Urbani del Commercio. Queste realtà sono nate per valorizzare in modo innovativo il territorio e promuovere il commercio urbano, efficace fattore di aggregazione per le comunità e importante elemento in grado di attivare dinamiche economiche, sociali e culturali che rafforzano l’identità dei luoghi.

Il monitoraggio ha avuto lo scopo di verificare il mantenimento dei requisiti che erano stati ritenuti necessari alla nascita dei DUC, tenendo conto sia delle attività promosse nell’ultimo triennio che dei possibili scenari futuri.

“L’occasione – ha detto l’Amministrazione – andava assolutamente colta per il DUC di Bollate, sia come riconoscimento alle sinergie più volte messe in capo dall’Amministrazione Comunale e dalle Associazioni di Categoria, sia per garantire, tramite l’inserimento nell’elenco dei Distretti, la possibilità per il nostro DUC di accedere a futuri bandi di finanziamento regionali”.

Bollate: Corso gratuito per donne over 40 disoccupate.

lucia-rocca
lucia-rocca

Sei una donna over 40 disoccupata da almeno 4 mesi? L’Assessorato alle Pari opportunità e lavoro, in collaborazione con la società Evosolution S.r.l. (organizzatrice del corso), promuove un percorso professionale gratuito in regime di Dote lavoro di «Operatore della logistica nella grande distribuzione organizzata» di 60 ore, rivolto esclusivamente a donne over 40, disoccupate da almeno 4 mesi e fortemente motivate a riqualificarsi.

« La disoccupazione femminile, soprattutto quella dopo i 40 anni di età, è purtroppo, una realtà sempre più diffusa. Con questa collaborazione, vogliamo aiutare le donne del nostro territorio a restare aggiornate e acquisire nuove competenze per poter accedere nuovamente al mercato del lavoro – dice l’Assessore alle Pari opportunità e lavoro, Lucia Rocca. Ci auguriamo che anche altre realtà possano promuovere percorsi di formazione e riqualificazione simili. Da parte nostra siamo ben intenzionati a sostenere percorsi finalizzati a promuovere la riqualificazione professionale e lavorativa dei propri cittadini, ».

Il corso, di 60 ore, si svolgerà a partire dalla fine di gennaio 2020, nella sede della società Evosolution S.r.l. (zona Bovisa). Al corso fine del corso verrà rilasciato l’attestato HACCP ma sarà possibile frequentare ulteriori 20 ore aul «Self empowement e orientamento al lavoro» e 10 ore individuali di ricerca attiva del lavoro. Il tutto sempre gratuitamente.

La presentazione del corso e i primi colloqui si terranno il giorno 9 gennaio 2020, alle ore 10.30, presso lo Spazio Europa Giovani.

Per esigenze organizzative, è necessario inviare la propria adesione con nome, cognome, età, data di nascita e residenza, all’email: europa@comune.bollate.mi.it entro il 31.12.2019.

Nuovi giochi per asilo Munari di Ospiate

Asilo Munari
Asilo Munari

Nuovi giochi nel giardino della scuola materna Munari di Ospiate. È quello che troveranno i piccoli all’inizio del nuovo anno scolastico, dal prossimo mese di settembre. Anche per ringraziare di questas bella novità, alcuni bambini della scuola, accompagnati dalle loro insegnanti, sono venuti a trovare il Sindaco Francesco Vassallo che li ha accolti in sala giunta e ha spiegato loro cosa significa fare l’Amministratore pubblico e quali e quante cose si devono e si possono fare per il bene della città.

Ma come saranno i nuovi giochi? Si tratta di un Tunnel mangia mela, del Lombrico a molla, della Piramide a corde e del Piccolo cespuglio dotato di due scivoli e altre corde per l’arrampicata. “Era una promessa che avevo fatto – dice il Sindaco Vassallo – e appena vista la possibilità, l’abbiamo concretizzata”.

L’impegno di spesa si aggira sui 10mila euro e le risorse sono state recuperate dall’avanzo di Bilancio.

Bollate: nuovo asilo nido nel Centro polivalente.

Comune Bollate
Comune Bollate

Il Centro polivalente di via Ospitaletto 3/5 (primo piano) sarà dato in affitto per la realizzazione di un asilo nido privato. L’avviso per manifestazione di intesse è stato pubblicato dal Comune e tutte le realtà interessate possono presentare la loro candidatura entro il 29 giugno 2018.

A spingere l’Amministrazione a intraprendere questa scelta, due motivi : da un lato il desiderio di soddisfare le lunghe liste d’attesa degli asili nido comunali; dall’altro, secondo la logica che vede l’Amministrazione sempre impegnata a utilizzare il proprio patrimonio, l’opportunità di usare una struttura che oggi è libera e disponibile.

A carico dei locatari, l’Amministrazione ha previsto la gestione di tutte le spese manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile, così da renderlo adeguato al compito che deve svolgere.

Tra gli interventi previsti: la ristrutturazione dei servizi igienici, la sostituzione degli attuali serramenti/infissi, l’imbiancatura di tutto il piano primo (destinato all’affitto), del vano scala fino al secondo piano e dell’ingresso principale al piano terra, ulteriori controlli specialistici sulla pavimentazione in linoleum e, non ultimo, l’efficientamento energetico dell’edificio e l’adeguamento alle normative vigenti

Le dichiarazioni di interesse degli interessati dovranno arrivare in busta chiusa a: Comune di Bollate piazza A. Moro1, Ufficio Protocollo. Entro le ore 12,00 del giorno 29 GIUGNO 2018

Oggetto : MANIFESTAZIONE PRELIMINARE DI INTERESSE PER LA LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNE DI BOLLATE “CENTRO POLIVALENTE” EX SCUOLA MEDIA – VIA OSPITALETTO 5“ ,

Gli interessati possono visionare la documentazione e le planimetrie, fissare eventuali sopralluoghi o avere ulteriori informazioni, telefonando al numero: 02 35005255 o scrivendo una mail a: demanio@comune.bollate.mi.it .
:23; C. 236 ore 20:00.

Bollate: Aggiornamenti viabilità

coda- macchine- viabilità Rho-Monza
coda- macchine- viabilità Rho-Monza

Il problema della viabilità “bloccata” di questi giorni – in particolare sul territorio di Cascina del Sole – è frutto dei lavori di
potenziamento della superstrada Rho/Monza – S.P. 46 – che, al termine dell’esecuzione del progetto previsto per i primi mesi
del 2020, diventerà autostrada A52/Tangenziale Nord.

Il progetto è stato approvato nel 2013 e i lavori, che sono molto complessi da gestire e da realizzare per via delle innumerevoli
interferenze, sono partiti nel 2016, con il tratto dalla fine Tangenziale Nord/Milano Meda/Paderno Dugnano.

Nelle scorse settimane le operazioni di scavo hanno raggiunto la zona di Cascina del Sole (si tratta del secondo lotto, da
Cascina del Sole al cavalcavia ferroviario di Novate). Questo ha comportato che sia gli ingressi in Rho/Monza nelle due
direzioni che via La Cava che collegava Cormano-Paderno-Bollate, sono stati chiusi in via definita per permettere
l’avanzamento dei lavori.

Purtroppo queste azioni non sono rinviabili in quanto connesse con i tratti che li precedono: fermarli, significherebbe fermare
l’opera. Di conseguenza, l’unica strada di collegamento tra i Comuni di Cormano e Bollate, è rimasta via Ospitaletto (lato
Bollate) e via Figini (lato Cormano). Alternative a questi percorsi, purtroppo, non esistono.

Le fasi di lavorazione sono pubblicate sul sito della società Serravalle (http://www.serravalle.it/…/comun…/comunicati-stampa.html), sul sito del comune di Bollate (http://www.quibollate.it/default.asp?idPage=230…), sulla pagina FB del comune
di Bollate (https://www.facebook.com/ComunediBollate/). Sono state pubblicate notizie anche sui giornali locali.

Cosa può fare, in un simile contesto, l’Amministrazione comunale? Poco o nulla, perché il potenziamento della
Rho-Monza è “opera strategica di interesse nazionale”. Il Sindaco non ha alcun potere di IMPEDIRE che queste opere si
compiano (anche perché, a regime, saranno utili a tutti e renderanno più scorrevole l’intera viabilità della zona).

Ma quello che potevamo fare, l’abbiamo fatto.
Cosa? Comunicazione preventiva, modifica dei tempi semaforici di via Pace, via Cesare Battisti e via Monte Grappa, con
allungamento delle fasi semaforiche rosso/verde per permettere al traffico di scorrere più rapidamente nelle ore “di punta”.

Abbiamo anche incontrato il Comune di Cormano per immaginare delle opzioni viabilistiche di “contenimento” e, l’unica
possibilità emersa, è la realizzazione del doppio senso di marcia di via Lombardia/via Zara di Cormano per immissione
/uscita dalla Statale dei Giovi.

La situazione migliorerà con l’apertura – entro fine anno – del peduncolo della rotatoria di via Madonna (tra Cascina del Sole e
Cassina Nuova) che porterà gli automobilisti in direzione Est verso Paderno per poi poter “svincolare” in qualsiasi direzione,
utilizzando il futuro nuovo svincolo all’altezza del Villaggio Ambrosiano.

Lunedì e martedì abbiamo modificato ulteriormente i tempi semaforici dell’impianto di via Ospitaletto/Monte Grappa/ Battisti
come segue:

1. Il verde semaforico via Ospitaletto è stato portato da 15 a 40 secondi
2. Il verde di Monte Grappa da 20 è stato ridotto a 12
3. Il rosso di via Ospitaletto/ via Cavallotti è stato allungato di diversi secondi

Contestualmente abbiamo fatto pressione sulla società Serravalle che, nella giornata di giovedì, ci ha confermato l’apertura
della svincolo Tangenziale Nord/ Milano-Meda direzione Rho il prossimo 20 giugno, in anticipo rispetto alla prevista data del 25
giugno. Tale operazione è stata possibile grazie allo spostamento di uomini e mezzi da una zona di lavorazione allo svincolo
indicato, riducendo i tempi del cantiere.

Comprendo e condivido le tante osservazioni ricevute e il disagio dei cittadini, ma è necessario “stringere i denti” per superare
questo momento di difficoltà estrema.