Rozzano: Autocisterna in soccorso dell’Oasi Smeraldino

Autocisterna cap
Autocisterna cap

Nelle favole, quando una principessa bacia un rospo, questo si trasforma in un principe, pronto a sposarla e a portarla nel castello dove vivranno felici e contenti. Nella realtà, i rospi sono invece malvisti, per non dire di peggio. Ma c’è un posto dove i rospi sono davvero dei principi. Questo posto è l’Oasi Smeraldino di Rozzano.

Si tratta di oltre 22 ettari protetti, all’interno del Parco Agricolo Sud, recuperati dove prima c’era una discarica, che ospita appunto una colonia di rospi, i rospi smeraldini, che proprio in questo periodo si riproducono. I girini appena nati e la schiusa delle uova erano in pericolo a causa della prima ondata di caldo, che ha quasi prosciugato le fosse che costituiscono l’habitat di questi animali.

APE (Animali Piante Ecologia), l’associazione che si occupa della gestione dell’Oasi, ha lanciato un appello per salvare i piccoli animali. Appello al quale ha risposto Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, che ha mandato un’autocisterna che ha ripristinato il livello dell’acqua degli stagni, assicurando l’ambiente ideale per la vita e la riproduzione dei rospi.

Una storia a lieto fine, come ogni favola che si rispetti, che porta a riflettere sugli effetti del cambiamento climatico e sull’importanza della tutela ambientale. Gruppo CAP ha questi valori nel suo DNA, insieme all’impegno per la valorizzazione del territorio in cui opera.

Bollate -RSA Giovanni Paolo II: aggiornamento

RSA-Bollate
RSA-Bollate

Sono arrivati nella giornata di oggi i risultati dei tamponi su tutti gli ospiti della RSA Giovanni Paolo II che confermano una situazione sotto controllo. Su 55 ospiti sottoposti a tampone, si registrano 54 tamponi negativi e un solo tampone con debole positività di un ospite senza sintomi (asintomatico).

Seguendo il piano di emergenza predisposto da tempo in struttura, l’ospite con debole positività è stato spostato in una camera singola, in una zona della struttura isolata dal resto delle camere, ed è stato sottoposto, dietro prescrizione medica, ad adeguata cura farmacologica.

Durante la quarantena, questo ospite sarà seguito sempre dallo stesso personale. Tra una settimana gli sarà ripetuto il tampone per monitorare il suo stato di salute.

Bollate: ecco le aperture

sindaco Vassallo
sindaco Vassallo

In tema di misure per il contenimento dell’emergenza Coronavirus, il Sindaco Francesco Vassallo ha firmato alcune ordinanze che, in seguito all’entrata in vigore del Decreto della Presidenza del Consiglio del 26 aprile 2020 e dell’Ordinanza n. 537 di Regione Lombardia, regolano alcuni servizi e attività nel Comune di Bollate dal 4 maggio.

Ordinanza n.37 del 4 maggio.
📌 GIOCHI: i giochi presenti in città sono stati “nastrati” per impedirne l’utilizzo;
📌 PARCHI: chiusi i parchi, le aree verdi e le aree gioco che seguono: area verde vicolo Monfalcone; parco via Ospitaletto/vicolo Cesare Battisti; area verde Via Caracciolo; area giochi piazza Natta/Don Minzoni; parco via Sanzio; area via Tofane; area verde via de Gasperi (fronte parcheggio); area verde via Fleming;
📌 PANCHINE: è vietato l’utilizzo di tutte le panchine presenti sul territorio comunale;
📌 ATTIVITA’ MOTORIA: è possibile svolgere l’attività motoria all’interno dei parchi e delle aree verdi aperti del territorio comunale fermo restando il divieto di ogni forma di assembramento e stazionamento.
📌 AREE CANI: l’accesso alle aree cani è consentito a 3 persone contemporaneamente per un massimo di 20 minuti a testa;
📌 PIATTAFORMA ECOLOGICA: sarà aperta al pubblico dal 4 maggio e per un massimo di 3 cittadini per volta, con i seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Il servizio di raccolta differenziata porta a porta verrà svolto con le frequenze e le modalità ordinarie, seguendo le cautele previste dall’Istituto Superiore della Sanità. Non sarà consentito conferire rifiuti ingombranti e di legno in piattaforma ma, dal 4 maggio, sarà riattivato da Gaia Servizi il servizio di ritiro ingombranti a domicilio, previa prenotazione e con le modalità descritte sul sito web della società e del Comune di Bollate.
Il Comune invita i cittadini a contenere la produzione di rifiuti di ogni genere, ad osservare le disposizioni sulla raccolta differenziata e a non abbandonare i dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti) fino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria
Nell’ordinanza anche tutte le regole per gli orti comunali.

Ordinanza n.39 del 4 maggio.

📌 CIMITERI: dal 4 maggio i cimiteri di Bollate, Cassina Nuova e Castellazzo saranno aperti con i seguenti orari:
• Cimitero di Bollate: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 dal lunedì al sabato
• Cimitero di Cassina Nuova: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 dal lunedì al sabato
• Cimitero di Castellazzo: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 il mercoledì e il sabato
Ai cimiteri si potrà accedere al cimitero SOLO indossando mascherina o altro dispositivo idoneo a coprire naso e bocca e saranno vietati gli assembramenti.
Nell’ordinanza anche tutte le regole per i casi di morte di persone affette da Covid 19 e le attività cimiteriali, come cremazioni, esumazioni e attività di manutenzioni private nei cimiteri. Inoltre, la chiusura dello sportello polifunzionale.

Cavenago di Brianza: I servizi di CEM non si fermano

COMUNICAZIONE_12_MARZO
COMUNICAZIONE_12_MARZO

Anche in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo, la raccolta differenziata prosegue. E i servizi di CEM ambiente si adeguano sia per rispettare le nuove regole che per intercettare le nuove esigenze.

È questo il senso della nuova campagna che CEM Ambiente ha attivato per informare i cittadini sul proseguimento del servizio di raccolta rifiuti anche in tempi di Coronavirus. In particolare, per comunicare che la raccolta differenziata prosegue nonostante le difficoltà con orari e regole previsti dai calendari.

Nelle Piattaforme aperte, inoltre, si potrà entrare in numero contenuto da 1 a 3 persone, diverso a seconda dei Comuni (chiediamo ai cittadini di verificare eventuali chiusure, direttamente con il proprio Comune). Anche lo spazzamento strade rimane attivo nei modi e tempi previsti, ma adeguato alle nuove necessità con l’aggiunta di prodotti igienizzanti. Questo in attesa delle linee guida che Regione Lombardia sta predisponendo per fare chiarezza sul tema della pulizia delle strade.

Tutte queste novità sono state comunicate ai Sindaci, soci di CEM Ambiente, dal Presidente Giovanni Mele. Mentre il Direttore Generale Massimo Pelti spiega: “La comunicazione che stiamo facendo è pensata per tranquillizzare i cittadini sulla prosecuzione dei servizi di raccolta differenziata e spazzamento oltre che per dare continui aggiornamenti che, da qui in avanti, saranno necessari”.

“In particolare – prosegue Pelti – per la pulizia strade, abbiamo dato disposizioni affinché prodotti igienizzanti siano aggiunti all’acqua utilizzata nelle macchine spazzatrici per effettuare i servizi di spazzamento stradale meccanizzato”.

Bollate: progetto “Raccolta Olio Alimentare Esausto”

comune bollate
comune bollate

Sono arrivati, comunicati da Gaia Servizi, i dati finali relativi alla quantità di olio alimentare esausto raccolto dall’1 gennaio al 31 dicembre 2019 grazie al progetto “Raccolta Olio Alimentare Esausto: Da Rifiuto a Risorsa” attivato dal Comune di Bollate, Settore sostenibilità ambientale, nel 2018. Il progetto si è svolto in collaborazione con la partecipata Gaia Servizi, i supermercati Coop e Tigros, la Cooperativa edificatrice bollatese e la ditta Meani srl.

Dai dati raccolti risulta evidente l’adesione dei cittadini di Bollate al progetto e la loro attenzione concreta alla tematica della raccolta finalizzata al ricicli. I numeri sono in linea con il primo anno, seppur con una lieve flessione e la quantità di olio alimentare esausto raccolto è stata di 11.900 Kg contro i 13.580 del 2018.

Ecco le quantità per ogni punto di raccolta:
• Supermecato Coop di via Vespucci 1 – Kg 1.150
• Supermercato Tigros di via Verdi 20 – Kg 2.730
• 13 Isole ecologiche della Cooperativa edificatrice bollatese “Quartiere Centro” e “Quartiere Caloggio” – Kg 660
• Piattaforma ecologica – 7.450 kg

“E ora il progetto continua. L’obiettivo e la speranza dell’Amministrazione – dice l’Assessore all’Ambiente – è che nel corso del 2020 si confermino gli ottimi risultati ottenuti nel biennio. Per questo chiediamo ancora l’indispensabile collaborazione dei cittadini per il raggiungimento di questo nuovo traguardo che consente anche di dare una mano all’ecosistema. Una volta raccolto, infatti, l’olio viene rigenerato e riutilizzato, con conseguenti benefiche ricadute sull’ambiente”.

Ripassiamo le regole…
Si ricorda che nei contenitori è possibile conferire, in bottiglie di plastica ben chiuse, esclusivamente olio alimentare esausto ad uso domestico e più specificatamente:
• olio vegetale e grassi animali usati per fritture e per la preparazione degli alimenti
• olio di conservazione dei cibi in scatola e sottoli vari (es. tonno, funghi, carciofini, condimento per riso, etc.)
• olio e grassi alimentari deteriorati e scaduti (burro, lardo, strutto, margarina).