Gran Tour in Italia tra cultura e natura

Gran Tour in Italia
Gran Tour in Italia

Gran Tour in Italia tra cultura e natura

Idee di viaggio, libri, itinerari, parchi letterari

Come cambierà il viaggio? Non più spazi da attraversare ma luoghi da vivere!

In questa visione i viaggi “Cultura e Natura” saranno la vera novità di questo e dei prossimi anni.

Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente il mensile “Leggere:tutti” in collaborazione con I Parchi Letterari® avvia una riflessione e presenta idee e proposte per le prossime vacanze con la possibilità di condividere le mete con amici vecchi e nuovi.

Venerdì 5 giugno 2020

Dalle 10:00 – 20:00

Sul canale You Tube di “Leggere:tutti”

https://www.youtube.com/channel/UCFM7SPriIxEjiAqCw08oTsQ

Numerose già le conferme e adesioni nel nutrito palinsesto di Grand Tour in Italia tra Cultura e Natura, la maratona culturale organizzata dal mensile “Leggere:tutti” che in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il prossimo 5 giugno, ospiterà in live streaming (sul canale YouTube dedicato) numerosi autori e operatori del settore per parlare del rapporto tra Viaggio e Cultura.

“L’obiettivo di questa iniziativa – afferma Sergio Auricchio, editore di “Leggere:tutti” – è suscitare una riflessione su come cambierà il viaggio: pensare che alla fine del tunnel della pandemia ci sarà la luce e tutto tornerà come prima, non solo si fonda su presupposti sbagliati, ma sarebbe anche una sciagura non aver capito quello che è successo e l’origine stessa del Covid-19. Non ci saranno più spazi da attraversare, ma luoghi da vivere nel rispetto della natura, della storia e delle tradizioni culturali dei territori. A questo proposito, non mancheranno idee e proposte di viaggio cui sarà possibile partecipare sia singolarmente che attraverso visite guidate gratuite promosse dalla nostra rivista in collaborazione con i responsabili delle mete prescelte.”

La diretta inizierà alle ore 10.00 con una prima parte dedicata ad una riflessione su come andranno a modificarsi il viaggio e il turismo ai tempi del Covid-19 e all’importanza che avranno, in tale ambito, destinazioni all’insegna della cultura e della natura. Su questi temi interverranno sociologi, economisti, filosofi, imprenditori. Tra gli ospiti già confermati, Giorgio De Rita (Censis); il sociologo e saggista Francesco Morace, autore del libro Il bello del mondo; Oscar di Montigny, manager e autore del saggio appena pubblicato per Mondadori Gratitudine; Antonio Cellie, Ceo di Fiera di Parma, esperto di turismo e agroalimentare; Eugenio Tangerini, Media Relations manager BPER Banca.

Ma saranno anche alcuni scrittori particolarmente sensibili alle tematiche ambientali come Paolo Cognetti, Premio Strega 2017, Raffaele Nigro, Mariolina Venezia e Giuseppe Cederna attraverso i loro libri, a “raccontare” come la lettura dei romanzi, che in definitiva è un viaggio attraverso luoghi e persone, sia fondamentale per lo sviluppo di una coscienza ambientale e nello stesso per accompagnare il viaggio.

L’European Green Deal della Ue sarà al centro dell’intervista di Sandro Capitani a Paolo De Castro, ex ministro e parlamentare europeo, che affronterà in particolare il rapporto tra agricoltura e ambiente.

Si inizierà quindi a presentare realtà, alcune poco conosciute, in cui la cultura si inserisce in paesaggi di natura incontaminata. Tra queste, i Parchi Letterari®, che rappresentano un unicum in cui l’eredità degli scrittori del passato rivive attraverso i luoghi, le storie riportate dagli abitanti dei territori che hanno convissuto con gli scrittori stessi e naturalmente le loro opere. A far da guida a queste realtà sarà il presidente della rete dei Parchi Letterari, Stanislao de Marsanich, che presenterà alcuni dei rappresentanti e amministratori locali impegnati non solo nella salvaguardia della memoria storica, ma anche nella valorizzazione dei suddetti territori. In tale ambito parteciperanno, tra gli altri: Raffaele Nigro, presidente Parco Letterario Federico II di Melfi, Presidente Premio Letterario Carlo Levi e membro dei sei Parchi Letterari della Basilicata; Patrizio Scarpellini, direttore Parco Nazionale delle Cinque Terre e Parco Letterario Eugenio Montale; Tommaso Agnoni, Presidente Fondazione Caetani di Sermoneta, Giardino di Ninfa, Parco Letterario Marguerite Chapin Caetani; Neria De Giovanni, in rappresentanza di Galtellì, Parco Letterario Grazia Deledda e Galtellì Literary Prize; Tarcisio Agus, Presidente Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna, Parco Letterario Giuseppe Dessì; Paolo Lusci, Fondazione Giuseppe Dessì, Parco Letterario e Premio Letterario Giuseppe Dessì. A coordinare gli interventi sarà la giornalista Diana de Marsanich.

Nel pomeriggio sarà possibile incontrare Giordano Bruno Guerri, che guiderà i fruitori in una visita al Vittoriale appena riaperto al pubblico. Un’altra mèta significativa sarà un viaggio virtuale al Labirinto della Masone voluto e fondato da Franco Maria Ricci. La guida e i racconti storici e filosofici legati al Labirinto saranno a cura di Edoardo Pepino, responsabile culturale della struttura.

Nella lunga diretta non potranno mancare i libri attraverso incontri con autori e responsabili di collane di alcune case editrici specializzate: un vero e proprio viaggio anche attraverso i mondi della scrittura che vedrà intervenire, tra gli altri, Giorgio Albonico, Gianluca Barbera, Vittorio Russo, Giuseppe Samonà, Don Pasta e Lorenzo Mori.

Spazio anche al “cibo-cultura”: a questo riguardo, una “finestra” su questo tema, coordinata da Carlo Ottaviano de “Il Messaggero”, vedrà partecipare Donatella Cinelli Colombini e Stefano Salis de “Il Sole 24 Ore”: insieme ad alcuni chef stellati parleranno di come il cibo, il vino e i prodotti tipici siano una forte attrattiva per i territori.

Non mancherà poi la musica popolare con la partecipazione di artisti che durante la lunga diretta interpreteranno alcuni loro brani, con interventi coordinati dal direttore di “Leggere:tutti” Annalisa Nicastro, in cui sarà discusso il ruolo che la musica popolare ha nella conoscenza e nella valorizzazione dei territori di origine.

Infine, alle 19.00, in concomitanza dell’eclissi di Luna che sarà seguita con immagini in diretta, l’attore Gino Manfredi interpreterà la “Sora Luna” del Cantico delle creature, un sentito omaggio ad un altro particolare e straordinario evento della Natura.

Prima, durante e dopo la diretta, vi sarà la possibilità di segnalare, inviando una mail a info@leggeretutti.it e senza alcun impegno, una o più mete che si intende visitare tra quelle illustrate nel programma. “Leggere:tutti” si occuperà di mettere in relazione diretta gli utenti con i responsabili delle strutture, al fine di poter organizzare su prenotazione visite guidate riservate.

L’iniziativa, ideata da “Leggere:tutti” e “I Parchi Letterari®”, è realizzata in collaborazione con Agra editrice e “Food&Book”. Main partner è BPER Banca, da sempre impegnata nella promozione della lettura.

Sito ufficiale: https://leggeretutti.eu/

Paesaggi: panoramiche su natura e archeologia

Antonella Cucciniello - Direttore Polo museale della Calabria
Antonella Cucciniello – Direttore Polo museale della Calabria

Paesaggi: panoramiche sulla natura e sull’archeologia
Mostra fotografica a cura dell’Associazione HistoriCal
Museo del Territorio – Palazzo Nieddu del Riomostra
Locri (Reggio Calabria)
14/31 marzo 2020

Dal 14 al 31 marzo 2020 a Locri (Reggio Calabria), il Museo del Territorio di Palazzo Nieddu del Rio, diretto dalla dottoressa Rossella Agostino, afferente al Polo museale della Calabria, guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello, ospiterà la mostra fotografica Paesaggi: panoramiche sulla natura e sull’archeologia.

L’esposizione è a cura dall’Associazione culturale HistoriCal che opera sul territorio ionico calabrese per la salvaguardia e la conoscenza del patrimonio culturale.

La mostra – allestita lungo il percorso espositivo museale del primo piano da Attilio Varacalli e Giuseppe Marrapodi – racconterà il paesaggio aspromontano e quello costiero della Locride, luoghi strettamente collegati l’uno all’altro da millenni, come documentato dalle testimonianze archeologiche di diversa natura portate in luce nel corso dei passati decenni. Scorci suggestivi, paesaggi archeologici di montagna o legati alla colonia magno-greca di Locri, percorsi nascosti dalla fitta vegetazione, ma da sempre utilizzati… illustreranno questo paesaggio ancora in parte incontaminato.
L’iniziativa è dedicata – come afferma la dottoressa Agostino – al collega Giuseppe Amante recentemente scomparso.

Si precisa che l’accesso alla mostra fotografica sarà regolamentato in base a quanto previsto dal Dpcm “in materia di prevenzione dal Covid-19” del 4 marzo 2020.

Secondamrea: “Slow”

Secondamarea
Secondamarea

Da domani, venerdì 27 aprile, sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “SLOW” (RadiciMusic Records/Artist First), il nuovo album di inediti di SECONDAMAREA, il duo milanese e, toscano d’adozione, formato dalla cantante e musicista Ilaria Becchino e dallo scrittore e cantautore Andrea Biscaro.

“SLOW”, prodotto da Paolo Iafelice e pubblicato da RadicMusic Records, contiene 12 brani inediti dal taglio pop-folk scritti dagli stessi Secondamarea, con la partecipazione di musicisti quali il batterista e percussionista Leziero Rescigno (La Crus, Amour Fou, Mauro Ermanno Giovanardi), il bassista Lucio Enrico Fasino (Patty Pravo, Mario Biondi, Fiorella Mannoia) e il trombettista Raffaele Kohler (Baustelle, Afterhours, Vinicio Capossela).

Le canzoni esplorano i temi della natura, del clima, dell’acqua, dei boschi e degli effetti che questi hanno sull’uomo e sulla sua capacità di osservare il mondo. Tutto ciò viene racchiuso in un disco unico e originale, il cui concept rappresenta una sorta di grande inno alla natura, in tutti i suoi aspetti.

Questa la tracklist dell’album “Slow”: “C’hanno rubato l’inverno”, “Naturale”, “Pellegrinaggio”, “Macina”, “Slow”, “Petrolio”, “Il presente”, “Via dell’orto”, “Sangue di legno”, “Senza”, “Acuacanta” e “Il mondo vuole te”.
Il video del brano “Petrolio”, primo singolo estratto dall’album, è disponibile su YouTube al seguente link: https://youtu.be/yT3lFyQ40WU

«”Slow” è il nostro disco più viscerale, autentico, personale – raccontano i Secondamarea – è un grande inno alla vitalità della lentezza, del gustare, dell’osservare, del fare secondo natura. Dodici canzoni per raccontare il nostro modo di esistere, forse.
Queste dodici canzoni sono nate relativamente in fretta, dettate da un impulso quasi primigenio, da un bisogno e da un’urgenza che da tanto tempo albergavano in noi.
Viviamo da più di dodici anni nella piccola Isola del Giglio dell’Arcipelago toscano e ciò ci ha permesso di misurarci con la nostra natura più essenziale, selvatica, primitiva.
Autentica, dunque. Cantare in chiave pop/folk la nostra nuda natura, semplice e senza scudi, anche nella critica sociale, nella visione iperrealista del mondo contemporaneo, è stata la cosa più facile e spontanea. Come respirare, appunto».

“Più Parole” : nuovo singolo di Lilo.

lilo
lilo

Dopo essere stata inserita da Dance Like Shaquille O’Neal tra le nuove uscite italiane che vale la pena non perdersi, Lilo ritorna con il suo nuovo singolo “Più Parole”.

Disponibile in streaming e nei digital store, il brano esce a due mesi di distanza da “Febbraio”. Con la sua voce e con la sua semplicità, Lilo porta una ventata freschezza all’interno della scena indipendente femminile italiana.

Il video di “Più Parole” è curato da Bendo Films (Gazzelle, Canova, Galeffi) e racconta di un incontro senza tempo tra uomo e natura.

Valtellina con le sue valli: emozioni da vivere

lpe Piazza Parco delle Orobie valtellinesi
lpe Piazza Parco delle Orobie valtellinesi

Mentre si festeggia la notizia dell’arrivo del Giro Rosa 2018 in valle, con la tappa che da Sovico salirà a Gerola Alta, il territorio che fa capo al Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno si appresta a vivere un weekend nel quale, oltre al richiamo della natura che solo la montagna valtellinese sa offrire, i turisti troveranno attrazioni in grado di stuzzicarne l’interesse.

Ma prima merita un approfondimento la tappa del 12 luglio, lunga 114 km, che sarà anche il primo arrivo in vetta e una salita inedita per il Giro. Dopo un lungo tratto pianeggiante la corsa si animerà con l’ascesa conclusiva a Gerola Alta, a 1.050 metri di altitudine, con pendenze costanti per cui le concorrenti potranno fare la differenza: sarà un momento clou per indossare la maglia rosa.

Ma torniamo al fine settimana. Sabato 7 e domenica 8 aprile a Talamona diventerà la capitale della musica, che si trasforma in festa, con una ventina di bande giovanili in arrivo da tutta Italia che parteciperanno al concorso organizzato presso il polifunzionale (portedivaltellina.it/concorso-bande-giovanili.html).

Domenica è anche tempo di primavera e di fantastiche escursioni in montagna. Tutti all’Alpe Legnone per una giornata all’aria aperta, gratis per bambini fino a 12 anni, dopo una camminata adatta a tutti (portedivaltellina.it/escursione-all-alpe-legnone-2018.html).

Per chi invece cerca qualcosa di particolare a cui assistere, Morbegno ospita la 1ª edizione del trofeo cittadino di tiro alla fune, con inizio alle ore 14, magari dopo un ricco pranzo nei ristoranti e agriturismi della zona (portedivaltellina.it/1°-trofeo-città-di-morbegno-di-tiro-alla-fune.html).

Senza dimenticare il sogno di volare che diventa realtà per tutti. Le grandi emozioni di Fly Emotion, aperto tutti i fine settimana, per decollare in volo da Albaredo per San Marco e atterrare a Bema e ritorno, due splendidi borghi nel cuore del Parco delle Orobie (flyemotion.it).

Anche questa settimana non manca la neve in quota e si può sciare nei 12 km di piste a Pescegallo in Valgerola, ricordando che con l’avvicinarsi della bella stagione da domenica 8 aprile gli impianti saranno aperti solo nel weekend, mentre la chiusura della stagione è prevista per domenica 29 aprile (pescegallovalgerola.it).

Ma si inizia a pensare anche alla stagione estiva e annunciamo che sono aperte le iscrizioni al 16° Rally estivo della Valtartano con la novità della nuova gara individuale da 15 km, che va ad aggiungersi alla classica prova di 24 km con formula a coppie della sky race disegnata all’interno del Parco delle Orobie (valtartano.com).

Il territorio alle porte di Valtellina, dove il lago di Como culmina in un ampio fondovalle che si eleva dolcemente sino alle più imponenti vette delle Alpi lombarde, offre un ampio ventaglio di opportunità per il tempo libero e le vacanze lungo tutto l’anno, con località preservano la propria tradizione, grazie all’inalterato aspetto dei borghi e dei loro tesori d’arte, al rispetto del rapporto tra uomo e ambiente, agli inconfondibili sapori dei prodotti tipici della provincia di Sondrio.

Per ulteriori informazioni:
www.portedivaltellina.it
www.facebook.com/valtellinamorbegno
www.instagram.com/consorziovaltellinamorbegno