“Wanderlust!”, il nuovo singolo di Alfa

Alfa_foto di Gabriele Di Martino
Alfa_foto di Gabriele Di Martino

Dopo il successo del singolo “CIN CIN”, certificato platino con un video che ha totalizzato oltre 8 milioni di visualizzazioni, il giovanissimo cantante genovese ALFA torna con “WANDERLUST!” (Wanderlust Society / Artist First), il nuovo singolo in uscita venerdì 11 ottobre in radio, digital download e streaming! Il brano è disponibile in pre-save e pre-order al seguente link: alfa.lnk.to/WL_Pre.

«La scorsa estate ho conosciuto una signora anziana che mi ha chiesto di farle una promessa: “I soldi che guadagnerai dovrai donarli” – racconta Alfa – Ho deciso di non deluderla. La mia parte dei proventi di Spotify di “Wanderlust!” sarà donata a “L’Albero della Vita Onlus”, una bellissima realtà che salvaguarda i diritti dei bambini. Ho avuto la fortuna di andare a conoscere i bambini di una loro comunità. Hanno ascoltato la nuova canzone, ho chiesto loro di disegnare tutto ciò che gli veniva in mente e così ho scoperto la vera “Wanderlust”. Dai loro disegni io e il videomaker Nicholas Baldini proveremo a far diventare “Wanderlust!” realtà in un videoclip. È stata una delle esperienze più forti ed emozionanti che io abbia mai vissuto».

La sindrome di Wanderlust è una malattia che colpisce il 20% della popolazione, è la cosiddetta “malattia del viaggiatore”, che causa irrequietezza e paura della routine negli individui che ne sono affetti. I wanderluster sentono il bisogno di viaggiare sempre, fare nuove esperienze, conoscere nuove persone, in sostanza, fuggire dalla noia. Per

Alfa fuggire dalla noia significa rinchiudersi nel mondo della musica, mettersi le cuffiette ed evadere dalla realtà. Wanderlust è l’isola che non c’è, il paese delle meraviglie, il mondo dei sognatori. Purtroppo, quando si cresce, molto spesso si abbandona questo mondo e ce ne si dimentica.

Piano City Palermo – terza Edizione

Piano City Palermo_ph Luca Savettiere
Piano City Palermo_ph Luca Savettiere

Da venerdì 27 a domenica 29 settembre torna PIANO CITY PALERMO, il festival di pianoforte che trasforma Palermo in un grande palcoscenico. Oltre 50 ore di musica riempiranno le strade, le piazze e i quartieri del capoluogo siciliano, proponendo percorsi urbani e itinerari tematici nei luoghi più suggestivi della città.

Giunto alla terza edizione, Piano City Palermo è un progetto di Associazione Piano City Milano, della Fondazione Teatro Massimo e del Comune di Palermo, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti” già Vincenzo Bellini di Palermo.

«Il programma di Piano City Palermo di quest’anno ci mostra quanto questa rassegna sia in sintonia con la città – dichiara il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – I due percorsi tematici “Ci pensa il mare” e “Piano Quartieri” danno subito il senso di una presenza che ha messo radici in città. Ci pensa il mare, e non poteva essere altrimenti a Palermo, la città “tutta porto”, la città dell’accoglienza. E Piano Quartieri, con una presenza diffusa, non solo nel centro storico ma anche a Danisinni e a Brancaccio, al Castello di Maredolce, luoghi importanti e simbolici di Palermo tanto quanto lo sono il Teatro Massimo o Palazzo Abatellis».

«Con questa terza edizione – afferma il sovrintendente del Teatro Massimo Francesco Giambrone – Piano City Palermo si conferma come un appuntamento regolare, ormai entrato nelle abitudini della città e dei palermitani. Piano City Palermo è una perenne ricerca di nuovi scenari e nuovi interpreti, un viaggio alla scoperta di palcoscenici e percorsi nuovi o insoliti della nostra città. Il pianoforte si trasforma così in una scatola nera che registra spazi e tragitti della nostra città, le emozioni di una intera collettività».

Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso, Piano City Palermo si conferma una manifestazione capace di adattarsi ai cambiamenti della città e, allo stesso tempo, di trasformarne attivamente i luoghi più importanti a livello sociale e simbolico. Innovazione, sostenibilità e desiderio di scoperta sono le parole chiave di un festival che ha fondato le sue radici in una città che mai come ora è simbolo dell’accoglienza, nel cuore del Mediterraneo.

«Pensiamo a programmi appositi e opere prime spaziando tra i generi, con grandi maestri e giovani talenti, per riscoprire la città e percorrerla giorno e notte a suon di musica – commenta la direttrice artistica Ricciarda Belgiojoso – Un grazie di cuore a tutti coloro che partecipano con vivo entusiasmo alla realizzazione di questa grande festa del pianoforte che racconta Palermo e i suoi movimenti».

“Avanti un altro” : stagione da record

Avanti un altro
Avanti un altro

Giancarlo Scheri, direttore Canale 5: «Paolo Bonolis con “Avanti un altro!” ha superato se stesso. Domani si chiude un’altra stagione da record per il game show di Canale 5, che con una media di 4.394.000 spettatori e una share del 21.65%, cresce del +10,5% rispetto allo scorso anno.

Saldamente al vertice di fascia sul pubblico 15-64 anni con una share del 25.77%, Avanti un Altro! spopola tra i giovani, con una share che sale al 27% sul target 15-34enni, a conferma che Paolo e i suoi personaggi divertenti e surreali piacciono a tutti i segmenti di pubblico.

Grazie al talento inarrestabile di Paolo Bonolis e di Luca Laurenti e al grande lavoro di tutta la squadra artistica e produttiva di Mediaset, EndemolShine Italy e Sdl2005.

Da lunedì 23 aprile il testimone del preserale passa nelle mani di un altro campione e grande talento: Gerry Scotti con “Caduta Libera”.

Al Teatro Ciack: “Steve Gadd Band Italian Tour”

group v1 copy_
group v1 copy_

Dopo il tour che ha registrato tutti sold out nel 2017, la leggenda della batteria Steve Gadd torna in Italia con la sua band, in un imperdibile tour che prenderà il via l’8 aprile dal Teatro Ciak di MILANO, per poi proseguire fino al 15 aprile nelle principali città italiane, come Roma, Salerno, Bari, Bologna, Bergamo e Torino.

È possibile acquistare i biglietti in prevendita per la data di Milano (realizzata in collaborazione con ZenArt Management) su TicketOne.it (prezzo: 60 € primo settore – 45 € secondo settore + prevendita).

Queste tutte le date del tour:
8 APRILE – MILANO – TEATRO CIAK
9 APRILE – PORDENONE – TEATRO GIUSEPPE VERDI
10 APRILE – SAN LAZZARO DI SAVENA – CIRCOLO SAN LAZZARO
11 APRILE – SALERNO – MODO RISTORANTE
12 APRILE – BARI – SHOWVILLE
13 APRILE – OSTERIA NUOVA (RM) – CROSSROADS
14 APRILE – RANICA (BG) – CLUB DRUSO
15 APRILE – COLLEGNO (TO) – LA LAVANDERIA A VAPORE

Fra più influenti batteristi di tutti i tempi, con centinaia di collaborazioni sui palchi più importanti del mondo con artisti di fama internazionale come Paul McCartney, Eric Clapton, Frank Sinatra, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Barbara Streisand & Barry Gibb, Peter Gabriel, STEVE GADD incanterà il pubblico con l’inconfondibile stile groove che caratterizza la sua celebre batteria, il suo senso del tempo metronomico e la sua battuta ritmica secca e pulita, accompagnato sul palco da una line up da super band.

Il tour in Italia sarà anche l’occasione per presentare dal vivo il nuovo album “Steve Gadd Band” (BFM Jazz), in uscita il 23 marzo, quarto disco della band dopo i precedenti “Gadditude” (2013), “70 Strong” (2015) e “Way Back Home (Live from Rochester, NY)” (2016), quest’ultimo nominato ai Grammy Awards per Best Contemporary Instrumental Album.

Nella “STEVE GADD BAND”, formata dai componenti della band di James Taylor, spiccano i nomi di Michael Landau alla chitarra, protagonista di grandissime collaborazioni con Michael Bolton, Jennifer Lopez, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli e Vasco Rossi, lo storico trombettista di Frank Zappa, Walt Fowler, orchestratore di fiducia di Hans Zimmer e compositore delle più famose colonne sonore come “Interstellar”, “Pirati dei Caraibi”, “Il Codice Da Vinci”, “Gladiator”, “Amazing Spiderman”, da Jimmy Johnson al basso e da Kevin Hays al pianoforte e alle tastiere.

Museo Poldi Pezzoli: Aperitivo con il Maestro

Orol_da_tasca
Orol_da_tasca

Il pubblico è invitato a partecipare, oltre alle ormai collaudate visite guidate e all’aperitivo, anche alla conversazione dove sarà possibile conoscere Jean-Marc Wiederrecht, grande maestro ginevrino considerato come uno dei massimi artefici contemporanei dell’orologeria meccanica, a Milano per la prima volta su invito della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, che collabora con il Museo per la realizzazione di questo straordinario evento.

Nell’incontro, previsto alle ore 18.00 e aperto al pubblico, parlerà delle sue straordinarie “complicazioni”, ovvero i meccanismi più complessi dell’alta orologeria, come ben sanno i cultori e gli esperti della materia.

Nella stessa serata, sarà poi possibile partecipare alle visite guidate alla collezione di orologi del Museo, una delle più importanti in Europa, e prendere un aperitivo nella splendida Terrazza Pollaiolo.