Quarto Grado: Caso Yara Gambirasio

quarto grado
quarto grado

Venerdì 22 marzo, in prima serata, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma della rete diretta da Sebastiano Lombardi torna sulla vicenda di Yara Gambirasio. Il 12 ottobre scorso, Massimo Bossetti, unico indagato per l’omicidio della 13enne, è stato condannato in via definitiva all’ergastolo.
Oggi, a cinque mesi dal pronunciamento della Cassazione, i consulenti della difesa del carpentiere di Mapello affermano di avere elementi sufficienti per la riapertura del caso.

L’approfondimento a cura di Siria Magri torna anche sulla storia di Roberta Ragusa, la quarantaquattrenne di Gello, in provincia di Pisa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012. L’ex marito Antonio Logli è stato condannato in primo grado e in appello a 20 anni di carcere: è sospettato di averla uccisa e di averne distrutto il cadavere. In attesa delle decisioni della Cassazione, l’udienza è prevista per il prossimo 20 luglio, emergono nuovi documenti e nuove testimonianze che potrebbero ribaltare le precedenti sentenze.

A Fandom Vibes, le star delle serie tv

Panel
Panelf

Gli eroi di celebrati serial come Riverdale, Teen Wolf, The Vampire Diarieso Gossip Girl,assieme alle star diSKAM Italia(una delle serie tv più innovative del momento, appena ripartita con l’attesissima terza stagione)e ad altri conosciutissimi volti italiani e internazionali faranno tappa a Milano, dal 27 al 28 aprileall’NH Congress Centre di Milano-Fiori, per la prima edizione di FANDOM VIBES: la manifestazione meneghina dedicata all’universo dei fandom. Un’intensa due giorni che tramuterà i fan nei veri protagonisti dell’evento e che abbatterà la barriera dello schermo televisivo, permettendo a tutti gli appassionati di incontrare dal vivo i propri paladini e di interagire con loro nel corso di panel, conferenze, incontri e numerose altreoccasioni.Un appuntamento che consentirà ai visitatori di esplorare lo sconfinato mondo dei fandom, ovvero quelle attivissime community da milioni di follower alle quali si deve una piccola rivoluzione silenziosa,capace di trasformarela cultura pop-mediatica contemporanea e il ruolo degli appassionati di tv seriale.

Gli ospiti
Ed Westwick di GOSSIP GIRL, Skeet Ulriche Tiera Skovbye della premiatissima RIVERDALE, Shelley Hennig e Dylan Sprayberry di TEEN WOLF sono solo alcuni tra gli ospiti già confermati di FANDOM VIBES, accanto agli italianissimi Federico Cesari, Rocco Fasano, Ludovico Tersigni e Francesco Centorame (rispettivamente i Martino,Niccolò, Giovanni ed Elia di SKAM Italia). A completare il roster provvisorio dei talent pronti a incontrare i propri sostenitori nel corso della due giorni, anche Adelaide Kane, Nathaniel Buzolic,Toby Regbo eRandy Harrison.Accanto agli attori non mancheranno blogger di settore come DANinSeries o Persi in Corea, autori, doppiatori, film maker, artisti e influencer come Il Baffo, Craziiwolf, FeeBujoo i ragazzi di House Of Talent (la crew italiana di giovani promesse che riunisce Matteo Altieri, Caterina Cantoni e alcuni protagonisti del reality show Il Collegio, come la candidata ai Nickelodeon Kids’ Choice Awards 2019, Noa Planas). Ad animare la manifestazione anche le sonorità K-Pop della vivace band coreana M.O.N.T..

Le serie
Come in Pleasantville, la celebre pellicola nella quale il protagonista si ritrova catapultato all’interno della propria soap-opera preferita insieme alla sorella, anche a FANDOM VIBES tutti i fan potranno in qualche modo saltare al di là dello schermo e incontrare le star dei loro show più amati. Tra le serie protagoniste, il 27 e il 28 aprile a Milano, l’innovativa SKAM ITALIA, appena ripartita con la sua terza stagione e diventata un vero fenomeno di culto tra i più giovani per la sua straordinaria capacità di raccontare la quotidianità degli studenti di un liceo romano, fondendo canali di comunicazione ultra-contemporanei, un’innovativa modalità narrativa “in tempo reale” e tematiche attualissime. A rappresentare le produzioni d’oltreoceano ci penseranno il famosissimo serial dell’xoxo, GOSSIP GIRL, un vero cult globale, la premiatissima RIVERDALE, un teen-drama pieno di mistero che sui social conta milioni di follower, TEEEN WOLF, una fortunata serie a base di amore e licantropia ispirata alla celebre pellicola Eighties con Michael J Fox, REIGN, serial televisivo sulla drammatica vita di Maria Stuarda, eQUEER AS FOLK, forse la prima serie a tema LGBT del nuovo millennio, una produzione audace e controversa che ha saputofondere in modo avvincente narrazione e denuncia sociale. Gli appassionati di serialità britannica troveranno pane per i loro denti con I MEDICI, mentre gli amanti delle atmosfere fiabesche e magiche potranno contare suONCE UPON A TIME,THE ORIGINALS e THE VAMPIRE DIARIES.

Campiello Giovani

Campiello Giovani
Campiello Giovani

Entra nel vivo la 24^ edizione del Campiello Giovani, il concorso letterario rivolto agli aspiranti scrittori tra i 15 e i 22 anni residenti in Italia e all’estero, promosso dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. La Giuria di Selezione del premio ha selezionato i 25 semifinalisti, scelti tra i circa 200 ragazzi che da tutta la Penisola hanno inviato il loro racconto nel periodo compreso tra ottobre 2018 e gennaio 2019.

I semifinalisti del Campiello Giovani 2019 provengono: 2 dalla Campania, 1 dal Friuli Venezia Giulia, 2 dal Lazio, 6 dalla Lombardia, 1 dalla Puglia, 1 dalla Sardegna, 1 dalla Sicilia ed 11 dal Veneto.

Il Campiello Giovani svolge un’azione di promozione della scrittura e della lettura tra i giovani, offrendo a tanti aspiranti scrittori una prima importante occasione per mettersi in luce. Rappresenta inoltre, grazie anche alla collaborazione con il mondo della scuola, un laboratorio formativo e culturale che favorisce l’incontro ed il confronto tra i giovani accomunati dagli stessi interessi e passioni.

La 24^ edizione del Campiello Giovani ha preso il via ad ottobre 2018 e durante i tre mesi successivi ha visto l’organizzazione di 12 incontri negli istituti scolastici di diverse regioni italiane, ai quali hanno preso parte complessivamente oltre 1.500 ragazzi.

Con la selezione dei 25 si è chiusa la prima fase del concorso. Le prossime tappe prevedono l’annuncio della cinquina finalista venerdì 5 aprile 2019 nel corso di uno spettacolo, condotto dai comici di Zelig, Federico Basso, Davide Paniate ed Alessandro Betti, che si terrà, alle ore 10.00, al Teatro Stabile di Verona. Il Vincitore del Campiello Giovani verrà proclamato a settembre e premiato in occasione della cerimonia conclusiva del Premio Campiello di sabato 14 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia.

A Chorus line – Il musical

A Chorus Line
A Chorus Line

Uno dei musical più premiati nella storia  di Broadway al Teatro Nazionale  CheBanca!

Questa nuova edizione di A Chorus Line propone un allestimento mai presentato prima d’ora,  con una creatività tutta italiana: la nuova regia, costruita attentamente da Chiara Noschese nel rispetto di script e direzione originale, è resa ancor più attuale grazie al nuovo adattamento del testo; la riproduzione delle coreografie originali curata ne l dettaglio da Fabrizio Angelini ci porterà indietro nella storia a  danzare su un palcoscenico di Broadway; la direzione musicale di Andrea Calandrini valorizzerà al meglio la partitura originale grazie anche alla presenza dell’orchestra dal vivo, il tutto reso perfettamente fruibile grazie al disegno fonico di Armando Vertullo; le scene inedite disegnate da Lele Moreschi stupiranno il pubblico in un gioco di specchi e le nuove luci studiate da Francesco Vignati renderanno omaggio al passato, sfruttando però la modernità.

Note di Regia

“Uno spettacolo unico, con un linguaggio moderno, che brilla immutato nel tempo: i candidati all’audizione vivono un viaggio tra passato e presente, esprimendo i loro pensieri e sensazioni attraverso musica e danza. Ci appassioniamo alle loro storie, diventando parte di quel presente che condividiamo con tutti i 19 protagonisti. Ci emozioniamo con loro, viviamo la loro audizione che diventa, fatalmente, anche la nostra. È uno spettacolo unico, una macchina perfetta, una scatola cinese costruita con rigore e con altrettanto rigore e rispetto abbiamo cercato di rendere A Chorus Line uno show 2.0.”

A Chorus Line racconta il dietro le quinte di uno spettacolo teatrale, mostrando l’impegno, la fatica, i sogni e il sacrificio di chi vuole disperatamente farcela. La genialità della trama sta tutta nella sua semplicità, un’opera di teatro nel teatro sul palco un gruppo di ballerini  pieni di speranza si presenta a un provino. Sono tutti pronti a farsi giudicare dal regista Zach per aggiudicarsi un ruolo di linea nello spettacolo di prossima produzione, raccontandosi e condividendo con lui le loro storie.
Come nello spettacolo,  così nella vita reale, gli stessi artisti, a ogni alzata di sipario, portano in scena loro stessi, determinati nel dimostrare chi sono. A Chorus Line è un musical originariamente concepito dal regista e coreografo Michael Bennett, che lo mise in scena per la prima volta allo Shubert Theatre di Broadway il 25 luglio 1975 e dove rimase in cartellone 15 anni per un totale di 6.137 repliche.

Lo show fece così tanto scalpore da essere rinominato come il “Re dei Musical”: vinse 9 Tony Award (tra cui miglior musical, miglior regista, miglior libretto, miglior attrice, migliori musiche, miglior coreografo etc..), un premio Olivier Award per il miglior musical e un Premio Pulitzer per la drammaturgia. Successivamente, nel 1985, la Columbia Pictures ne distribuì la versione cinematografica, con adattamento di Arnold Schulman e regia di Richard Attenborough e con Michael Douglas nel ruolo del regista Zach.

I biglietti sono disponibili sul sito  www.teatronazionale.it , www.ticketone.it , presso il box office e l’Ufficio Vendite del Teatro