Luglio in musica sul Monte Amiata

Arcidosso_Folk
Arcidosso_Folk

Dal jazz al folk, dalla classica alla contemporanea: sarà un luglio pieno di musica sul Monte Amiata (Toscana).
Per più di un mese gli angoli più suggestivi dei bellissimi borghi di Arcidosso e Abbadia San Salvatore ospitano appuntamenti – tutti ad ingresso libero – che vedono protagonisti artisti provenienti da tutto il mondo.

Si comincia ad Arcidosso dove dal 6 al 8 luglio torna l’Amiata Folk Festival con “Il calore della terra”, insolito calendario all’insegna delle contaminazioni che porta nel cuore della montagna toscana musiche e danze del sud Italia.
Per tre giorni il borgo amiatino diventa un palcoscenico a cielo aperto con la musica popolare che “invade” luoghi di fascino e di storia come il Castello Aldobrandesco e il bellissimo Parco del Pero.

Scambio culturale e contaminazioni protagoniste anche di Clazz, festival internazionale che dal 12 luglio al 6 agosto porta sull’Amiata un numero incredibile di musicisti provenienti da varie parti del mondo. Musica classica e musica jazz sono l’ideale colonna sonora di queste tre settimane in cui Arcidosso si trasforma in un vero laboratorio musicale.

Nel piccolo centro arrivano infatti strumentisti affermati a livello internazionale per tenere master class dedicate a giovani musicisti. Un percorso che viene arricchito da esibizioni uniche che animano teatri e piazze del bellissimo centro storico dando vita a una rassegna di concerti ad ingresso gratuito.

Un progetto che si veste di unicità grazie anche alla bellissima interazione tra la popolazione residente e i musicisti che dal Giappone all’America scelgono l’Amiata per un’esperienza formativa ed artistica davvero importante e ancora a misura d’uomo.

Ma il lunghissimo luglio del Monte Amiata non finisce qui: dal 27 al 29 luglio ad Abbadia San Salvatore si rinnova l’appuntamento con il Francigena Folk Festival, una tre giorni dedicata alle radici della musica popolare che nella bellissima Piazza Santa Croce permette un singolare intreccio tra i suoni della tradizione e la world music.

Per maggiori informazioni:
Pro Loco Arcidosso 0564 968084 – 388 8656971; locoarcidosso@yahoo.it
Pro Loco Abbadia 0577778324 – 0577775221; info@prolocoabbadia.it
Su Facebook: Pro Loco Arcidosso; Abbadia Città delle Fiaccole

“America” nuovo album dei Thirty Seconds To Mars

MARS OFFICIAL 2018_
MARS OFFICIAL 2018_

Dopo 5 anni d’attesa è uscito oggi in tutto il mondo “AMERICA”, il nuovo album dei THIRTY SECONDS TO MARS.
Il disco, già al #1 posto su iTunes in America, Italia, Francia, Germania e nei principali mercati, contiene 12 brani inediti tra cui alcune preziose collaborazioni con artisti superstar come Halsey e A$AP Rocky e una traccia prodotta da ZEDD.

L’album, sia in fisico che in digitale, viene pubblicato nella versione standard con 6 diverse copertine (1 per la versione deluxe). Le cover fanno parte di una campagna globale presente nelle principali città del mondo a partire dagli Stati Uniti.

Collegandosi a america.thirtysecondstomars.com I fan potranno creare con la stessa grafica una personale lista da condividere attraverso I social network.

Dopo il successo del primo singolo “Walk on Water” che ha riportato i THIRTY SECONDS TO MARS nelle radio e nelle classifiche di tutto il mondo a 5 anni di distanza dall’ultimo disco “Love, Lust, Faith and Dreams”, la band americana capitanata dall’attore premio oscar JARED LETO è tornata protagonista nelle radio italiane con il nuovo singolo “DANGEROUS NIGHT” (https://youtu.be/yN7N0P2TxHQ), una canzone – come ha dichiarato Jared Leto – sull’amore.
Il brano è tra i 15 pezzi più programmati dalle radio italiane.

Questa la tracklist di “AMERICA”:
1. Walk On Water
2. Dangerous Night produced by Zedd
3. Rescue Me
4. One Track Mind ft. A$AP Rocky
5. Monolith
6. Love Is Madness ft. Halsey
7. Great Wide Open
8. Hail To The Victor
9. Dawn Will Rise
10. Remedy
11. Live Like A Dream
12. Rider

A questi brani si aggiungo nella Deluxe Edition la versione Acustica e quella R3hab Remix di “Walk on Water” e la versione Cheat Codes Remix di “Dangerous night”.

È partito l’11 marzo da Colonia il MONOLITH TOUR della band che dopo le date sold out di Roma e Bologna farà tappa nuovamente in Italia il prossimo 8 settembre in occasione della prima edizione del MILANO ROCKS presso l’Open Air Theatre dell’Area EXPO- Experience Milano. Per informazioni sui concerti italiani www.livenation.it

Thirty Seconds To Mars – Nuovo album: “America”

Thirty Seconds to Mars_cover album AMERICA_deluxe kylie
Thirty Seconds to Mars_cover album AMERICA_deluxe kylie

THIRTY SECONDS TO MARS hanno svelato oggi il titolo del disco, la tracklist e l’ambiziosa campagna creativa legata alla pubblicazione del loro sesto disco di studio “AMERICA”, atteso per il 6 aprile su etichetta Interscope Records.

Il disco contiene alcune preziose collaborazioni con artisti superstar come Halsey e A$AP Rocky e una traccia prodotta da ZEDD.

L’album, sia in fisico che in digitale, verrà pubblicato con diverse copertine. Le cover fanno parte di una campagna globale che sarà presente nelle principali città del mondo a partire dagli Stati Uniti.

Ad anticipare l’uscita del disco un brano inedito dal titolo “One Track Mind” featuring A$AP Rocky, disponibile da domani negli store digitali.

Dopo il successo del primo singolo “Walk on Water” che ha riportato i THIRTY SECONDS TO MARS nelle radio e nelle classifiche di tutto il mondo a 4 anni di distanza dall’ultimo disco “Love, Lust, Faith and Dreams”, la band americana capitanata dall’attore premio oscar JARED LETO è tornata protagonista nelle radio italiane con il nuovo singolo “DANGEROUS NIGHT” (https://youtu.be/yN7N0P2TxHQ), una canzone – come ha dichiarato Jared Leto – sull’amore.
Il brano è tra i 30 pezzi più programmati dalle radio italiane.

Questa la tracklist di “AMERICA”:

1. Walk On Water
2. Dangerous Night produced by Zedd
3. Rescue Me
4. One Track Mind ft. A$AP Rocky
5. Monolith
6. Love Is Madness ft. Halsey
7. Great Wide Open
8. Hail To The Victor
9. Dawn Will Rise
10. Remedy
11. Live Like A Dream
12. Rider

È partito l’11 marzo da Colonia il tour Europeo della band che dopo le date sold out di Roma e Bologna farà tappa nuovamente in Italia il prossimo 8 settembre in occasione della prima edizione del MILANO ROCKS presso l’Open Air Theatre dell’Area EXPO- Experience Milano. Per informazioni sui concerti italiani www.livenation.it

Johnny Dorelli da Fazio

DORELLIFAZIO
DORELLIFAZIO

Dopo tanti anni di assenza dalla tv, Johnny Dorelli ha accettato i reiterati inviti di Fabio Fazio e finalmente è stato ospite di Che Tempo che Fa questa sera su Rai 1. “Allora tutto bene?” ha apostrofato il pubblico che lo ha accolto con un lungo ed emozionato applauso.

Insieme con Fazio, Dorelli ha ripercorso la sua lunga e importante carriera: dagli studi in America ai grandi successi delle sue canzoni, ma anche al cinema, in tv e in teatro. Raggiunto ad un certo punto del suo racconto dalla moglie Gloria Guida – alla quale è legato da 38 anni – che ha sottolineato “Guardandolo, mi sono commossa perché erano 10 anni che lui non si faceva vedere in video e mi sono emozionata”.

Incoraggiato dalla moglie e incalzato da Fabio Fazio, Johnny Dorelli che ha dichiarato “Io non suono più da 10 anni e non canto più da 10 anni” ha poi accettato di rimettersi al piano intonando una canzone di dedicata alla sua Milano e a sua moglie.

Al termine della brevissima esibizione, tutto il pubblico si è alzato in piedi in un commosso tributo al grande uomo di spettacolo.

FrancescoDe Gregori-live in Usa

DB_FDG_Tavira_0056_Foto di Daniele Barraco©_b
DB_FDG_Tavira_0056_Foto di Daniele Barraco©_b

Partito venerdì 13 ottobre dal “VOX CLUB” di Nonantola (Modena), il tour nei club di Europa e Stati Uniti di FRANCESCO DE GREGORI arriva in AMERICA.

Francesco De Gregori sarà infatti in concerto domenica 5 novembre al REGENT THEATRE di Boston e martedì 7 novembre alla TOWN HALL di New York per proporre live i suoi più grandi successi e alcuni tra i brani meno conosciuti del suo repertorio.

«Vedo un sacco di concerti trattati come eventi muscolari, spesso c’è di mezzo la parola MEGA (grandi numeri, grandi palchi, grandi schermi etc..) – dichiara De Gregori – A me piacciono anche i posti piccoli, ho sempre amato i club, li ho già fatti e continuerò a farli. Quel suono un po’ ferroso fatto solo per chi sta lì in carne e ossa, magari con una birra in mano e ogni tanto esce a fumarsi una sigaretta quando faccio un pezzo che non gli piace. E non si aspetta di rivedere tutto questo in televisione un anno o un giorno dopo».

FRANCESCO DE GREGORI in questo tour nei club è accompagnato da una formazione inedita: Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Carlo Gaudiello (piano e tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre) e Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino).

«In questo giro di club non avremo un batterista, ci sarò io che batto il piede sul palco e basta. E poi ci saranno un paio di chitarre, un basso e una tastiera – afferma De Gregori – La maggior parte dei batteristi che conosco ormai cercano di somigliare a una batteria elettronica e questa cosa non mi piace. Non credo ai musicisti che dicono “Sto cercando un nuovo suono”. È il suono che di solito viene a trovare te. E credo che con questa band succederà».

All’estero FRANCESCO DE GREGORI porta il suo tour nelle città di Monaco, Zurigo, Bruxelles, Parigi, Lussemburgo, Londra, Lugano, Boston e New York.

«Mi incuriosisce la TOWN HALL, il teatro dove andremo a New York a novembre. È un locale storico di Broadway, dove pare abbia suonato Dylan la prima volta che uscì dalla cerchia protetta dei piccoli club del Village – racconta De Gregori – Di Dylan metterò in scaletta anche un pezzo preso del mio ultimo disco di traduzioni. Può sembrare una stranezza andarlo a cantare in italiano davanti a un pubblico internazionale. Ma una sera a Parigi ho sentito Dylan cantare in inglese ” Les feuilles mortes” e da allora ho capito che si può fare tutto. Non credo che ci sia una gran differenza fra il nostro pubblico e quello che troverò a Monaco o a Londra o a Parigi. Anche lì è pieno di italiani, e poi il mondo si è rimpicciolito, i linguaggi si sono integrati».

4, invece, le uniche tappe italiane del tour: Nonantola (Modena), Torino, S. Biagio di Callalta (Treviso) e Trezzo sull’Adda (Milano).

«Farò molti pezzi che ho suonato raramente perché magari non erano buoni come singoli – svela De Gregori – Ma quando fai un concerto devi fregartene di quello che passano o non passano le radio. Penso che questa cosa al pubblico andrà bene anche se magari qualcuno dirà “E questa che è, da dove l’ha tirata fuori?” Insomma, ai miei concerti vengono sia quelli che vorrebbero sentire solo Generale e Rimmel sia quelli che non ne possono più perché ormai gli escono dalle orecchie. Hanno ragione tutti e due, li capisco tutti e due e cercherò di mandarli a casa contenti tutti e due».

I biglietti per le date sono disponibili in prevendita. Per info e acquisto: www.fepgroup.it.