Andamento dei prezzi delle case a Milano: dove è più conveniente acquistare

Assago
Assago

Nel periodo successivo al lockdown di marzo 2020 sono sempre di più i soggetti interessati all’acquisto di una nuova abitazione per distaccarsi dal proprio nucleo familiare ed essere definitivamente indipendenti ed autonomi.

A maggior ragione se si considera che, ad oggi, la situazione epidemiologica non sembra destinata a migliorare nel giro di breve tempo, costringendo nuovamente gli italiani a restare a casa.

L’ultimo Decreto del 14 gennaio scorso ha confermato la diversificazione del territorio nazionale in tre colori a seconda della gravità dello stato emergenziale: a solo titolo esemplificativo, si consideri che in base ai dai dati raccolti nel periodo precedente, le Autorità hanno ritenuto opportuno collocare la Lombardia in zona rossa assieme alla Sicilia ed alla Provincia Autonoma di Bolzano, considerandole aree ad alto rischio di contagio.

Dunque, per chiunque sia ancora interessato ad acquistare una casa a Milano e dintorni potrebbe essere utile una breve guida sull’andamento del mercato immobiliare, aggiornata al mese di dicembre 2020.

Dai dati statistici raccolti emerge che il costo degli immobili in vendita ammonta a 3.049 euro al metro quadro (registrando un +12,14% rispetto a dicembre 2019), sebbene il valore si differenzi di zona in zona.

Le abitazioni risultano essere decisamente più costose nei Comuni di Milano (4.712 euro/mq), Assago (3.149/mq), Segrate (2.768 euro/mq), San Donato Milanese (2.683 euro /mq) e Buccinasco (2.634 euro /mq).

Qualora per un potenziale acquirente questi prezzi dovessero essere troppo elevati rispetto alla materiale disponibilità, si segnalano una serie di Comuni in cui i prezzi delle case sono più contenuti: ad esempio, in zona Besate le abitazioni hanno un costo medio di 1.032 euro/mq, mentre a Calvignasco di  1.142 euro/mq ed a Nosata di 1.191 euro/mq.

Nel mezzo, si collocano i Comuni di Novate Milanese (2.342 euro/mq), Paderno Dugnano (1.921 euro/mq), Rho (1.838 euro/mq) e Cornaredo (1.814 euro/mq).

In ogni caso, è opportuno sottolineare che chi non dispone della liquidità necessaria all’acquisto di una casa può ricorrere ad un mutuo ipotecario, anche in considerazione della crescente convenienza di queste operazioni finanziarie negli ultimi tempi.

In questo modo il soggetto interessato può ricevere in breve tempo il capitale necessario per concludere l’affare, restituendo il costo complessivo del prestito in favore della banca erogante in un medio-lungo periodo.

Tra i soggetti maggiormente avvantaggiati sotto il profilo dell’accesso al credito per l’acquisto della prima abitazione v’è la categoria dei giovani under 35, nei cui confronti gli istituti di credito predispongono delle offerte ad hoc che prevedono una serie di agevolazioni, come l’eliminazione di taluni costi accessori oppure l’abbassamento dei tassi applicati ai mutui ipotecari (per ulteriori approfondimenti sulle agevolazioni dei mutui dedicati ai giovani: Calcoloratamutuo.org).