Temporali: punto della situazione da Arpa Lombardia

arpa lombardia.maltempo
arpa lombardia.maltempo

Si è in parte attenuata nelle ultime ore la fase di forte instabilità causata dalla perturbazione transitata tra la notte di ieri, 14 maggio, e questa mattina sulla Lombardia. La vasta depressione centrata tra Portogallo e Spagna ha investito in particolare il Nord Italia e, sulle zone lombarde interessate, era attivo dal pomeriggo ieri un livello arancione di allerta di Protezione civile per temporali forti e rischio idrometeo e giallo per vento forte.

L’attivo e ampio fronte temporalesco ha iniziato a interessare la regione a partire dai settori meridionali dalla serata, muovendosi piuttosto velocemente verso nord in nottata. Sono state così coinvolte dalle precipitazioni tutte le zone della regione, in particolar modo i settori occidentali della Pianura dove il fronte temporalesco si è rigenerato per diverse ore scaricando quantitativi di pioggia molto forti, accompagnati da raffiche di vento fin sui 60 km/h.

Pioggia caduta nelle ultime 12 ore
La zona maggiormente interessata è stata quella del milanese centrale e occidentale e i rispettivi settori a nord fino alle province di Varese-Como e Lecco. I dati delle precipitazioni cumulate nelle 12 ore dalla sera di giovedì 14 e fino al mattino di venerdì 15, evidenziano che sul milanese sono caduti 133 mm a Piazza Zavattari, 122 mm a Corsico, 121 mm a Rho, 96 mm in via Rosellini e quantitativi compresi tra gli 80 e 100 mm sulle stazioni a Nord di Milano.

Anche l’intensità oraria massima delle precipitazioni si è registrata in due stazioni di Milano: in Piazza Zavattari sono caduti ben 54,8 mm tra le ore 00 e le 01 di giovedì 15, in Via Rosellini invece 41,6 mm tra le 02 e le 03 della notte.