Biodiversità: Giornata Mondiale

Raffaele Cattaneo
Raffaele Cattaneo

Giornata Mondiale della Biodiversità, Cattaneo: parte fondamentale della sfida per la Sostenibilità

(Milano, 22 mag) “Oggi si celebra la giornata mondiale della
biodiversita': un patrimonio culturale e naturale comune a tutti, parte
fondamentale della sfida per la sostenibilita'”.
Lo afferma l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele
Cattaneo, in occasione della ‘Giornata mondiale della Biodiversita”.

SFIDA – “E’ importante che aumenti in ciascuno di noi la consapevolezza
della centralita’ della sfida per la tutela della biodiversita’ – prosegue
Cattaneo – cosi’ come negli anni si e’
sviluppata nei confronti dei temi legati al cambiamento climatico. La
biodiversita’ rappresenta infatti una condizione fondamentale per fornire
alla nostra vita quotidiana benessere per la salute e per una vita buona.
Inoltre, i servizi ecosistemici forniti dalle molteplicita’ delle forme
viventi, dal loro positivo intreccio in natura hanno un valore stimato
dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo (OECD) pari a 1,5
volte il Pil mondiale per ogni anno”.

AUMENTARE GLI INVESTIMENTI – “A fronte di un beneficio cosi’
grande – rileva il titolare lombardo all’Ambiente – si investe ancora troppo
poco per la tutela della biodiversita’. Questa pandemia ha costretto
ciascuno di noi a soffermarsi sull’importanza della tutela della
biodiversita’. Il rapporto tra uomo e ambiente, tra uomo e altre specie
viventi se non e’
regolato, produce grandi rischi”.

L’IMPEGNO DI REGIONE – “In Regione Lombardia, stiamo investendo decine di
milioni di euro per la tutela della biodiversita’ – conclude Cattaneo –
anche grazie ai fondi europei, nell’ambito del progetto Gestire 2020.
Tuttavia, per vincere la battaglia, la biodiversita’ dovra’ diventare un
patrimonio comune e parte centrale delle scelte e degli investimenti non
solo a livello governativo, ma anche nei comportamenti di ciascuno di noi.
Proprio ieri la Commissione Europea ha lanciato la Strategia Europea per la
Biodiversita’ 2030, a cui anche noi faremo riferimento nella definizione
delle nostre politiche”.