I Dottor Sogni curano la “parte sana” dei bambini malati

Dottor Sogni - Theodora
Dottor Sogni – Theodora

C’è tempo fino a domenica 2 febbraio per garantire un anno di visite dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati negli ospedali italiani. I Dottor Sogni, in sinergia con i medici, si prendono cura della “parte sana” dei bambini malati.

Fino al 2 febbraio: numero solidale 45581 per garantire 1 anno di visite speciali, dedicate alla “parte sana” di 2.700 piccoli pazienti ricoverati nei reparti di onco-ematologia di 4 ospedali italiani

I Dottor Sogni di Fondazione Theodora rendono più forti i bambini in ospedale

“Toc toc. È permesso?”. Il Dottor Sogni bussa alla porta della stanza dell’ospedale dove il bambino è ricoverato ed entra solo quando lui glielo permette. Così inizia il rapporto tra i due, basato sulla fiducia e sulla possibilità di scelta del piccolo paziente, che è legittimato anche a dire “no” in un ambiente in cui ogni cosa va spesso oltre la sua volontà. Se risponde “sì”, il Dottor Sogni entra e prima di tutto ascolta: solo così capisce lo stato d’animo reale del bambino, dando il via a un momento unico ed esclusivo.

I Dottor Sogni di Fondazione Theodora Onlus portano la magia di un mondo a colori a 35.000 bambini ricoverati ogni anno in 42 reparti di 18 ospedali italiani, con l’obiettivo di prendersi cura della loro “parte sana” aiutandoli a rimanere sognatori. Per continuare a garantire le visite speciali dei Dottor Sogni, Fondazione Theodora avvia una campagna dal 12 gennaio al 2 febbraio 2020, che è possibile per tutti sostenere con un sms o una telefonata da fisso al numero solidale 45581.

I Dottor Sogni sono artisti professionisti (attori di teatro, artisti di strada, mimi) che si prendono cura della “parte sana” del bambino ricoverato in ospedale, agendo in armonia con il personale medico e ospedaliero che si dedica invece alla malattia. Non si tratta di mettere in scena un semplice spettacolo per intrattenere il bambino, ma di creare un rapporto di fiducia e confidenza, basato sul gioco e sull’accoglimento delle emozioni.

Per questo i Dottor Sogni sono formati specificamente per operare in presidi ospedalieri pediatrici di alta complessità, offrendo un sostegno concreto al bambino e alla sua famiglia nell’affrontare la difficile prova del ricovero e dell’eventuale intervento chirurgico. Il compito di formarli adeguatamente, oltre che di assumerli, è di Fondazione Theodora Onlus, che da 25 anni opera quotidianamente per portare, attraverso loro, momenti di gioco, ascolto e sorriso ai bambini ricoverati. “Fantasia, stupore, sorriso, risata e anche pianto: il bambino si può esprimere come desidera con il Dottor Sogni, che è lì apposta per mantenere vive le sue emozioni e ‘alleggerire’ così il suo bagaglio. Il bambino malato non è più allora un paziente, ma può essere solo un bambino” commenta Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora.

Perseguendo il motto “Sognare rende più forti i bambini in ospedale”, Fondazione Theodora avvia la campagna solidale con l’obiettivo specifico di raccogliere fondi per garantire le visite speciali dei Dottor Sogni in un anno a 2.700 bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia di 4 ospedali italiani: Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Istituto Giannina Gaslini di Genova, Policlinico Umberto I di Roma, A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli. Dal 12 gennaio al 2 febbraio 2020 è possibile donare da 2 a 10 euro attraverso un SMS o una telefonata al numero solidale 45581.

Molti e affezionati sono gli Ambasciatori del Sorriso, i sostenitori di Fondazione Theodora nel mondo dello spettacolo e dello sport: l’amica e testimonial Margherita Buy e poi l’oste e cuoco Filippo La Mantia, gli attori comici di The Pozzolis Family, l’allenatore della nazionale maschile di pallanuoto Sandro Campagna, la ginnasta Vanessa Ferrari, i tuffatori Giovanni Tocci e Noemi Batki.