Le Calciati: online il video del singolo Le Bambole di Giotto

Le Calciati
Le Calciati

“…I tuoi soldi non mi fanno vivere una favola,
Giotto non ha mai dipinto bambole di plastica…”

Online su YouTube il video de “Le Bambole di Giotto”, il nuovo singolo de Le Calciati, che vede alla regia Laïoung, direttore della fotografia Adolphe Sarr e Editing and EFX Federico Lanzarotta.
A proposito del brano, Le Calciati commentano: “Abbiamo scritto questo brano per raccontare nostre esperienze personali, parlando e romanzando, di fatti avvenuti nella nostra vita, e in quella di molte altre donne, superati e non – continuano – e vogliamo sfatare il concetto donna-oggetto. Rimanendo sempre sul tema della violenza sulle donne, aggiungendo il fattore denaro, che viene usato spesso dall’uomo per comprare il corpo di una donna o per sottometterla psicologicamente in quanto, e purtroppo in alcuni casi, è più debole economicamente.”
Nessuno si può arrogare il diritto di essere proprietario di un altro essere umano, o sentirsi superiore in base a ciò che possiede o alla forza fisica. I soldi non sempre fanno vivere una favola, soprattutto se in cambio viene violata la libertà altrui.
Il video del nuovo singolo “Le Bambole di Giotto”, è visibile al seguente link: https://youtu.be/pIIVLMKE5_U
Le Calciati, Elvira e Mary, sono sorelle unite anche da un rapporto di grande amicizia e dalla passione per la musica. Fin dalla tenera età si dilettano a scrivere e registrare le loro canzoni, immedesimandosi e immaginando di essere parte di un gruppo musicale tutto al femminile. Nella vita sono sempre state paladine dell’onestà, non hanno mai sopportato le ingiustizie e il bullismo e sono sempre intervenute quando è capitato loro di trovarsi in situazioni del genere. Orbitano fin da piccole intorno al mondo dello spettacolo prediligendo però, alla carriera, la famiglia. Oggi che sono mamme tengono a sottolineare l’insegnamento che danno ai loro figli, ovvero i valori fondamentali come il rispetto per qualsiasi tipo di diversità, sesso, colore della pelle e o posizione sociale. Proprio per questo hanno deciso di fare qualcosa che coinvolga la maggior parte dei giovani con questo nuovo progetto musicale, ma non si fermeranno qui!