E-state in Via Spluga

06-06-2018_apertura-via-spluga
06-06-2018_apertura-via-spluga

L’estate è arrivata in Via Spluga e il prossimo 9 giugno si vedrà l’inaugurazione del meraviglioso percorso escursionistico che ogni anno richiama visitatori da tutto il mondo, desiderosi di ammirare le bellezze naturali e culturali della storica via mercantile.

Tanto movimento e avventure all’aria aperta sono i capisaldi dell’estate 2018 in Via Spluga.

Ogni estate ha i suoi trend e nel 2018 il vero must saranno le vacanze dedicate allo sport e alla cura di corpo e mente: trekking, natura e benessere sono gli ingredienti perfetti per chi vuol stare al passo con le tendenze.

Infatti quest’estate, secondo l’Osservatorio Nazionale del Turismo, il 55% dei turisti sceglierà delle mete legate al detox, alla corsa e alla mindfulness… e la Via Spluga diventa allora la destinazione ideale per vivere un viaggio di puro movimentoe di rigenerazione in territori mozzafiato.

Possenti montagne, laghi cristallini e infinite distese di verde rappresentano la Via Spluga, un sentiero escursionistico-culturale nelle Alpi Centrali percorribile dal 9 giugno al 21 ottobre, che da secoli unisce le due località di Thusis (Svizzera) e Chiavenna (Italia), abitata da popoli grigionese, reto-romancio, walser e lombardo.

L’itinerario comprende circa 65 km e ripercorre più di 2.000 anni di storia a contatto con un suggestivo paesaggio montano di borghi storici, gole impressionanti e terme rigeneranti.

Il cammino inizia dalla cittadina di Thusis, nel Canton del Grigioni, in direzione dell’emozionante Gola della Viamala, scegliendo di percorrere la Via Traversina, un sentiero di pura adrenalina fatto di continui saliscendi fino a giungere all’omonimo ponte sospeso di 60 m da cui si può godere di una vista indimenticabile.

Le fatiche del trekking saranno ricompensate una volta giunti alle rigeneranti terme di Andeer, prima di proseguire il viaggio verso il punto più alto della Via Spluga, il famoso Passo dello Spluga a 2.115 m di quota.

Valicato il confine, l’Italia e la Valchiavenna danno il benvenuto: il bellissimo centro montano di Montespluga a “soli” 1.900 m e il borgo di Campodolcino fanno da cornice al magnifico scenario della frontiera.

Giungendo alla Gola del Cardinello, il percorso diventa una palestra a cielo aperto con salite, strapiombi, fessure e falesie naturali per mettersi in gioco e praticare sport in un contesto di pregio inimitabile.

Tappa finale del viaggio è la cittadina di Chiavenna, meta ideale per gustare le prelibatezze valchiavennasche nei tradizionali crotti oppure per scoprire le bellezze dei suoi edifici storici. Inoltre, Chiavenna costituisce il punto di partenza per avventure a tutto sport come running tra i sentieri di montagna oppure canyoning nelle limpidi acque dei torrenti limitrofi.

L’itinerario a tappe della Via Spluga è indicato a chi ama la montagna e il trekking, particolarità per cui bisogna avere una buona prestanza fisica e un equipaggiamento adeguato. Grazie alla pratica app disponibile per iOS e Android, il cammino è reso più interattivo e coinvolgente con immagini, mappe e informazioni utili per affrontare il viaggio.