E-state in Via Spluga

06-06-2018_apertura-via-spluga
06-06-2018_apertura-via-spluga

L’estate è arrivata in Via Spluga e il prossimo 9 giugno si vedrà l’inaugurazione del meraviglioso percorso escursionistico che ogni anno richiama visitatori da tutto il mondo, desiderosi di ammirare le bellezze naturali e culturali della storica via mercantile.

Tanto movimento e avventure all’aria aperta sono i capisaldi dell’estate 2018 in Via Spluga.

Ogni estate ha i suoi trend e nel 2018 il vero must saranno le vacanze dedicate allo sport e alla cura di corpo e mente: trekking, natura e benessere sono gli ingredienti perfetti per chi vuol stare al passo con le tendenze.

Infatti quest’estate, secondo l’Osservatorio Nazionale del Turismo, il 55% dei turisti sceglierà delle mete legate al detox, alla corsa e alla mindfulness… e la Via Spluga diventa allora la destinazione ideale per vivere un viaggio di puro movimentoe di rigenerazione in territori mozzafiato.

Possenti montagne, laghi cristallini e infinite distese di verde rappresentano la Via Spluga, un sentiero escursionistico-culturale nelle Alpi Centrali percorribile dal 9 giugno al 21 ottobre, che da secoli unisce le due località di Thusis (Svizzera) e Chiavenna (Italia), abitata da popoli grigionese, reto-romancio, walser e lombardo.

L’itinerario comprende circa 65 km e ripercorre più di 2.000 anni di storia a contatto con un suggestivo paesaggio montano di borghi storici, gole impressionanti e terme rigeneranti.

Il cammino inizia dalla cittadina di Thusis, nel Canton del Grigioni, in direzione dell’emozionante Gola della Viamala, scegliendo di percorrere la Via Traversina, un sentiero di pura adrenalina fatto di continui saliscendi fino a giungere all’omonimo ponte sospeso di 60 m da cui si può godere di una vista indimenticabile.

Le fatiche del trekking saranno ricompensate una volta giunti alle rigeneranti terme di Andeer, prima di proseguire il viaggio verso il punto più alto della Via Spluga, il famoso Passo dello Spluga a 2.115 m di quota.

Valicato il confine, l’Italia e la Valchiavenna danno il benvenuto: il bellissimo centro montano di Montespluga a “soli” 1.900 m e il borgo di Campodolcino fanno da cornice al magnifico scenario della frontiera.

Giungendo alla Gola del Cardinello, il percorso diventa una palestra a cielo aperto con salite, strapiombi, fessure e falesie naturali per mettersi in gioco e praticare sport in un contesto di pregio inimitabile.

Tappa finale del viaggio è la cittadina di Chiavenna, meta ideale per gustare le prelibatezze valchiavennasche nei tradizionali crotti oppure per scoprire le bellezze dei suoi edifici storici. Inoltre, Chiavenna costituisce il punto di partenza per avventure a tutto sport come running tra i sentieri di montagna oppure canyoning nelle limpidi acque dei torrenti limitrofi.

L’itinerario a tappe della Via Spluga è indicato a chi ama la montagna e il trekking, particolarità per cui bisogna avere una buona prestanza fisica e un equipaggiamento adeguato. Grazie alla pratica app disponibile per iOS e Android, il cammino è reso più interattivo e coinvolgente con immagini, mappe e informazioni utili per affrontare il viaggio.

“Festival di Nova Eroica”

festival nova eroica
festival nova eroica

Bici, arte, natura ed enogastronomia: è un lungo weekend mozzafiato quello che propone Buonconvento (SI) con il primo “Festival di Nova Eroica”. Dal 27 aprile al 1 maggio nelle Terre di Siena la bellezza della fatica incontra la bellezza del territorio per un’esperienza tra sport e cultura tutta da vivere.

Voluto e organizzato dalla Pro Loco di Buonconvento, Il festival ospita la “Nova Eroica”, format ciclistico firmato Eroica che permette a tutti i tipi di bici (da quelle vintage a quelle al carbonio o quelle in alluminio) di percorrere un tratto dello storico tragitto che si snoda tra le strade bianche di una delle terre più belle del mondo.

E proprio al ciclismo sarà dedicato il “Villaggio di Nuova Eroica” che sarà allestito nel grande Piazzale Garibaldi, accanto alla cinta muraria medioevale del paese: qui una ricca mostra mercato proporrà il meglio di tutto quello che ha a che fare con il mondo della bicicletta.

Il “Festival di Nova Eroica” sarà poi caratterizzato dal “Mercato in Scena”, un curioso viaggio alla scoperta di piccoli produttori ed artigiani che nel tipico centro storico toscano (via Soccini e via Roma), racconteranno l’eccellenza dei prodotti toscani e italiani.

Piazza Matteotti si trasformerà invece in un vero e proprio paradiso dei golosi con il “Ristorante di Strada” ideato dai ristoratori di Buonconvento che proporranno le loro specialità a pranzo e cena mentre i bar del paese offriranno i loro aperitivi accompagnati da musica.

Nell’anno dedicato alla cultura del cibo non mancheranno i grandi chef a dar vita a veri e propri spettacoli dietro ai fornelli che avranno luogo al Teatro dei Risorti (inizio ore 17, ingresso libero). Il 28 aprile il “Festival di Nova Eroica” ospita Elena Mozzini del ristorante “La Botte Piena” di Montefollonico.

Il 29 aprile sarà la volta di Emilio Signori de “La Locanda della Luna” di Tirli e Matteo Donati del Ristorante Donati di Castiglione della Pescaia protagonisti di un doppio cooking show, infine il 1 maggio “il mestolo” passerà a Ronald Bukri de “Osteria Osticcio” di Montalcino.

Gli chef, presentati dalla giornalista Annamaria Tossani, proporranno al pubblico alcuni loro piatti più tipici ispirati alla tradizione toscana in abbinamento ai vini appositamente selezionati da Enoteca Vinea di Buonconvento.

Nel viale della Libertà sarà organizzata l’area fitness e benessere con esperti del settore che offriranno al pubblico la possibilità di conoscere e sperimentare sport e attrezzature dedicate alla forma fisica.

Il programma sarà scandito da numerosi momenti di intrattenimento e divertimento per grandi e piccini: tra le novità il laboratorio di circo per i bambini nella Piazzetta del Poggio e la Galleria d’arte di Nova Eroica che sarà allestita in via Oscura.

E nei giorni del Festival sarà possibile visitare anche il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, allestito all’interno del meraviglioso palazzo liberty Ricci Socini e al Museo della Mezzadria Senese, ospitato nei suggestivi spazi seicenteschi di un antico granaio padronale, che raccontano la storia di questo angolo di Toscana.

Tra le iniziative speciale, il 1 maggio sarà organizzato uno speciale trekking fotografico dedicato alla scoperta degli scorci più suggestivi della Val d’Arbia che, per decenni, hanno accolto la vita e il lavoro dei contadini mezzadri.

Durante il percorso i partecipanti avranno la possibilità di partecipare ad un workshop a cura dei fotografi Diego Poggialini e Franco Terrosi, che illustreranno i principi base della fotografia di paesaggio. L’appuntamento, organizzato da Fondazione Musei Senesi e Museum Angels è gratuito ma è necessaria l’iscrizione al numero 334 1055006 oppure 340 3730678.

Il “Festival di Nova Eroica” è un progetto della Pro Loco di Buonconvento. Le informazioni e il programma completo sono disponibili sul sito www.prolocobuonconvento.com

Su Facebook: Nova Eroica oppure Proloco Buonconvento

Per partecipare alla Nova Eroica: informazioni e prenotazioni su www.novaeroica.it

“Strada delle 52 gallerie” e Monte Pasubio

Strada delle 52 Gallerie3
Strada delle 52 Gallerie3

Le rigide temperature invernali non fermano la voglia di avventura, per staccare dalla noiosa routine quotidiana. Per regalarsi un momento di evasione, non c’è niente di meglio del contatto con la natura, a piedi lungo sentieri all’aria aperta, o in sella ad una moto, guardando sfrecciare il paesaggio.

Mototurismo e trekking è un binomio sempre più ricercato tra i turisti digitali, per questo TrueRiders, portale di riferimento per migliaia di motociclisti, e GoodTrekking, punto di riferimento dei trekker di tutta Italia, hanno deciso di proporre un itinerario congiunto, in grado di soddisfare le esigenze dei propri utenti.

Il percorso si snoda nei territori delle province di Vicenza e Trento. Si inizia dal Monte Pasubio, un imponente forte che domina le valli che si trovano nella zona a sud delle Fugazze e a nord del passo della Borcola.

Nella zona meridionale e occidentale, le pendici di questo maestoso massiccio strapiombano su pareti scoscese che sembrano quasi impenetrabili, una sfida per gli intrepidi e uno scenario davvero incredibile.

Lungo questi sentieri impervi, in queste zone così estreme, la Prima Guerra Mondiale ha trovato uno scenario unico nel suo genere, ma soprattutto, strategicamente perfetto per la sicurezza del fronte italiano.

È una strada davvero mirabile e unica nel suo genere: si trovano, infatti, strade camionabili dal percorso ardimentoso, come la celebre Strada delle 52 gallerie, un vero e proprio “paradiso per gli escursionisti” e un percorso libidinoso per i motociclisti che non temono curve e tornanti.

Per chi vuole godersi questo itinerario in sella, attraverso la SS46, strada notoria per la sua ricchezza e varietà di paesaggi incantevoli lungo fiume Pasubio, sarà davvero adrenalinico percorrere tornanti e “piccoli gomiti” che renderanno il viaggio più vivace. Quota 1.100 metri, si parte da Rovereto verso Pian delle Fugazze, si attraversano gli emblemi della Grande Guerra fino a Passo Xomo.

Da questo passo in poi, conviene slacciare il casco e fare un bel nodo agli scarponcini da trekking fino alla bocchetta di Campiglia, un percorso della durata di circa 3 ore, con un dislivello di 800 metri, attraverso ardue gallerie che possono riservare curve, biforcazioni, per 6,3 km.

Durante questo tragitto è possibile ammirare le bellezze delle Piccole Dolomiti che si mostreranno in tutto il loro splendore ogni qual volta si farà capolino dai cunicoli di roccia che si alternano alla strada sterrata, in un percorso emozionante verso la cima.

La fatica della traversata sarà ripagata dall’arrivo al rifugio Gen. A. Papa a 1929 metri d’altezza. In alcuni tratti lo strapiombo è notevole, ma il panorama è mozzafiato per la sua incredibile bellezza.

Passeggiata nella riserva del Mont Mars e

Moveweek
Moveweek

Parte da Bollate, l’iniziativa, inserita nel contesto della “Move Week”

Move Week è la settimana europea del movimento, si svolgerà in Italia e nel resto d’Europa, fino al 27 settembre.L’obiettivo è quello di promuovere la salute e il benessere.

Le magliette arancioni con il logo della manifestazione si impossesseranno festosamente di strade e piazze nelle città italiane.

Lo sport sociale e per tutti si mobilita per il movimento di tutti i cittadini. Movimento nel duplice significato di salute e di benessere, ma anche di diritto di fuggire da guerre e povertà. Da qui lo slogan #Liberidimuoversi-Free to move.

Da Bollate, l’insegnante di Pilates certificata, Monica Cozzi, parteciperà all’iniziativa GRATUITA  “Passeggiata alla scoperta della Riserva Naturale del Mont Mars e Pilates”.

Il ritrovo è alle 9 presso il Centro Visitatori della Riserva naturale del Mont Mars a Fontainemore (Ao).

Trasferimento a Coumarial (metri 1.450) e inizio facile escursione a piedi, accompagnati dalle guide naturalistiche di Habitat, dedicata alla scoperta della natura della riserva.

Prima di pranzo, dimostrazione di Pilates a cura dell’istruttrice di Pilates Matwork.

A seguire, pranzo  tipico presso ristoro Coumarial € 20,00 (facoltativo)

Informzioni: 335.8118731 – 340.2736621