Arpa: situazione meteo in Lombardia

neve-milano
neve-milano

Come previsto dal Servizio meteorologico regionale di Arpa Lombardia, l’attesa nuova perturbazione è entrata puntualmente sulla nostra regione e questa mattina, poco prima delle 7, la neve ha cominciato a cadere dapprima sul pavese e poi rapidamente sull’intera Pianura e le aree prealpine. La nevicata, a tratti anche intensa, ha determinato accumuli al suolo di qualche centimetro.

L’aria gelida che si era accumulata nei giorni scorsi sta dunque producendo ancora i suoi effetti, anche se già da ieri è in corso una fase di cambiamento grazie al continuo afflusso di aria più mite dal medio Atlantico e dal Mediterraneo. L’effetto di riscaldamento è tuttavia molto graduale poiché, incontrando le barriere alpina e appenninica, l’aria mite è costretta a scorrere al di sopra del “cuscino” di aria fredda che resiste sulla Val Padana erodendolo poco alla volta.

Questa è inoltre la ragione per cui anche in alcune zone della Lombardia e si è manifestato il fenomeno del “gelicidio”, ossia della precipitazione che cade in forma di pioggia – attraversando nella caduta strati atmosferici già riscaldati – ma gela immediatamente al contatto col suolo, formando insidiosissime lastre di ghiaccio.

Domani, sabato 3, un nuovo passaggio perturbato interesserà la regione tra la mattinata e il primo pomeriggio: in questo caso sulla Pianura avremo per lo più pioggia o neve mista a pioggia, sono quindi poco probabili nuovi accumuli persistenti di neve sotto i 500 metri di quota, ma non si può ancora escludere qualche locale episodio di gelicidio.

Infine, domenica 4, tempo variabile: schiarite e annuvolamenti sparsi fino alla mattinata, annuvolamenti in aumento dal pomeriggio con probabili nuove precipitazioni, soprattutto in serata, a carattere di pioggia in Pianura e con neve sopra i 600–1000 metri.

Nel weekend le temperature minime si manterranno sottozero, mentre le massime saranno in lieve aumento (tra 0 e 5 °C).