Livigno, la stagione invernale non si ferma

17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma
17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma

LIVIGNO, LA NON RIAPERTURA DEGLI IMPIANTI NON FERMA LA STAGIONE INVERNALE 2020/2021
Tra sci di fondo, ciaspole, fat bike e attività estreme e adrenaliniche, Livigno offre tutti gli ingredienti per il soggiorno perfetto sulla neve anche con gli impianti chiusi. La stagione invernale non si ferma: molti i servizi e le policy di cancellazione ad hoc create per i visitatori.

Non basta un nuovo decreto a fermare la voglia di ripresa e rinascita del Piccolo Tibet: la notizia della non riapertura degli impianti lascia dietro di sé una scia di delusione e sogni infranti, ma grazie al duro lavoro svolto durante l’estate e nei mesi autunnali da tutti gli operatori del territorio la stagione invernale 2020/2021 di Livigno può proseguire con una ricchissima offerta di attività alternative allo sci e allo snowboard in pista e grazie ad alcune misure e policy attivate per agevolare il soggiorno di turisti e visitatori già da alcuni mesi.

Con la presenza di molti ed ampi spazi che garantiscono un naturale distanziamento, Livigno è infatti la meta perfetta per chi, nel rispetto di tutti i protocolli e le norme vigenti, non vuole rinunciare ad un soggiorno sulla neve.

NON SOLO SCI: ATTIVITÀ ALTERNATIVE PER VIVERE LA NEVE IN SICUREZZA
Negli ultimi mesi, Livigno ha potenziato tutte quelle attività che da sempre costituiscono gran parte dell’offerta invernale del Piccolo Tibet. Tra le attività più slow ci sono le ciaspole, fat bike, un giro in slitta trainati dai cavalli o insieme ai lama e passeggiate sulla neve battuta del Winter Trail, ma per chi cerca pura adrenalina perfetti sono il parapendio, lo sci alpinismo, l’arrampicata sul ghiaccio e la guida sportiva su ghiaccio; accanto ad attività più classiche e individuali come lo sci di fondo e biathlon, poi, ci sono il pattinaggio sul ghiaccio, il curling, le motoslitte e gli ice kart, per sfide uniche e indimenticabili con amici e familiari. A questo, si aggiunge la recente riapertura della zona dell’Alpe Vago e il conseguente ampliamento delle piste pedonale e da fondo, un vero paradiso per chi cerca tranquillità e solitudine immersi nella natura. Tutti i dettagli sulle attività sono disponibili al sito: https://blog.livigno.eu/12-esperienze-non-solo-sci

CHECK & GO: PER ORGANIZZARE AL MEGLIO OGNI ESCURSIONE
Per mantenere il distanziamento e organizzare al meglio ogni uscita sulla neve, Livigno ha creato Check&Go, un modo semplice, veloce ed intuitivo per scegliere il sentiero migliore e meno frequentato per la propria escursione ancora prima della partenza. All’ingresso dei sentieri più frequentati durante l’inverno sono stati posizionati dei pannelli raffiguranti un QRcode: ad ogni escursionista basta inquadrarlo per effettuare il check-in sul sentiero e fare il resto ci pensano l’App MyLivigno e il sito web ufficiale. Prima ancora di mettersi lo zaino in spalla, infatti, gli escursionisti potranno accedere alla sezione dedicata dell’App o alla pagina dedicata livigno.eu/check-and-go per verificare in qualsiasi momento l’affluenza sui diversi percorsi e scegliere quello con meno affluenza e più adatto per la loro escursione, per godere della neve del Piccolo Tibet in piena tranquillità.

POLICY DI CANCELLAZIONE GRATUITA PER HOTEL, APPARTAMENTI E SERVIZI
Grazie alla collaborazione degli operatori e in collaborazione con l’ATC di Livigno, è tutt’ora attivo un piano di policy di cancellazione che permette di prenotare la vacanza nel Piccolo Tibet con serenità e flessibilità. Hotel e appartamenti aderenti sono contraddistinti da un bollino oro: le strutture che lo espongono applicano la politica di cancellazione gratuita per qualsiasi motivo per tutta la stagione invernale, fino a maggio 2021*.

TEST ANTIGENICI RAPIDI
Per contribuire alla tutela della salute di lavoratori, residenti e visitatori, Livigno si è attrezzata con test antigienici rapidi a cui ci si potrà sottoporre in situazioni di emergenza o incertezza. Oltre che contribuire al monitoraggio constante della situazione sanitaria nella località, ciò permetterà di avere una risposta immediata senza recarsi nei centri fuori dalla valle. In caso di turisti che risultino positivi al test, Livigno si è già strutturata per poter garantire luoghi sicuri in cui gli ospiti possano trascorrere il periodo di quarantena obbligatori

SHOPPING GLAMOUR E UN’ENOGASTRONOMIA D’ECCELLENZA
A rendere Livigno perfetta e speciale anche per chi non ama lo sport e le esperienze in quota sono la possibilità di uno shopping glamour e slow tra boutique e negozi esclusivi e la ricca offerta enogastronomica d’eccellenza. Con l’App My Livigno è possibile conoscere per quali ristoranti è disponibile la consegna a domicilio o il take away e sfogliare i loro menù, ma è anche possibile consultare gli orari di apertura di tutti i negozi e scoprire dove trovare i propri brand preferiti con un semplice tap sullo schermo dello smartphone.

*Prima di prenotare, si consiglia di leggere attentamente le condizioni di cancellazione riportate al sito https://www.livigno.eu/cancellazione-gratuita-vacanza

Lampeggianti incuriosiscono Novate

Vigili del Fuoco in via Repubblica
Vigili del Fuoco in via Repubblica

Arrivano Polizia Locale e Vigili del Fuoco in via Repubblica, attirando l’attenzione di molti novatesi.

In molti si saranno infatti chiesti cosa sia successo dopo le 17 nella via pedonale.

Non è la quotidianità, per fortuna,  vedere diversi lampeggianti accesi, nella  via. E’ successo nel tardo pomeriggio,  dopo che alcuni negozianti nei pressi del civico 23, hanno tirato un nastro per non fare camminare i pedoni troppo vicino ai negozi.

Questo perché la neve caduta ieri sul tetto delle case è diventata ghiaccio e quindi pericolosa in caso di caduta.

La neve che lentamente inizia a sciogliersi, invece di andare nelle grondaie ha iniziato a cadere, fortunatamente senza colpire nessuna persona. A quel punto i commercianti della via hanno anche pensato alla possibilità  che il cornicione del tetto  potesse cedere, con il rischio di provocare dei seri danni.

L’intervento della Polizia Locale e dei Vigili di Fuoco è servito per mettere in sicurezza la zona e tramite l’autogru togliere la neve dal tetto, scongiurando il pericolo di caduta sulla via.

Vigili del Fuoco in via Repubblica
Vigili del Fuoco in via Repubblica
Vigili del Fuoco in via Repubblica
Vigili del Fuoco in via Repubblica

Arpa: situazione meteo in Lombardia

neve-milano
neve-milano

Come previsto dal Servizio meteorologico regionale di Arpa Lombardia, l’attesa nuova perturbazione è entrata puntualmente sulla nostra regione e questa mattina, poco prima delle 7, la neve ha cominciato a cadere dapprima sul pavese e poi rapidamente sull’intera Pianura e le aree prealpine. La nevicata, a tratti anche intensa, ha determinato accumuli al suolo di qualche centimetro.

L’aria gelida che si era accumulata nei giorni scorsi sta dunque producendo ancora i suoi effetti, anche se già da ieri è in corso una fase di cambiamento grazie al continuo afflusso di aria più mite dal medio Atlantico e dal Mediterraneo. L’effetto di riscaldamento è tuttavia molto graduale poiché, incontrando le barriere alpina e appenninica, l’aria mite è costretta a scorrere al di sopra del “cuscino” di aria fredda che resiste sulla Val Padana erodendolo poco alla volta.

Questa è inoltre la ragione per cui anche in alcune zone della Lombardia e si è manifestato il fenomeno del “gelicidio”, ossia della precipitazione che cade in forma di pioggia – attraversando nella caduta strati atmosferici già riscaldati – ma gela immediatamente al contatto col suolo, formando insidiosissime lastre di ghiaccio.

Domani, sabato 3, un nuovo passaggio perturbato interesserà la regione tra la mattinata e il primo pomeriggio: in questo caso sulla Pianura avremo per lo più pioggia o neve mista a pioggia, sono quindi poco probabili nuovi accumuli persistenti di neve sotto i 500 metri di quota, ma non si può ancora escludere qualche locale episodio di gelicidio.

Infine, domenica 4, tempo variabile: schiarite e annuvolamenti sparsi fino alla mattinata, annuvolamenti in aumento dal pomeriggio con probabili nuove precipitazioni, soprattutto in serata, a carattere di pioggia in Pianura e con neve sopra i 600–1000 metri.

Nel weekend le temperature minime si manterranno sottozero, mentre le massime saranno in lieve aumento (tra 0 e 5 °C).

La bellezza di una sciata sulla neve fresca in Valmalenco

Ski Area Alpe Palù Valmalenco
Ski Area Alpe Palù Valmalenco

Un metro e mezzo di neve fresca all’Alpe Palù e tutti gli impianti aperti.
Ma non solo. La Valmalenco ha una piacevole sorpresa per tutti coloro che non hanno voglia di ricominciare con la quotidianità dopo il weekend. Mercoledì e giovedì, tornare a sciare sui 60 km di piste del Palù, potrà costare solo 28 €, in base alle date che verranno decise di settimana in settimana e annunciate alle biglietterie e sui social delle Funivie al Bernina e del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco.

Magari approfittando della promozione tanta neve e niente traffico con i treni della neve: direttamente da Milano, tutti i giorni, un solo biglietto, tanta comodità e divertimento assicurato.
Se invece desiderate una vacanza tutta bianca per famiglie con bambini il Consorzio ha pensato a voi con l’offerta Valmalenco Super Family Week: un’esperienza indimenticabile sulle piste del Palù.

Ma in montagna non si viene solo a sciare. Tutto il territorio in questi giorni si presta per splendide passeggiate in paesaggi incantati e colmi di neve: il manto bianco è abbondante e ideale per camminate, ciaspolate e sci di fondo.

Imperdibile la pista di fondo al Palù, come il percorso a piedi da San Giuseppe al lago Palù, ma non mancano altre proposte per gli amanti di ciaspole e scialpinismo.
Senza dimenticare domani a Lanzada l’affascinate gara di sci di fondo in notturna organizzata dalla Polisportiva Valmalenco. Uno dei tanti eventi segnalati nel programma invernale di Caspoggio, Chiesa in Valmalenco e Lanzada.

Milano: il Comune pronto ad affrontare emergenze meteo

Carmela-Rozza
Carmela-Rozza

Oggi, domenica 10 dicembre alle 9.30, si è riunita l’Unità di Crisi Locale, coordinata dall’assessore alla Sicurezza e Protezione Civile Carmela Rozza, per fare il punto sulla eventuale emergenza neve e ghiaccio che potrebbe verificarsi nelle prossime ore. Erano presenti Polizia locale, Protezione Civile, Amsa, Atm e tutti i settori del Comune interessati.

Dopo una preventiva verifica della situazione attuale e dei bollettini meteo ufficiali che non escludono, anche in previsione di quantitativi di neve contenuti, la possibile formazione di ghiaccio, si è disposto un monitoraggio permanente da parte del Centro Operativo Comunale in via Drago, attivo dalle ore 12, che sarà in costante contatto con le centrali di tutti gli altri enti interessati.

Le società Amsa e Atm mantengono lo stato di allerta e sono pronte ad attivare le procedure per intervenire in caso di presenza di ghiaccio su strada.

MM è stata avvertita per la pulizia dei marciapiedi prospicienti le case di edilizia popolare di loro gestione e anche ad Aler sarà comunicata l’allerta. Si ricorda inoltre che la pulizia dei marciapiedi prospicienti la proprietà private è a carico dei condomini.

Alle 17 ci sarà un ulteriore aggiornamento all’interno dell’unità di crisi per decidere eventuali azioni in base all’evolversi delle previsioni metereologiche.