“Il teatro comico” di Goldoni

_TeatroComico_manifesto con Latini_PhMasiarPasquali
_TeatroComico_manifesto con Latini_PhMasiarPasquali

Dal 20 febbraio al 25 marzo, al Teatro Grassi, va in scena Il teatro comico di Goldoni, prima regia di Roberto Latini in una nuova produzione del Piccolo Teatro di Milano.

Roberto Latini è arrivato per la prima volta al Piccolo nel 2013, con l’allestimento, firmato insieme alla sua compagnia Fortebraccio Teatro, dell’Ubu Roi di Alfred Jarry, al Teatro Studio. È tornato nel maggio 2016, nella stessa sala di via Rivoli, con un Pirandello, I giganti della montagna.

Attore, autore e regista, recentemente premiato con l’Ubu 2017, cura la sua prima regia in una produzione del Piccolo, con una compagnia inedita e un Goldoni, che, nelle sue intenzioni, ha il sapore di un Pirandello ante litteram.

E’ il Novecento stesso, infatti, le sue contraddizioni, ma anche le sue scintillanti consapevolezze, che il regista intuisce brulicare in quest’opera, alle basi stesse del teatro moderno.

Il teatro comico, lo dice Goldoni, è Commedia che si pone come prefazione di tutte le sue Commedie e, nella lettura di Latini, prefazione di modernità, coscienza rivoluzionaria del teatro stesso.

Un allestimento perfetto per il Grassi, ‘la casa di Arlecchino’, a rivelare i diversi volti di un autore che – sono parole del regista – ‘ha preso il passato per andare avanti’.