“Disgraced” debutta a Monaco di Baviera

disgraced
disgraced

Il Piemonte e la Baviera, Torino e Monaco non sono soltanto accomunate dalla cornice alpina o dall’architettura barocca, ma da qualche anno anche dalla cultura e dal teatro, grazie al gemellaggio tra il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e il Bayerische Staatstheater – Residenztheater.

A partire dal 2013, grazie a un rapporto di stima reciproca e ad una progettazione congiunta, i direttori delle due istituzioni Filippo Fonsatti e Martin Kušej hanno intrapreso una collaborazione pluriennale che dapprima ha previsto scambi di competenze ed esperienze artistiche e tecniche, quindi l’ospitalità “incrociata” di spettacoli dei due teatri – Das Interview e Le lacrime amare di Petra von Kant con la regia di Kušej a Torino, Serata a Colono firmato da Mario Martone e Quartett diretto e interpretato da Valter Malosti a Monaco – infine una collaborazione produttiva italo-tedesca per Disgraced di Ayad Akhtar, produzione curata da Kušej con lo staff artistico del Residenztheater (Annette Murschetz per le scene, Heide Kastler per i costumi, Michael Gumpinger per le musiche) e con attori italiani (Paolo Pierobon, Anna Della Rosa, Fausto Russo Alesi, Astrid Meloni, Elia Tapognani).

E proprio Disgraced, che ha aperto con grande successo la stagione 2017-2018 dello Stabile al Teatro Carignano, sarà rappresentato a Monaco di Baviera nel barocco Cuvilliés Theater (che del Carignano pare una copia perfetta) venerdì 2 e sabato 3 febbraio prossimi.

«Siamo molto onorati di questo invito – commenta il Presidente dello Stabile, Lamberto Vallarino Gancia – che premia la qualità dei nostri progetti e consolida il processo di internazionalizzazione intrapreso negli anni scorsi. Possiamo dirci fieri e orgogliosi – conclude Vallarino Gancia – di mostrare in una vetrina tanto prestigiosa non solo il valore artistico del nostro Teatro, ma anche l’eccellenza culturale della nostra Città e della nostra Regione, promuovendone l’immagine all’estero».

Infine, si può fin da ora annunciare che nella stagione 2019-2020 il proficuo rapporto con Kušej porterà in dote una coproduzione tra il Teatro Stabile di Torino e il teatro più glorioso, più grande e forse più famoso d’Europa, il Burghteater di Vienna, del quale Kušej diverrà Intendente l’anno prossimo.