Matia Bazar, ospiti dell’8° Gran Gala della Stampa

Matia-Bazar-
Matia-Bazar-

L’8° Gran Gala della Stampa è programmato, per il terzo anno consecutivo, nello splendido scenario del Roof Garden del Casino di Sanremo, lunedì 5 febbraio alle ore 20,00; nel corso della serata ci sarà la consegna dei consueti tre riconoscimenti: DietroLeQuinte, dedicato a coloro i quali lavorano attorno al Festival della Canzone e alla musica italiana, Mr. Blogger (per Davide Maggio, mondo web) e il premio Numeri Uno-Città di Sanremo che sarà consegnato dal Sindaco Alberto Biancheri all’artista Toto Cotugno.

Gli altri 5 premiati:Giampiero Artegiani (Perdere l’Amore); Laura Cervellione (TG24); Sandro Ciotti (Uffici Stampa);Nicoletta Mantovani (Fondazione Pavarotti); Cristiano Minellono (L’Italiano).

La Giuria del 2018 è composta dalla presidente Marinella Venegoni (La Stampa), Mario Luzzatto Fegiz (Corriere della Sera), Dario Salvatori (Rai Uno), Marco Molendini (Il Messaggero), Andrea Spinelli (Quotidiano Nazionale) e Andrea Scarpa (Il Messaggero e Donna Moderna).

Tutti i premi sono realizzati dall’artigiano orafo calabrese Michele Affidato. Presidente storico del Gala, Mario Maffucci, per oltre 20 anni capostruttura del Festival. Coordinatore della serata Ilio Masprone, editore di FestivalNews. Anchor Man del Gala il conduttore televisivo Marino Bartoletti, coadiuvato dalla presentatrice e attrice romana Antonella Salvucci.

Ospiti d’onore della serata i Matia Bazar che celebrano il loro nuovo inizio. Il primo “atto ufficiale” è “Verso il punto più alto”, brano dal quale riparte l’avventura della band che ha fatto la storia della musica italiana.

Il singolo, in radio dal 15 gennaio, anticipa la nuova formazione: voce, Luna Dragonieri; tastiera, Fabio Perversi; batteria, Fiamma Cardani; basso, Paola Zadra; chitarra, Piero Marras.

«“Verso il punto più alto” è una canzone che parla di emancipazione in amore e di come ci si possa riscattare migliorando se stessi, mostrando alla persona che ci ha lasciato quello che ha perso: una verità, qualcosa di sincero, qualcosa di grande. Qualcosa che ormai è troppo in alto, troppo lontano per essere riconquistato. Un fuoco che brucerà dentro per sempre». Matia Bazar

Si tratta di un brano pop dalle sonorità funk rock in chiave moderna con uno sguardo predominante alla melodia Italiana che ha sempre contraddistinto il mondo Matia Bazar. Il singolo anticipa l’uscita di un nuovo progetto discografico al quale il gruppo sta già lavorando.

Prodotto da Fabio Perversi e Gino De Stefani. Produzione esecutiva Cosimo Vindice. Etichetta Discografica Farn Music. Arrangiamenti Danilo Ballo. Mixato da Marco Barusso. Mastering Marco D’Agostino