Mistero Buffo 50

Pirovano foto di Fabio Pirazzi
Pirovano foto di Fabio Pirazzi

A 50 anni esatti dal debutto, va in scena,al Piccolo Teatro Grassi (dall’8 al 20 ottobre), Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame. Lo spettacolo, che ha segnato la storia teatrale del Novecento, viene ora presentato in un nuovo allestimento creato in occasione dell’anniversario dalla Compagnia teatrale Fo Rame e dalla Corvino Produzioni.

In scena Mario Pirovano, “cresciuto” alla scuola dei due grandi attori, che da oltre 25 anni porta in Italia e all’estero i loro spettacoli.

Ogni sera, al Piccolo, per la speciale occasione dell’anniversario di Mistero buffo, lo spettacolo sarà introdottoda una “presentazione d’eccellenza”: protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo apriranno ogni recita con un ricordo personale di Dario Fo e Franca Rame.
Gli ospiti saranno:
Martedi 8 Ottobre: Jacopo Fo |
Mercoledì 9 Ottobre: Simone Cristicchi
Giovedì 10 Ottobre: Natalino Balasso |
Venerdì 11 Ottobre: Marco Travaglio
Sabato 12 Ottobre: MoniOvadia |
Domenica 13 Ottobre: Carlo Petrini
Martedì 15 Ottobre: Antonio Ricci |
Mercoledì 16 Ottobre: Ascanio Celestini
Giovedì 17 Ottobre: in via di definizione |
Venerdì 18 Ottobre: Marco Paolini
Sabato 19 Ottobre: Paola Cortellesi |
Domenica 20 Ottobre: Marco Baliani

“IMAGinACTION”: Annunciati i primi ospiti del festival

Elisa
Elisa

Manca un mese alla terza edizione di “IMAGinACTION”, il primo festival internazionale del videoclip che si terrà al Teatro Alighieri di Ravenna l’11, il 12 e 13 ottobre con straordinari ospiti italiani e internazionali.

I primi nomi annunciati sono FRANCESCO GUCCINI, ELISA, ALESSANDRA AMOROSO e TIROMANCINO!

Francesco Guccini sarà ospite della serata del 12 ottobre dove si racconterà ripercorrendo la carriera attraverso le sue canzoni e i suoi libri. Verrà presentato in anteprima il video clip de “L’avvelenata” diretto da Stefano Salvati, per il ciclo “Capolavori Immaginati”. Il progetto “Capolavori immaginati” è nato con l’idea di realizzare in ogni edizione di “IMAGinACTION” alcuni videoclip di brani che hanno fatto la storia della musica italiana, ma che non hanno mai avuto un video ufficiale, grazie alla professionalità di Stefano Salvati.

Sempre il 12 ottobre, un altro ospite importante del mondo della musica sarà Elisa. L’artista, attraverso i video che hanno segnato la sua carriera, ripercorrerà quel percorso eclettico che le ha permesso di spaziare in maniera unica e vincente dall’inglese all’italiano, dall’elettronico all’acustico: caratteristiche distintive che l’hanno portata a cantare e doppiare nel film Disney record d’incassi “Il Re Leone” e ad annunciare, dopo 50 date nei teatri, una nuova tournée nei palasport in partenza a novembre 2019.

Alessandra Amoroso salirà sul palco del Teatro Alighieri l’11 ottobre e si racconterà al pubblico partendo dalle immagini che rappresentano il suo percorso musicale.

Infine il 13 ottobre arriva Federico Zampaglione, che con la sua sensibilità artistica e versatilità ha guidato i Tiromancino dall’esordio. Tra grandi successi e nuove avventure musicali, Federico con i suoi show in lungo e largo in Italia continua a regalare al grande pubblico spettacoli imperdibili e sempre ricchi di sorprese e novità. Cantautore, autore, regista, è sicuramente tra i protagonisti più importanti della scena artistica italiana.

Anche quest’anno, tutti gli appuntamenti saranno a ingresso gratuito, ogni sera a partire dalle ore 20.00.

“IMAGinACTION” in collaborazione con le tre associazioni FIMI, AFI E PMI, ha inoltre indetto il prestigioso PREMIO PER IL MIGLIOR VIDEOCLIP ITALIANO 2018-2019 (periodo di riferimento giugno 2018 – luglio 2019). Una giuria di giornalisti ed esperti del settore decreterà il videoclip vincitore, che verrà premiato a Ravenna durante il festival.

Invece, novità della 3ª edizione rivolta ai ragazzi che sognano di lavorare nel mondo dei videoclip, è il concorso YOUNG IMAGinACTION AWARD lanciato grazie alla collaborazione con BPER Banca. Le iscrizioni sono aperte fino al 1° ottobre.
Possono partecipare i giovani dai 14 ai 35 anni presentando un videoclip edito o inedito di una canzone (durata minima 90 secondi).

Sono previsti due vincitori, uno per la categoria under 18, a cui verrà data la possibilità di partecipare attivamente sul set alla realizzazione di un video musicale del regista Stefano Salvati, e uno per la categoria over 18, che avrà in premio una telecamera.
Al seguente link è possibile consultare il regolamento completo del concorso: https://www.imaginactionvideoclipfestival.com/young-imaginaction-award/

“IMAGinACTION” è realizzato con il patrocinio del Comune di Ravenna e della Camera di Commercio di Ravenna e il sostegno della Regione Emilia-Romagna.
In collaborazione con La Voce Artistica, responsabile scientifico Prof. Franco Fussi, Corso Internazionale di Foniatria e Logopedia.
Media partner dell’evento: RTL 102.5 e Billboard Italia.
Sponsor della nuova edizione BPER Banca

Nature Urbane, il Festival del Paesaggio

Locandina
Locandina

Tutto è pronto a Varese per dare il via a NATURE URBANE, il Festival del Paesaggio della città giardino giunto alla sua terza edizione.
Dal 20 al 29 settembre 2019 saranno più di 200 gli appuntamenti che faranno scoprire al pubblico le bellezze della città, tra visite guidate ai parchi delle dimore private aperte in esclusiva per Festival, iniziative di educazione al paesaggio per adulti e bambini, percorsi tra arte e natura, conversazioni, degustazioni e spettacoli negli straordinari contesti paesaggistici della città giardino.

La nuova edizione del Festival, sotto la direzione organizzativa di Tarpini Production e con la direzione artistica di Silvia Priori (Teatro Blu) ha un pogramma ricco di eventi e artisti di fama internazionale tra cui i Kataklò, i Sonics, gli attori Roberto Anglisani, Anna Bonaiuto, Laura Curino, Federica Fracassi, Lucilla Giagnoni, Paolo Hendel, Annagaia Marchioro, Moni Ovadia; gli architetti Andreas Kipar e Marco Martella, il giornalista Matteo Bordone e l’antropologo Franco La Cecla.

Questi sono solo alcuni degli artisti e delle personalità che parteciperanno a NATURE URBANE. Ad ognuno di loro è stato chiesto di confrontarsi con una tematica di attualità legata a Varese e al suo territorio o di creare spettacoli e performance dedicate al patrimonio paesaggistico, artistico ed architettonico della città.

Dalla Cittadella di Scienze della Natura “Salvatore Furia” all’Isolino Virginia – cui è dedicata la giornata del 28 settembre – dai musei varesini – Villa Mirabello, Castello di Masnago, Villa Panza-FAI – a Villa e Birrificio Poretti, saranno più di 40 i luoghi del Festival che accenderanno per 10 giorni i riflettori sulla città giardino.

Matteo Macchioni

Matteo Macchioni
Matteo Macchioni

Sabato 24 agosto MATTEO MACCHIONI sarà tra gli ospiti del concerto in memoria del soprano Daniela Dessì nella Chiesa Preposturale Maria Assunta di GUSSAGO (BS). Il tenore italiano canterà la “Petite Messe Solennelle” di Gioacchino Rossini insieme ad altri artisti del calibro di Daria Masiero (soprano), Rossana Rinaldi (mezzosoprano) e Marco Camastra (basso).
Il concerto, organizzato dal tenore Fabio Armiliato e dalla fondazione Daniela Dessì, avrà inizio alle ore 20.30.

Tra gli altri impegni che attendono il tenore italiano acclamato dal pubblico e dalla critica di tutto il mondo, si inserisce anche il ritorno come guest all’interno del “Don Giovanni” di Mozart il 6 e 12 ottobre, il 3 novembre e il 10 gennaio 2020 al Theater Freiburg (Germania), palcoscenico che Matteo Macchioni ha già calcato interpretando il personaggio di Don Ottavio nella stessa produzione in primavera.

 

22^ edizione del World Of Fashion

Collezione James Dimech_ Foto di Enrico Giorgetta
Collezione James Dimech_ Foto di Enrico Giorgetta

Domenica 7 luglio nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio si è svolta la 22^ edizione del WORLD Of FASHION. Crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca.
A sfilare sono state le magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da varie aree del mondo.

Ad aprire il World Of Fashion è stato il libanese Maged Bou Tanios, apprezzato per i suoi ricami da Papa Francesco; a seguire James Dimech (Malta) noto per la sua Wearable Art fatta di splendidi abiti realizzati principalmente con materiali di riciclo ecosostenibili; a chiudere la sfilata è stata Eva Scala (Repubblica Ceca) che dopo aver lavorato con Alexander Mc Queen a Londra ha presentato in anteprima una collezione realizzata con i tessuti di San Leucio.

Anche in questa edizione ci sono stati alcuni giovani talenti del panorama cinematografico, televisivo e teatrale italiano che hanno sfilato con le creazioni del libanese Maged Bou Tanios. Tra questi: Enrico Acciani , Bassirou Ballde, Nicola Ravaioli ed Andrea Vico .

Nel corso dell’evento, come sempre, sono stati consegnati i WORLD of FASHION AWARD agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici. I premi come sempre sono stati realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato.

Tra i premiati: il famoso cantautore internazionale Placido Domingo Jr. che ha deliziato i presenti cantando il brano “Volver” tratto dal suo ultimo concerto romano, l’Associazione “Io così” (presieduta da Sara Manfuso) nata con l’obiettivo di dare il proprio contributo ad un’operazione culturale che metta al centro il valore della diversità, creando i presupposti per una società che sia in grado di accoglierla e valorizzarla, rispettando i diritti fondamentali di ciascuno.

Premiati anche Michelle Carpente e Dario Vergassola per il programma in onda su Sky Arte “Sei in un paese meraviglioso”, prodotto da Ballandi Arts in collaborazione con Autostrade per l’Italia.

La XXII edizione del World of Fashion ha dedicato un segmento al Progetto M.I.A. (Moda incontro aperto) di Maurizio Passeri ed Ino Mantilla che, in un unico blocco moda, ha presentato delle creazioni di tre stilisti provenienti dal Messico, dall’Italia e dalla Colombia.

«Il World of Fashion – ha commentato Nino Graziano Luca – lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti». Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea.