Telecamere attive sulla rete di Ferrovienord

ferrovie_nord_milano
ferrovie_nord_milano

Per garantire la sicurezza dei viaggiatori, sulla rete di Ferrovie nord sono presenti 1.939 telecamere a circuito chiuso, installate in tutti i punti sensibili, 178 videoregistratori digitali e 281 Help Point, apparecchiature collocate all’interno delle stazioni, che possono essere utilizzate per richiedere assistenza in caso di necessità.

Il comfort è invece assicurato da varie  dotazioni: oltre 100 ascensori (di cui 40 installati nel 2015); 70 stazioni con banchina alta, che elimina il dislivello per l’accesso al treno (erano 54 nel 2013); realizzazione di sottopassi, pensiline, rampe e scivoli e rifacimento della pavimentazione delle banchine con l’inserimento di percorsi per ipovedenti.

IL BILANCIO 2015 – Sono questi alcuni dei dati e delle informazioni contenuti nel Bilancio di Sostenibilità 2015 del Gruppo FNM, approvato dal Consiglio d’Amministrazione. Il documento, realizzato in maniera innovativa in base alle indicazioni fornite dalle linee guida internazionali GRI-G4, rendiconta le iniziative e i risultati raggiunti in ambito economico, sociale e ambientale.

SVILUPPO SOSTENIBILE TEMA FONDAMENTALE – “Il tema della sostenibilità – spiega il

– rappresenta sempre di più un valore aggiunto per le aziende, in grado di valorizzare il loro marchio e migliorare quella che si usa chiamare la brand reputation, ossia l’immagine pubblica dell’azienda e il modo in cui viene considerata. Nel caso specifico di FNM, questo riguarda, in maniera significativa, il rapporto con le comunità e il territorio in cui il Gruppo opera. Porre al centro delle politiche di mobilità lo sviluppo sostenibile, per migliorare la qualità della vita dei lombardi, è la nostra mission, il cuore delle nostre attività. A testimonianza dell’importanza che attribuiamo a questo tema, una novità dei prossimi mesi sarà la predisposizione di un masterplan della sostenibilità che accompagnerà e integrerà il nuovo Piano industriale”.

SICUREZZA CIRCOLAZIONE– Sul tema della sicurezza della circolazione, va ricordato che i 320 km complessivi della rete di Ferrovienord sono dotati di sistemi di segnalamento e regolazione della circolazione molto avanzati e di elevata affidabilità, del tutto identici a quelli in uso su Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Entro il 2017 sarà inoltre completata l’installazione di sistemi di ausilio alla condotta (già in uso sull’80% del traffico), sulla base di un programma, avviato nel 2008 e finanziato da Regione Lombardia con 45,3 milioni di euro.

PASSAGGI A LIVELLO – Per quanto riguarda i passaggi a livello, dal dicembre 2012 sono stati investiti oltre 40 milioni di euro per realizzare opere che ne hanno eliminati 25. Nella nuova programmazione 2016-2018 è prevista inoltre l’eliminazione di ulteriori 19 passaggi a livello.

ENERGIA – Importanti interventi sono stati anche realizzati sul fronte dell’efficienza e del risparmio energetico. Due in particolare le iniziative in corso: la sperimentazione del recupero dell’energia dalla frenatura dei treni, con l’utilizzo di super condensatori (l’energia recuperata viene utilizzata attualmente per l’alimentazione della illuminazione a LED della stazione di Lonato Pozzolo); l’installazione di pannelli fotovoltaici, come ad esempio nella nuova stazione di Cormano-Cusano (due impianti con potenza nominale di 51,45 kW e 60 kW).