Italo pronto a ripartire

Italo
Italo

ITALO PRONTO A RIPARTIRE CON PIU’ TRENI E IL GIUSTO DISTANZIAMENTO FRA I VIAGGIATORI
DAL 21 MAGGIO 8 SERVIZI AL GIORNO CHE RADDOPPIERANNO ENTRO META’ GIUGNO E AUMENTERANNO GRADUALMENTE PER TUTTA L’ESTATE
CON L’ORARIO ESTIVO (14 GIUGNO) ITALO ARRIVERA’ FINO A REGGIO CALABRIA, PORTANDO GLI ITALIANI IN CILENTO E IN CALABRIA DA DOVE SI POTRANNO RAGGIUNGERE ANCHE GLI ARCIPELAGHI SICILIANI. SI ATTRAVERSERA’ TUTTA ITALIA, DA TORINO A REGGIO CALABRIA, CON LO STESSO TRENO
DA LUGLIO SERVITE ANCHE RIMINI, RICCIONE, PESARO E ANCONA: ALLA RISCOPERTA DELLE METE ITALIANE

Roma, 20 maggio 2020. Italo è pronto a ripartire, per superare la crisi coronavirus e collegare di nuovo l’Italia. Previsto da domani un incremento dei viaggi giornalieri, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza. Primo fra tutti il distanziamento fra i viaggiatori, con i sedili non utilizzabili contrassegnati e non prenotabili in fase di acquisto per rispettare la nuova disposizione dei posti a scacchiera a garanzia della distanza di sicurezza. Dato il delicato momento, attuate poi altre misure quali i regolari interventi di sanificazione e pulizia a bordo treno, l’installazione di dispenser di gel disinfettante in carrozza, la disponibilità di kit di sicurezza per chi ne fosse sprovvisto e la controlleria biglietti nel rispetto delle giuste distanze.
A partire da domani, in aggiunta ai 2 servizi attuali tra Roma e Venezia, saranno reintrodotte 6 nuove partenze sulla dorsale Torino-Milano-Roma-Napoli. Questi servizi sono studiati per coprire tutto l’arco della giornata, dando la possibilità ai viaggiatori di partire da stazioni quali Milano Centrale alle ore 06:40, 10:40 e 15:40 con arrivo a Roma Termini rispettivamente alle ore 10:19, 14:19 e 19:19 e da Roma Termini verso Milano Centrale alle ore 08:40, 15:40 e 17:40 con arrivo alle ore 12:20, 19:20 e 21:20
I servizi saranno raddoppiati entro l’ingresso dell’orario estivo e continueranno gradualmente ad aumentare per tutta l’estate.
Da oggi inoltre riaperte le biglietterie Italo, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, nelle stazioni di Torino Porta Susa, Torino Porta Nuova, Milano Centrale, Roma Termini e Napoli Centrale, per garantire come sempre assistenza e supporto ai viaggiatori in fase di acquisto e non solo.
Dal 14 giugno poi, con l’entrata in vigore dell’orario estivo, Italo introdurrà nuove città nel proprio network. In previsione di una stagione dedicata al turismo interno, la società approderà con 4 servizi al giorno in Cilento ed in Calabria. Si potrà arrivare fino a Reggio Calabria senza cambi, garantendo collegamenti diretti da Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno. Ci saranno fermate intermedie che consentiranno di raggiungere le meraviglie del Cilento quali Agropoli/Castellabate, Vallo della Lucania e Sapri, proseguendo poi verso la Calabria, servendo così Paola, Lamezia Terme, Rosarno e Villa San Giovanni, terminando la corsa a Reggio Calabria. In questo modo i viaggiatori avranno anche la possibilità di raggiungere gli arcipelaghi siciliani direttamente da Reggio Calabria e Villa San Giovanni, oltre che godere delle bellezze calabresi. I biglietti per queste nuove destinazioni sono da oggi in vendita: saranno 2 le partenze da Torino verso Reggio Calabria (5:23 e 13:19) ed altrettante ce ne saranno da Reggio per tornare verso il Nord (7:30 e 13:30). Una nuova zona del Paese servita da Italo, ricca di bellezze artistiche e naturalistiche da riscoprire.
Anche il mese di luglio sarà protagonista in casa Italo: saranno introdotti 6 nuovi servizi che collegheranno alcune delle città già presenti nel network di Italo alle nuove fermate di Rimini, Riccione, Pesaro e Ancona. Nuove mete che consentiranno alle famiglie italiane di concedersi un relax tutto italiano.
Un’estate 2020 targata Italo con la volontà di ripartire insieme al Paese, offrendo sempre nuovi servizi e nuove soluzioni di viaggio.

Nuova release dell’App Trenord

Foto App Trenord
Foto App Trenord

Ecco l’app che comunica in tempo reale il livello di riempimento dei treni in arrivo. Da oggi, sull’applicazione di Trenord appare un’immagine stilizzata dei convogli che cambia colore a seconda dei posti presenti a bordo: rosso, giallo, verde. L’App dell’azienda ferroviaria lombarda, inoltre, permetterà ai viaggiatori in attesa nelle stazioni di ricevere info sulla circolazione dei treni e notifiche real time sul possibile rischio di affollamento sulle banchine.

Doppia evoluzione, dunque, per l’app di Trenord che ha l’obiettivo di agevolare la collaborazione dei passeggeri verso il rispetto delle regole di distanziamento imposte dall’emergenza sanitaria.

In tempo reale il numero di posti disponibili su una corsa
Il numero dei posti disponibili su un treno in viaggio – 50% dei posti a sedere e 15% di quelli in piedi – viene aggiornato in tempo reale sulla base dei passeggeri saliti e discesi a ogni fermata: si tratta di dati fruibili da tutti coloro che aggiorneranno l’App Trenord, disponibile gratuitamente per iOS e Android.

L’invito per chi viaggia è di evitare le corse che esporranno sull’app l’immagine di un treno di colore rosso, perché avrà già raggiunto il livello massimo di riempimento. Quando invece il colore sarà già giallo, significherà che il treno in arrivo è mediamente carico e sarà richiesta cautela nella ricerca dei posti effettivamente disponibili. Il verde, infine, segnalerà ampia disponibilità di posti. La raccomandazione per tutti i viaggiatori è di occupare solo i posti non contrassegnati da divieto e di mantenere il corretto distanziamento.

I dati saranno forniti real time per i treni dotati del sistema di “Automatic People Counting” installato sul 30% della flotta in circolazione. Per gli altri treni, invece, il livello di riempimento sarà stimato, stazione per stazione, sulla base dei dati di frequentazione dei giorni immediatamente precedenti.

Le informazioni sul livello di riempimento dei treni vengono visualizzate dall’app dall’inizio delle corse per garantire informazioni – real time e stimate – ai viaggiatori che si sono in attesa nelle stazioni. Il servizio, già attivo per oltre il 90% delle corse, sarà progressivamente implementato entro la fine di maggio. Nei prossimi giorni, per i treni che ancora non esporranno le stime di riempimento, è richiesta la massima collaborazione dei viaggiatori nel garantire il dovuto distanziamento.

La nuova release dell’App Trenord integra anche una funzione location-based di Geofence, che “intercetta”, in forma assolutamente anonima e previa autorizzazione della funzione di localizzazione dello smartphone, la presenza dei passeggeroi in stazione.

I clienti sono invitati, aggiornando l’app, ad attivare questa funzione. Questa consentirà alla Sala Operativa e alla Security di Trenord di monitorare costantemente l’affluenza dei passeggeri nelle stazioni – tenendo conto anche del tasso di riempimento dei treni in arrivo – con la possibilità di inviare tempestivamente un alert direttamente ai dispositivi dei clienti che transitano nell’area interessata dal rischio di affollamento.

Trenord: modifiche circolazione

Treno-trenord-Hd
Treno-trenord-Hd

Oggi 24 febbraio, sui treni lombardi è stata rilevata un’affluenza pari al 40% di quella ordinaria, che conta ogni giorno oltre 820mila viaggiatori.

In seguito a questa sensibile diminuzione, dovuta alla sospensione delle attività di atenei, scuole e diverse imprese e per favorire le operazioni di sanificazione dei convogli, secondo quanto stabilito dalle Autorità sanitarie regionali, da martedì 25 febbraio il servizio di Trenord sarà rimodulato.

Tali modifiche sono dettate anche dall’esigenza di assicurare massima attenzione al personale viaggiante.

Tutte le informazioni sui provvedimenti sono disponibili nelle pagine di ogni direttrice sul sito trenord.it e sull’App Trenord.

In particolare, su rete Ferrovienord sono previste le seguenti modifiche:
• le corse della linea S2 Milano Rogoredo-Passante-Mariano Comense non saranno effettuate. I viaggiatori utilizzano i treni della linea S4.
• le corse della linea S12 Melegnano-Milano Bovisa non saranno effettuate
• il servizio della linea S3 Saronno-Milano Bovisa-Milano Cadorna sarà sospeso dalle ore 9 alle ore 22. I viaggiatori utilizzano i treni della linea S1.
• subiranno modifiche con la riduzione di alcune corse anche le linee S9 Saronno-Seregno-Albairate; Milano Cadorna-Novara Nord; Milano Cadorna-Varese-Laveno; Milano Cadorna-Como Lago; S4 Milano Cadorna-Camnago

Su rete RFI subiranno modifiche – con la riduzione di alcune corse – le seguenti linee: Milano-Bergamo via Treviglio; Milano-Sondrio-Tirano; Milano-Brescia-Verona; Milano-Mortara-Alessandria; S11 Milano-Como San Giovanni; Milano-Cremona via Treviglio; Cremona-Mantova; Cremona-Brescia; S5 Varese-Milano-Treviglio.

In adempimento di quanto previsto dall’ordinanza regionale, prosegue la sospensione delle fermate di Codogno, Maleo, Casalpusterlengo. I treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermano a Codogno. Sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno il servizio è parzialmente sospeso.

È inoltre sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo.

Dando seguito alle disposizioni delle Autorità sanitarie, Trenord ha messo in atto le opportune misure precauzionali per la tutela dei passeggeri e del personale.

I convogli sono sottoposti a operazioni di sanificazione, che sono svolte di notte presso gli impianti di Milano Fiorenza e Novate Milanese e di giorno, durante i tempi di sosta dei treni, presso le principali stazioni di Milano.

Tramite i propri canali di comunicazione – esterna e interna – l’azienda ha invitato i passeggeri e i dipendenti a rispettare le dieci regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute.

Boom dei viaggi esperienziali

adventure-ball-shaped-blur
adventure-ball-shaped-blur

Alla domanda con opzioni di risposta multipla «che cosa è più importante per te quando pianifichi un viaggio?»  l’85% dei viaggiatori ha risposto «sperimentare qualcosa di nuovo». Al secondo posto «sentirsi riposati e ricaricati», con il 68% delle preferenze. A metterlo in evidenza è una nuova indagine di SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi per single.

Il viaggio è sempre più spesso considerato un sinonimo di fuga e relax ma di recente sono cambiati i parametri di definizione. Da «fuga» è passato ad essere «esperienza di viaggio», basato su coinvolgimento, avventura ed autenticità dell’esperienza. A metterlo in evidenza è SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi per single.

Basta dare un’occhiata a molte «on line travel agency» (OLTA) per rendersi conto che l’offerta non è più limitata al semplice soggiorno: accanto all’opzione «hotel» è sempre più spesso presente l’opzione «esperienze» dove l’offerta è variegata a tal punto che si va dalle «lezioni di surf» alla «cooking experience».

«Viaggiare secondo i nuovi parametri esperienziali significa allontanarsi dai percorsi più turistici esplorando luoghi meno conosciuti per ottenere un senso più locale, quindi più genuino della destinazione o delle destinazioni che abbiamo deciso di visitare» puntualizza Giuseppe Gambardella, ideatore di SpeedVacanze.it e di SpeedDate.it, portale quest’ultimo che offre ai single il modo più veloce e divertente per incontrare gente nuova e molti nuovi potenziali partner.

«La vera esperienza inizia ai margini della tua zona di comfort. C’è qualcosa di gratificante nello scoprire una nuova cultura attraverso le sue tradizioni, venendo a contatto con le persone del luogo e le loro usanze» aggiunge Roberto Sberna, direttore generale di SpeedVacanze.it.

Proprio un recente sondaggio condotto da SpeedVacanze.it evidenzia un dato molto interessante. Alla domanda con opzioni di risposta multipla «che cosa è più importante per te quando pianifichi un viaggio?» l’85% dei viaggiatori ha risposto «sperimentare qualcosa di nuovo», oltre al «sentirsi riposati e ricaricati», al secondo posto con il 68% delle preferenze.

«Prendere il sole su una spiaggia sabbiosa è un’esperienza superficiale che può essere vissuta su quasi tutte le coste del mondo, mentre vedere l’Aurora Boreale in Islanda o partecipare all’Holi Festival in Rajasthan, il Festival dei Colori che in India rappresenta una delle manifestazioni più attese di tutto l’anno, sono esperienze uniche nel loro genere che resteranno nei ricordi di tutta una vita» conclude il direttore generale di SpeedVacanze.it. (WORLDNET)

Fashion week 2019

milano-fashion-week-A-I-2019-20
milano-fashion-week-A-I-2019-20-

Quest’anno, ad ammirare le collezioni proposte sulle passerelle milanesi sono attesi soprattutto turisti spagnoli. In crescita quasi del 30% rispetto al 2018, sono al primo posto tra le fashion victim del 2019.

Al secondo posto si posizionano invece gli italiani, e i tedeschi, in terza posizione, raddoppiano rispetto all’anno scorso.

Ma qual è la Fashion Week più amata in assoluto? Tra le quattro passerelle più iconiche del mondo, quella incoronata dagli arrivi del 2019 è Londra, mentre nel 2018 la città regina della moda è stata Parigi; il fanalino di coda, negli ultimi due anni, è stata invece la Grande Mela.