Primo Parco letterario lombardo

Marsanich_Petruzzo
Marsanich_Petruzzo

Si è tenuta ieri, nell’ambito del terzo International Parks Festival di Trezzo d’Adda, la presentazione del Parco Letterario Alessandro Manzoni e Parco Adda Nord, il primo parco letterario lombardo.

Promotore dell’iniziativa è Giuseppe Petruzzo del Parco Adda Nord che, insieme al presidente Agostino Agostinelli che oggi ha firmato la Convenzione che dà il via all’iniziativa, ha raccolto documentazioni e materiali necessari a presentare la domanda.

Il Parco dell’Adda è la ventunesima area appartenente alla rete dei parchi letterari, la prima del-la Lombardia, ed è nata dal desiderio del Parco dell’Adda di valorizzare la figura di Alessandro Manzoni che, in questi luoghi, è cresciuto, ha vissuto e ha lasciato un segno tangibile nelle sue opere. Anche nei Promessi sposi, il capolavoro dell’autore, si parla di Pescarenico, Varenzago, Cassano, Canonica, del fiume Adda.

Senza contare i luoghi dove ha vissuto: Manzoni, che è nato a Milano, è però cresciuto a Lecco, è stato allattato a Galbiate, ha studiato a Merate e ha vissuto anche a Trezzo. Inoltre ha sposato Elisabetta Blondel di Casirate. Tutti luoghi del Parco e grazie ai quali “I Parchi letterari” hanno accolto la richiesta.

“I Parchi letterari – dice il presidente italiano Stanislao de Marsanich – sono itinerari attraverso luoghi di vita e di ispirazione dei grandi autori. Puntano alla valorizzazione sia dell’autore che del territorio dove è passato e ha lasciato traccia. Servono a creare indotto economico e fruizione. Sono, soprattutto quando gestiti con entusiasmo viste le poche risorse disponibili, importan-tissimi per far vivere in modo semplice e accattivante anche per i giovani, la letteratura attraver-so il territorio”.