GP Singapore, Vettel vince in notturna

Nella notte di Singapore brilla la stella di Vettel

Singapore, 23 settembre 2012 di Fiorenzo Di Costanzo. Gara notturna, gara spettacolare. Il GP di Singapore, sestultimo appuntamento stagionale, ha decretato il primo verdetto ufficiale, o quasi: Lewis Hamilton, su McLaren, è costretto al ritiro per noie al cambio ed ora vede la testa del mondiale distante 52 punti. Ma prima di parlare della gara facciamo un passo indietro e diamo un’occhiata alle qualifiche: Hamilton ottiene una preziosa pole precedendo la sorprendente Williams di Maldonado. In seconda fila si piazzano Vettel, su Red Bull, e Button (McLaren) che precede Alonso per un decimo di secondo. Massa, fuori dalla top 10, è tredicesimo.

Al via, il venezuelano della Williams perde subito due posizioni e per Alonso si prospetta un GP in salita visto che le prime due posizioni sono occupate da Hamilton e Vettel, i suoi più immediati inseguitori in classifica mondiale. Sfortunata la partenza per la Ferrari di Massa che va in contatto con la Caterham di Petrov ed è costretto al cambio gomme per una foratura: il brasiliano rientra in pista nella coda del gruppo.

Dopo la prima girandola di soste ai box, la situazione di Alonso è ancora peggiore: in testa le posizioni sono invariate con Hamilton davanti a Vettel, Button e Maldonado, mentre lo spagnolo è bloccato dietro la Sauber di Perez e la Force India di Hulkenberg. Dopo appena 17 giri i secondi di ritardo sono già 15 secondi.

Al 23° giro però la fortuna sembra sorridere ad Alonso: il cambio di Hamilton cede improvvisamente e l’inglese è costretto al ritiro. Certo, un concorrente in meno per la corsa mondiale, ma ora in testa al GP c’è Vettel. La fortuna svolta decisamente a favore della Rossa di Maranello al 33° giro, quando Karthikeyen, su HRT, sbatte contro un muretto provocando così l’ingresso della Safety Car. Pronti-via ed è subito necessario un nuovo intervento della Safety Car per rimuovere le vetture incidentate di Schumacher e di Vergne. Alonso così si ritrova a risparmiare un bel po’ di gomma e può attaccare con decisione la terza posizione di Maldonado.

Dopo il nuovo via, il terzo di giornata, Alonso ha finalmente la meglio su Maldonado, causa ritiro, e così riesce a salire sul terzo gradino del podio. Vettel, invece, ha sfruttato al meglio la sua vettura e ha gestito con grande intelligenza le varie fasi di ripartenza e non ha corso mai grossi rischi; d’altra parte, Button salva la giornata “no” della McLaren è ottiene un buon secondo posto. Chiudono la top 5 la Force India di Di Resta e la Mercedes di Rosberg; buoni punti anche per il due piloti della Lotus, Raikkonen Grosjean, per un ottimo Massa, risalito fino all’ottava posizione, per Ricciardo su Toro Rosso e per Webber, su Red Bull. Nelle posizioni di rincalzo ottima la prova di Glock, su Marussia, che chiude dodicesimo e porta la sua scuderia in decima posizione nella classifica dedicata ai costruttori.

 

Classifica Mondiale: Alonso 194 punti; Vettel 165 pt; Raikkonen 149 pt; Hamilton 142 pt; Webber 133 pt.