GLORIA BELLICCHI, LA MISS ITALIA PITTRICE‏

Gloria Bellicchi ha sempre amato l’arte figurativa e in particolare il ritratto,  ma è soltanto da un anno che ha iniziato a creare una collezione a tema. I suoi soggetti sono sempre stati esclusivamente le donne.

 

«In questa collezione, che ho chiamato ‘The Cure’ (non perché sia terapeutica, ma semplicemente perché ho sempre avuto come sottofondo musicale i pezzi del gruppo inglese ‘The Cure’), le donne che ho raffigurato sono giovani, raffinate, generalmente nude.

Rappresentano la grazia e il bello ideale; ciascuna raccoglie in se stessa particolari che ho amato osservare in donne diverse, rimescolati e confusi fino a fondersi in un essere dalla bellezza universale e distante, parte di un mondo immaginifico», spiega.

 

Come tecnica predilige i colori acrilici su tela. L’8 febbraio Gloria ha presentato per la prima volta le sue opere in un’esposizione – evento al Teatro Centrale, in via Celsa, a Roma. «Sinceramente – dice la Miss Italia del 1998 –  non mi prendo sul serio in veste di pittrice, ma è una grande passione, un modo per esprimere i miei sentimenti. E’ bello così! Spero che questi miei lavori siano apprezzati».

 

E infine, un commento sull’esibizione di ieri dei giovani in gara al Festival di Sanremo: «Faccio il tifo per Marco Guazzone, per me è lui il vincitore di questa edizione! L’ho pensato dalle prime note e ne ho avuto conferma appena ha iniziato a cantare. Musica classica, rock e melodia italiana. Amo la musica, tantissimo, proprio perché sa toccarmi e rivoltarmi come ha fatto “Guasto” ieri sera. Io non ho dubbi, la stella che brilla è lui!»

 

Attrice in tv (“tra l’altro ne “L’ispettore Coliandro”) e di teatro (lunga tournèe con “Anatra all’arancio” con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio), Gloria  è laureata in Scienze politiche.

 

E’ l’unica Miss Italia emiliana, e proprio di Salsomaggiore, la città che ha ospitato il Concorso per oltre 40 anni. “Una grazia d’altri tempi”, è stata definita, per la sua bellezza semplice e pulita.