Grande ritorno di Flavio Oreglio a Zelig

flavio oreglio
flavio oreglio

Sarà un grande ritorno sulle scene, su questo non c’è ombra di dubbio. Dopo il “trentennale lungo” (parafrasando Il Secolo Breve di Hobsbawm), nel quale ha raccontato e riproposto tutto il suo percorso artistico dal 1985 al 2015 con pubblicazioni editoriali e discografiche, spettacoli, incontri, Flavio Oreglio – attore, umorista e scrittore – riparte dalla musica e da Milano, per riappropriarsi definitivamente della sua storia e della sua natura “cantautorale” come fu agli esordi.

“Cantautore assolutamente – dichiara lo stesso Flavio – nell’accezione storica in cui si colloca il cabaret della Milano del dopoguerra”.

Due serate, giovedì 14 e venerdì 15 febbraio 2019, utilizzando quel luogo magico che fu – a cavallo dei due millenni – il laboratorio creativo e la vetrina mediatica che lo traghettarono al grande pubblico come l’indimenticabile “poeta catartico” (ovvero il Teatro Zelig di Milano), per presentare in prima nazionale Anima Popolare (edito e prodotto da Long Digital Playing Edizioni Musicali, casa discografica milanese di recente nascita costituita da Luca Bonaffini) il suo nuovo progetto discografico e live, interamente realizzato con il gruppo Staffora Bluzer.

 Il sound folk degli Staffora Bluzer crea il tessuto sonoro sul quale s’innestano parole che raccontano storie popolari, giocano tra satira e divertissement, riscoprendo a tratti la poesia dei momenti quotidiani e perpetuando quella “via ludica all’impegno” cui Oreglio ci ha abituati da trent’anni a questa parte.

L’ascolto di alcune delle più significative canzoni della tradizione popolare degli ultimi centocinquant’anni ci fa riscoprire la loro straordinaria attualità, la “classicità” della stessa tradizione musicale ha sicuramente ancora molto da dire.
Musica paradossalmente senza tempo ma che ha un tempo così preciso che se lo perdi – come direbbe Jannacci – ti devi ritirare, ed è talmente al passo coi tempi che ti costringe a stare a tempo coi passi.

Non poteva mancare un tributo alla Scuola Milanese (Fo, Gaber Jannacci, Valdi, Svampa, i Gufi), importantissimo punto di riferimento per la tradizione del cabaret italiano, quella scuola che ha dato il via in pianta stabile all’affermarsi del genere nel nostro paese. Una performance da assaporare col sorriso sulle labbra.

Petra Magoni omaggia Frank Zappa

PetraMagoni
PetraMagoni

A 25 anni anni dalla scomparsa, il mito di Frank Zappa rivive ancora con tre concerti in omaggio a lui e alla sua percussionista Ruth Underwood.

Durante i 3 live che si terranno dal 4 al 6 dicembre, rispettivamente a Bologna, Milano e Roma, verranno presentati al pubblico i brani raccolti in “Frank & Ruth”, il disco del bravissimo vibrafonista, marimbista e compositore Marco Pacassoni, uscito lo scorso 9 giugno per l’etichetta italo-francese Esordisco di Pierre Ruiz, a cui PETRA MAGONI ha preso parte nel brano “Planet of the Baritone Women”.

A Petra Magoni, che in queste tre date sarà la voce del gruppo, e a Marco Pacassoni (vibrafono e marimba) si uniranno Enzo Bocciero (pianoforte e tastiere), Alberto Lombardi (chitarre), Lorenzo De Angeli (basso) e lo straordinario Gregory Hutchinson (batteria).

Questi gli appuntamenti:

4 dicembre: Bravo Caffe – BOLOGNA
5 dicembre: Blue Note – MILANO
6 dicembre: Auditorium Parco della Musica – ROMA

Teatro Out Off: tributo a Claudio Rocchi

Tribuito Claudio Rocchi
Tribuito Claudio Rocchi

Il prossimo 18 giugno, sul palco dell’Out Off, all’inedito trio composto da Vincenzo Zitello (Arpa), Paolo Tofani (elettronica, corde e voce recitante) e Claudio Milano (Canto), si unirà Paolo Carelli, voce dei recentemente rinati PHOLAS DACTYLUS, band di culto Prog/Avanguardista degli anni Settanta.

Il frutto di questa visione quadrangolare si preannuncia come uno dei momenti più curiosi e intensi della serata, ed avrà come oggetto la rielaborazione di un brano del periodo Hare Krishna di Claudio.

Il 18 Giugno del 2013 Claudio Rocchi, musicista, agitatore controculturale, cercatore di verità ascendeva a più alti livelli.

La sua importanza ed influenza, ancora oggi patrimonio di un manipolo di artisti ed appassionati troppo ristretto, verrà un giorno stimata nelle sue reali dimensioni, ma perché ciò avvenga è necessario celebrarne oggi, con gioia, la figura, le creazioni, le mille visioni e avventure.

Constatato l’immobilismo da parte di molti settori della musica italiana “riconosciuta” nel tributarne la grandezza, la Rete dei Solchi Sperimentali, tre anni fa ha iniziato a proporre delle serate omaggio a Rocchi, nella data del suo “volo magico”. La prima si è tenuta presso la Casa di Alex (Milano) (serata dalla quale è stato tratto anche un cd), la seconda presso lo Spazio Ligera (Milano).

Per il quinquennale della scomparsa la sfida era alzare ulteriormente l’asticella della proposta e tentare di creare un evento che unisse l’attitudine di nicchia che anima la Rete dei Solchi Sperimentali, con una visione ed una apertura più “pop”.

Ancora una volta, individuato lo spazio della serata, grazie alla disponibilità del Teatro Out Off di Milano, storico scrigno di tante peregrinazioni underground, l’evento è stato creato con l’esclusivo autofinanziamento di alcuni membri della rete e semplici sostenitori.

Il risultato di questa ambiziosa follia, di questo “salto nel vuoto”, è stato il progetto di una serata sovrabbondante di talenti e di approcci “altri” alla musica, pur nella varietà che ci contraddistingue, e che Rocchi avrebbe certamente gradito. Una scorribanda in cinquanta anni esatti di suoni non allineati che vedrà esibirsi sul palco:

ALBERTO CAMERINI
JENNY SORRENTI (SAINT JUST)
GIAN PIERETTI
MAURO SABBIONE (ex MATIA BAZAR, LITFIBA)
OMAR PEDRINI (ex TIMORIA)
PAOLO TOFANI (ex Area) + VINCENZO ZITELLO + CLAUDIO MILANO (Nichelodeon) + PAOLO CARELLI (Pholas Dactylus)
MATTEO GUARNACCIA
FRANCO FALSINI (ex Sensations’ Fix)
ANDREA TICH
GIUSEPPE “BANFO” BANFI + GAIA BANFI (ex Biglietto per l’Inferno)
TAI No-Orchestra
ACOUSTIC TRI-ON (ex Jumbo)
LUCA OLIVIERI
MARCO LUCCHI + MAX FUSCHETTO + MASSIMO AMATO + SISTO PALOMBELLA
ENTEN HITTI + GIANLUCA BONAZZI

Altri artisti, geograficamente più lontani o bloccati da precedenti impegni, saranno presenti con loro video performativi esclusivi, come:

EUGENIO FINARDI
JURI CAMISASCA
WALTER MAIOLI (ex Aktuala)
ARTURO STALTERI (ex Pierrot Lunaire)
TERRA DI BENEDETTO (ex Albergo Intergalattico Spaziale)
IlcompleannodiMary
TITO SCHIPA Jr.
SANDRO MUSSIDA
RICCARDO SINIGAGLIA
LODOVICO ELLENA
NO STRANGE

A condurre le danze sarà Antonello Cresti, artefice iniziale del progetto “Solchi Sperimentali”.

La serata vede la collaborazione di altre sigle come Psycanprog, sito musicale e Divinazione Milano, ufficio di comunicazione.

Tributo a Pino Daniele

Renato e Nunzio_picaccia
Renato e Nunzio_picaccia

Domani martedì 27 febbraio, il trio acustico composto da NUNZIO DELL’ORCO, RENATO CARUSO e SERGIO BUTTIGÈ si esibirà in un tributo a Pino Daniele all’ENOBIRROTECA BIBENDUM di Milano (Via Adelaide Ristori 2, angolo via Castel Morrone – ore 21.30 – ingresso libero con consumazione obbligatoria, per info: 02 29531654 o bibendum.enoteca@gmail.com), con la partecipazione speciale di YLENIA LUCISANO e di AGOSTINO DELL’ORCO.

In scaletta le canzoni più significative del “mascalzone latino”, dagli albori agli ultimi successi, per una serata all’insegna dell’indimenticabile musica di Pino Daniele riproposta da musicisti in cui spiccano la voce di Nunzio Dell’orco e la chitarra di Renato Caruso, grazie ai quali sembrerà di risentire e rivivere la voce e lo strumento principe del grande cantautore napoletano…

Sergio Cortès al Teatro degli Arcimboldi di Milano

Ph Sandra Paola
Ph Sandra Paola

Sergio Cortès porterà in scena mercoledì 20 dicembre alle ore 21.00 presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano (Viale dell’Innovazione, 20) lo spettacolo: MICHAEL JACKSON Live Tribute Show con la partecipazione straordinaria di Ensemble Vocale Ambrosiano Onlus diretto da Mauro Penacca.

Dopo il successo straordinario con le trionfali tournée in Sud America Sergio Cortès torna in Italia con uno spettacolo di oltre due ore per rivivere i magici momenti della storia immortale di Michael. In MICHAEL JACKSON Live Tribute Show l’artista porterà in scena, accompagnato da una band live, da un corpo di ballo e straordinariamente dall’Ensemble Vocale Ambrosiano Onlus, i più grandi successi da “Dangerous” a “Billie Jean” e “Thriller”, da “Smooth Criminal” a “Heal the World” e tantissimi altri, intrattenendo e coinvolgendo il pubblico con uno spettacolo ricco di effetti scenici e coreografici che riproducono le vere performance del Mito.

Cortés non è il solito trasformista, la sua stupefacente somiglianza fisica e vocale con Michael Jackson lo hanno portato ad essere riconosciuto a livello internazionale come il più acclamato sosia mondiale del Re del Pop.