“Ti spiego le tasse”, bambini a lezione di Fisco

Immagine_cartoon_3

Far comprendere ai giovani, i cittadini di domani, il valore del concetto di legalità fiscale, contribuendo al tempo stesso a combattere la cultura dell’evasione. Tutto questo parlando direttamente con gli studenti delle scuole elementari milenesi.

Con questo importante obiettivo, prende il via – dal 25 Novembre 2015 – la nuova edizione del progetto “Ti spiego le Tasse”, ideato per le classi 4^ e 5^ delle scuole primarie dall’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano e dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

Durante l’anno scolastico 2015-2016 oltre 180 volontari di AIDC e ODCEC Milano, preparati da formatori specializzati nel settore dell’infanzia, terranno – nelle scuole elementari aderenti all’iniziativa – incontri per spiegare agli alunni l’importanza nella vita quotidiana dei servizi erogati dallo Stato (tra cui proprio la scuola), evidenziando come i tributi fiscali siano fondamentali per il loro mantenimento.

Con il supporto di un cartone animato ideato ad hoc per i più piccoli e del “Decalogo del piccolo contribuente”, un vademecum con le 10 “pillole” di educazione fiscale, i volontari spiegheranno in modo semplice ma incisivo, cosa sono le tasse e perché siamo tutti chiamati a pagarle. La prima tappa del calendario degli incontri si terrà il 25 novembre presso l’Istituto Zaccaria di Milano.

“Nell’anno scolastico di debutto dell’iniziativa “Ti spiego le Tasse”, il 2014-2015, abbiamo formato oltre 600 ragazzi e i numerosi Dottori Commercialisti che hanno composto la squadra dei volontari e hanno esposto il progetto nelle classi raccontano di una appassionata e gratificante esperienza: l’orgoglio di appartenere ad una categoria che sa mettersi a disposizione del bene sociale è un sentimento sano e da riscoprire” spiega Lodovico Gaslini, presidente di AIDC Milano.

“Diffondere presso le nuove generazioni una conoscenza civica rispetto ai temi della legalità e lealtà fiscale, concetti che sono alla base di una società responsabile e solidale, è il fulcro di un percorso educativo che mira a creare le solide basi per un rapporto e un clima favorevole tra cittadino e fisco, che oggi risulta essere troppo spesso conflittuale e difficile. I Dottori Commercialisti Milanese sono pronti a fare la loro parte” spiega Alessandro Solidoro, presidente dell’ODCEC di Milano.

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano raccoglie più di 8.000 iscritti e ha competenza e territorio della giurisdizione del Tribunale di Milano. E’ retto da un Consiglio composto da quindici membri eletti

Comune di Milano – “MilanoSiFaStoria”

LOGO MSFS_png
Scoprire la storia di Milano attraverso i suoi luoghi che nel corso dei decenni si sono trasformati, i suoi personaggi più significativi, il mondo del lavoro, in costante cambiamento. Questo l’obiettivo di MilanoSiFaStoria, la manifestazione organizzata dal Comune di Milano, insieme ad un’ampia rete di associazioni e organizzazioni del territorio, che è iniziata oggi e che è dedicata alle trasformazioni del mondo del lavoro milanese dall’Unità d’Italia a oggi.

Saranno circa duemila i bambini e i ragazzi delle scuole primarie, secondarie di primo grado degli istituti Diaz, Barozzi coinvolti nelle iniziative di MilanoSiFaStoria, che prevede un calendario molto intenso fino al 12 novembre e che proseguiranno con altri appuntamenti nei prossimi mesi. Coinvolti direttamente negli eventi della manifestazione anche gli studenti dell’Accademia di Brera e quelli della Civica Scuola di Cinema di Fondazione Milano.

In Sala Alessi a Palazzo Marino, durante l’inaugurazione di MilanoSiFaStoria, sono intervenuti gli assessori Cristina Tajani (Politiche per il lavoro) e Francesco Cappelli (Educazione): “La seconda edizione di MilanoSiFaStoria è dedicata al mondo del lavoro, un omaggio e un riconoscimento importante all’impegno quotidiano di migliaia di persone che qui hanno vissuto e lavorato che hanno reso la nostra città bella, grande e così apprezzata nel mondo.  È soprattutto ai giovani che si rivolgono gli appuntamenti di MilanoSiFaStoria attraverso i quali i ragazzi possono scoprire la storia della nostra città anche grazie alla testimonianza diretta dei loro protagonisti, come nel caso degli ex lavoratori del Portello, dove aveva sede l’ex fabbrica dell’Alfa Romeo e ora è sorto un nuovo quartiere”.

“Come Fondazione Milano Scuole Civiche sollecitiamo di continuo i nostri giovani a interrogarsi utilizzando i linguaggi delle discipline artistiche sui temi legati alla storia, e alla storia di Milano in particolare –  ha detto Marilena Adamo, presidente di Fondazione Milano -. Quest’anno la Civica Scuola di Cinema grazie al progetto ‘La fabbrica fantasma’ ha lavorato sulla storia, sul lavoro e su un luogo, che è esso stesso memoria storica della città. Gli studenti hanno ricreato una giornata tipo di alcuni operai degli anni Cinquanta all’interno della Manifattura Tabacchi, dove ora ha sede proprio la Civica Scuola di Cinema. Un progetto che parte dallo studio del luogo e delle fonti, incrocia tecnologia nuova e la narrazione cinematografica per portare in modo emotivo lo spettatore dentro la ‘Storia’. I fantasmi degli operai si rivolgono direttamente agli spettatori, visitatori dal futuro, e li rendono responsabili della conservazione di una memoria storica altrimenti in via di sparizione”.

L’ampio programma di iniziative in programma prevede molti incontri che si rivolgono ai ragazzi. A seguire alcune segnalazioni:

Lunedì 9 novembre
Alle ore 9.30, presso il Museo del Risorgimento, in via Borgonuovo 23, si svolge il seminario ‘Percorso alla memoria del lavoro la storia della ex Alfa Romeo Portello raccontata in metropolitana’, durante il quale verrà presentato il progetto, realizzato da studenti e docenti dell’Accademia di Brera, che sarà realizzato dedicato alla storia della fabbrica milanese e che sarà installato presso l’ammezzato della nuova fermata della metropolitana ‘Portello ex Alfa Romeo’. Tra gli altri interviene anche l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran.

Mercoledì 11 novembre
Alle ore 14.30, presso l’Archivio di Stato, in via Senato 10, si svolge il seminario ‘Cinema e Lavoro’ durante il quale critici, registi ed esperti si confrontano sulla storia e sul ritorno di interesse per il lavoro nella produzione di video, fiction e documentari. Durante l’incontro viene proiettato il documentario ‘La Fabbrica Fantasma’, in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema. Intervengono Gaia Formenti, Costantino Corbari, Giancarlo Pelucchi e Sergio Toffetti.

Giovedì 12 novembre
Alle ore 17, presso la scuola secondaria di primo grado ‘Beltrami’, in piazza Cardinal Massaia 2, si svolge la presentazione del progetto didattico ‘C’era una volta la fabbrica’ dedicato alla storia della fabbrica Snia di Cesano Maderno e del villaggio operaio adiacente. Mediante introduzioni storiche, visite guidate, video e laboratori, i ragazzi sono condotti alla scoperta del sito industriale, ora dismesso, aprendo una interessante riflessione sul riuso degli spazi, la riqualificazione e la valorizzazione degli ambienti abbandonati del territorio urbano.

Tutte le informazioni su MilanoSiFaStoria sul sito del Comune al link http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/servizi/educazione/Milanosifastoria oppure sulla pagina Facebook al link https://www.facebook.com/milanosifastoria/?fref=ts

Zona 8: la sicurezza comincia dai progetti

La mostra nasce da uno studio realizzato al Politecnico di Milano da una classe di studenti del corso di laurea internazionale in Architettura. Gli studenti con diverse modalità hanno preso in esame alcuni quartieri del nord-ovest milanese. L’Assessorato all’Urbanistica e Edilizia Privata e l’Assessorato alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia locale, Protezione civile e Volontariato del Comune di Milano hanno deciso di partecipare al lavoro degli studenti e di avviare un processo di dialogo con il quartiere per mostrare come, anche attraverso la progettazione urbanistica, sia possibile aumentare la sicurezza in città.

“1° Trofeo della Nuova Musica Italiana”

“Spazio alla creatività musicale degli studenti” è questo il concept del “1° Trofeo della Nuova Musica Italiana. 7 Note dalla scuola”, iniziativa promossa da Associazione Mecenate 90 e Radio Italia solomusicaitaliana, in collaborazione con la Direzione Generale dello Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Scopo? Promuovere la musica italiana, lo sviluppo di nuove espressioni artistiche e valorizzare i talenti artistici delle nuove generazioni.

 

Partecipare al Trofeo, destinato agli studenti di tutti gli anni di corso e tipologie di scuole secondarie statali e paritarie italiane, è semplice: basterà comporre una canzone – testo e musica – e caricarla entro il 20 aprile 2012 sul sito www.trofeistudenti.it, registrandosi alla voce “1° Trofeo della Nuova Musica Italiana”.

Tutti i lavori, successivamente, saranno disponibili e votabili sul sito www.radioitalia.it.

 Al primo classificato, più votato dalla giuria popolare e dalla giuria composta da rappresentanti di MIUR, Associazione Mecenate 90, Radio Italia e da esperti di musica italiana,  verrà offerta la possibilità di svolgere uno stage a Radio Italia solomusicaitaliana; al secondo e terzo posto verrà assegnata una borsa di studio del valore di 1.000 euro.

Ma non e’ tutto: i 3 vincitori avranno l’eccezionale possibilità di esibirsi sul palco del grande concerto per i 30 anni di Radio Italia, in programma il 14 maggio a Milano.

 

Una straordinaria opportunità per aprire la scuola alle nuove espressioni della musica italiana contemporanea valorizzando la creatività dei giovani nell’ambito del percorso formativo scolastico.

 

Alain Elkann, Presidente di Mecenate 90 : “Promuovere i giovani talenti, incoraggiare le relazioni fra gli studenti e le diverse espressioni dell’arte e della cultura, favorire la creatività delle giovani generazioni sono gli obiettivi per cui l’Associazione Mecenate 90 sta impegnando energie e risorse in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Per aprire nuove opportunità ai giovani, tutti siamo chiamati a fare la propria parte. Siamo grati al Ministro Prof. Francesco Profumo, alla Direzione Generale dello Studente, a Radio Italia per aver creduto e sostenuto questo progetto che apre la scuola a nuove esperienze formative e di crescita sociale e civile”.

 

Mario Volanti, Editore e Presidente del Gruppo Radio Italia: “Siamo felici e orgogliosi di dare il nostro contributo a questa eccezionale iniziativa che, oltre a unire la musica italiana alla didattica nelle scuole superiori, darà la possibilità a nuovi talenti di emergere e avere visibilità. Da sempre la principale missione di Radio Italia è promuovere la musica italiana e aiutare i più giovani ad avere una chance. Ringraziamo la Direzione Generale dello Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’Associazione Mecenate 90 che, proprio nell’anno del nostro trentennale, ci hanno scelti come partner ideali di questo progetto unico nel suo genere. Auspichiamo che l’esperienza possa ripetersi con successo anche nei prossimi anni: i giovani italiani si meritano questa opportunità”.